mercoledì 23 ottobre 2019

Il mistero del collegio abbandonato

Il mistero del collegio abbandonato
Massimo Binarelli
Newton Compton Editore 2019
ebook







Un crimine del passato che riaffiora a seguito di lavori di edilizia; un commissario in servizio che non sa quasi che pesci pigliare in questo cold case di un periodo in cui lui non era forse nemmeno nato; un ex maresciallo della Polizia in pensione che è memoria storica del quartiere.
Gli elementi per un buon noir ci sono tutti e sono gestiti bene. Dal ritrovamento di un cadavere alla soluzione del caso.
Questo ebook comprato per caso su amazon è scorrevole e interessante con un occhio puntato sul presente e uno sul passato. Non ha pretese in eccesso ma quello che ci lascia leggere è molto piacevole.
Anche le scoperte che si fanno nel corso della lettura ci lasciano ad occhi spalancati. Mettono in luce quel che cantava nel secolo scorso Milly: “si fa ma non si dice”.
Tutto ciò che ha pubblicamente proibito per legge lo stato fascista, in privato è ammesso e concesso purché nessuno sappia niente. Purchè non se ne parli.
Diciamo che se pubblicamente è perversione, in un certo privato non lo è. Soprattutto quando si tratta di grandi seguaci del fascismo, amici addirittura del duce.

Una lettura veloce e scorrevole per trascorrere un paio di ore in relax.
Patricia

martedì 22 ottobre 2019

VErseggiando 22 riepilogo

            VERSEGGIANDO 22 RIEPILOGO







#verseggiando
#fareblogging



Riepilogo della ventiduesima puntata di VERSEGGIANDO.
Abbiamo giocato con le mie parole che erano dedicate ad un grande Uomo e Poeta che purtroppo ci ha lasciati.
Eccole.


VINCENZO
VIRTUALE
MORTE
SOLITUDINE
RIMPIANTO

Ed ecco i vostri componimenti.




TISSI
Vincenzo amico blogger
Virtuale ma grande la tua amicizia
Morte inaspettata come sempre la tua
Solitudine grande senza i tuoi scritti
Rimpianto si per la tua assenza , ma rimane la gioia di aver condiviso con te tante parole e bei momenti 

TISSI



MARINETTA
Ti ho conosciuto poco VINCENZO, qui ,
in questo spazio VIRTUALE.
Abbiamo giocato spesso
con gli haiku di Pat .
Ed ora , un po’ di RIMPIANTO!
Dovevamo giocare e scherzare di più.
Tu però , eri un grande…
Ho scoperto il tuo blog
e la tua poesia.
E quella , rimane per sempre.
La MORTE
è un traditore.
Pugnala alle spalle.
Ti ha portato via.
Ora, questa velata SOLITUDINE.
Manchi a tutti.
Ma son certa,
tu stai ridendo
e ci guardi da sopra una nuvola.

MARINETTA


NEUTRINA
VINCENZO
che guarda nuovole nere color notte e
MORTE
SOLITUDINE

E RIMPIANTO
e sospira Vicenzo e vorrebbe seguire quelle nuvole.
Ma il virtuale lo afferra e lo abbraccia e gli sussurra: Siamo fatti per sopravvivere anche a noi stessi. Tutto passa, il dolore ha un tempo preciso e poi tornerai a sorriderci.
Nel tuo cuore, nei tuoi ricordi la morte non esite e lei, lui, loro, vivranno per semprein te.

NEUTRINA


DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®   oppure QUI

"PER TE"

VINCENZO

Respiro VIRTUALE
Ma sincero e combattivo

Una profonda rarità dentro questa rete malata

Respriro reale
Di un poeta ed un amico
Straordinari.

Parole banali
Lo so
Scusa sto cadendo in quella retorica
Che tu
Mi hai sempre riconosciuto di saper evitare con maestria.

