mercoledì 19 giugno 2019

Non si rubano le fragole

Non si rubano le fragole
G. Ardizzone
Edigtricde Tipografia Baima Rocchetti (2012)
Collana degli Scrittori piemontesi





Scoppia la seconda guerra mondiale. La famiglia di Magda, la voce narrante, sfolla a Castellammonte dai parenti. Qui la Magda bambina si ritrova in un mondo nuovo. Non più la città di Torino ma la campagna, le corse nei prati, i boschi e tanti bambini all’incirca della sua età. Tanti i cugini anche.
Tra le cuginette c’è Elena, una bambina viziata, vitima di una terribile esperienza che ci viene narrata subito nelle prime pagine del libro e che la segnerà per sempre.
C’è anche Mariastella che vive sulle rive del lago di Como con i genitori proprietari di un albergo.

Questo libro nasce da appunti che l’autrice ha ritrovato per puro caso in soffitta sotto cunuli di polvere e che le hanno dato un senso di serenità tanto da chiedersi come, in tempo di guerra, si potesse essere così sereni.
Forse la risposta è semplice. Essendo bambini, lontani dalle città che erano più a rischio di bombardamenti, la guerra stessa risultava essere quasi un fantasma. Una voce lontana. Un’eco praticamente silenzioso.

Partendo da questi appunti, Ardizzone ha ricostruito una saga familiare, infarcendola coi ricordi forse falsati dal tempo, come lei stessa ammette, e arricchendola con le vicende dei protagonisti divenuti adulti.
E sarà proprio questo percorso lungo gli anni che ci mostra come l’infanzia segna la vita adulta. Come gli choc infantili si ripercuotono col passar degli anni quando i “fantasmi” del passato ritorneranno a trovarci.
Magda infatti, dopo tanto tempo, ritroverà le cugine Elena e Mariastella e il ragazzo di