Ed allora
Anche se la SOLITUDINE
E la mancanza di te sono sferzanti
Anche se la tua assenza genera un vuoto cosmico
Nella mia esistenza
Nessun RIMPIANTO
Abbiamo condiviso insieme intensi attimi di vita
E la MORTE non sarà mai capace di sottrarceli.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®



SINFOROSA CASTORO

Morte è giunta
non Virtuale, vera, cruda in Solitudine,
perché dinanzi a lei è una lotta a tu per tu.
E tu, Vincenzo,
senza alcun Rimpianto
l’hai sfidata e l’hai vinta.
vivi ormai libero.

SINFOROSA


SARI
E' partito VINCENZO
viso VIRTUALE
che lascia RIMPIANTO
e nuova SOLITUDINE.
Vedo ora le ferme impronte
dei suoi passi,
poco l'ho conosciuto
ma la MORTE è solo apparenza
e in altro modo, in altro mondo
faremo amicizia. 

SARI


Il mio
E’ virtuale la realtà
o è reale il mondo virtuale?
A volte non si distinguono.
Quando si incontrano uomini come Vincenzo
si impastano e amalgamano così bene
che separarle diventa impossibile.
Diventano dure e coriacee,
sbruffone e polemiche,
salaci e sarcastiche
o stranamente gentili come era lui.
Ma restano sempre genuine.


Poi,
ecco che ad incrociare queste amichevoli realtà
si presenta Morte
indolente e fradicia di lacrime
crudele aguzzina che se ne frega
di cosa provi, solitudine o dolore


E ti resta solo il grande rimpianto
di non averlo conosciuto di persona.
Patricia

lunedì 21 ottobre 2019

INSIEME RACCONTIAMO 50

                         INSIEME RACCONTIAMO 50

#insiemeraccontiamo
#fareblogging
#racconti


Cari amici, con un giorno di ritardo ma eccoci qui a giocare con INSIEME RACCONTIAMO come ogni mese.
Questa volta, l’incipit non è di fantasia. Vediamo cosa ne viene fuori :)

Voi immaginatemi e poi pensate e terminate la storia.

Ps. Non sono io nella foto eh... io modestamente.... ahahahahahahahahah




 

Il mio incipit

Si fermò a guardarla. Con un nebbione che si tagliava col coltello e una pioggerellina odiosa per la quale non serviva l’ombrello ma che inumidiva ben bene gli abiti, lei era lì, sul marciapiede, con gli occhiali da sole.
Che assurdità!



Ahhahahahahahahahahahahah
Ciaooooooo
Patricia

domenica 20 ottobre 2019

A riecchime!!!!!

Ciao a tutti!!!!!
Rieccomi tra di voi e spero per un po’. Io ormai con gli occhietti sono a posto… nel senso che io son vecchia ma i ricambi son nuovi ahhahhahaha… e se mi lascia tranquilla mammà forse riesco anche ad essere più presente. Poco per volta, però, perché al pc posso starci mezz’ora e non di più.
Almeno così dice il dutur, poi io… deciderò di volta in volta ahhahahahaha

Questo significa che per adesso preparo qualche post e poi lentamente rispondo ai vostri commenti.

Intanto vi ringrazio tutti quanti per l’interessamento e vi mando un treno merci di bacioni.

Per il resto, mettiamo pazienza tutti insieme perché voi magari state tranquilli ma io ho due…..
Risolvete il rebus e così vi è tutto chiaro :D)






Insieme Raccontiamo parte domani mentre il riepilogo di Verseggiando lo programmo per il 22 ottobre.
Poi mi auguro proprio di ritornare in riga perché son stufaaaaaaaaaaaaa!!!

Per ora, un bacione a tutti e grazie per la comprensione.
Patricia

venerdì 18 ottobre 2019

Il segreto del Voltone

Il segreto del Voltone
Diego Collaveri
Fratelli Frilli Editori 2016
ebook7





Questo è un noir italiano, senza pretese ma di un certo effetto e soddisfacente lettura.
Anche qui si passa dal passato al presente e ritorno in un’altalena continua di viaggi tra l’oggi e lo ieri.
Un delitto di epoca fascista, di quando i tedeschi in fuga entrarono in Livorno; un segreto ben nascosto ma sotto gli occhi di tutti; un rude poliziotto che deve gestire non solo l’indagine ma anche tutto il pericoloso e strano corollario che la circonda.
Il suo mestiere è quello di svelare la verità, di trovare un colpevole ma forse in questo caso sarebbe più salutare non farlo. Troppi interessi nascosti… troppi personaggi importanti…
Insomma! Tanti bastoni tra le ruote ma se il commissario non fosse un testardo funzionario che senso avrebbe avuto scrivere un noir?
Lui va per la sua strada infischiandosene di tutto e tutti fino a poter scrivere la parola fine all’inchiesta.
Bel noir italiano che ci riporta a tratti in un’epoca oscura e tragica e violenta ma che soprattutto che ci dimostra che la verità può essere scomoda ma va ricercata sempre.
Mi è piaciuto.
Patricia

mercoledì 16 ottobre 2019

Oggi vi scrivo io

Ciao a tutti,
oggi vi scrivo io perchè la mami non c'è.
Come, io chi?  Ma io... Papaya!!!!


Son qui chiusa nel box e allora ho pensato di fregare il pc a mami e scrivervi. 
Mami mi ha detto "ciao Pippi, andiamo e torniamo subito subito eh... fai la brava!"
Fai la brava a me? Ma io sono bravissima! Piuttosto è mami che dice le bugie.
Quel suo subito subito significa almeno un paio di ore. Me lo dice sempre quando va a comperarmi la pappa e io devo stare tanto tempo  chiusa qui dentro. Figuriamoci oggi che è andata a farsi aggiustare l'occhietto...
Va beh!  Ci vuole tanta pazienza con questi umani! Voi non sapete quanta. Così faccio finta di crederle anche perchè quando mi dice che sono la sua bimba più piccola è sincera. Lo so!  E' la mia mami. Non può mentirmi su questo.

Voi come state?   Io bene se non fosse che mangerei un po' di più di quello che mami mi dà ma c'è quel birbante del veterinario che continua a lamentarsi che ingrasso. Uff!  Le signorine non ingrassano. Mettono su curve, chiaro? Ma Flavio non lo capisce.
Così sono a dieta perenne. E pensare che corro e galoppo come un cavallino pazzo, salto contro i muri e contro la mami... quanto mi piace saltare contro la mami! Non ne avete idea. Lei esce di casa e io pum! mi fiondo contro di lei e le pianto le mie zamp...ette contro la pancia. Poi mi diverto un mondo quando lei dice "ahia ahia la Papaya!". 
Lo so che lei non si arrabbia anche se brontola che ha tutta la pancia livida. Ci divertiamo tutte e due. Poi lei mi coccola, carezze e bacetti, io le do una leccata della serie dove arrivo arrivo e poi scappo perchè so che mi fa giocare.

Che bella vita faccio! Coccolata e riverita... il canile? Non lo ricordo nemmeno più. Sto così bene qui! Poi  adesso sono anche contenta perchè ho un'amica nuova. Si chiama Piuma e abita dai miei vicini. Anche lei arriva dal canile ed era magra magra. Ora non più però e ne sono contenta.  Lei corre dalla sua parte della rete e io dalla mia. Poi parliamo. Ci raccontiamo tante cose.

Beh, adesso è meglio che rimetta a posto tutto prima che mami ritorni.
E' stato un piacere fare due chiacchiere con voi. Chissà che non ci sia un'altra occasione.
Bauuuuu




lunedì 14 ottobre 2019

haiku concatenati a più mani 18

Post rapidissimo, in ritardo ma sono presa per il collo tra medici e ospedali.
Poi spesa pranzo e cena vanno preparati

     HAIKU CONCATENATI A PIU' MANI 18

Caffè borbotta
Buono è il momento
Anima stanca

Ciao fanciulli e perdonate ma per questa settimana sarà ancora così.
Bacioooooo!
Patricia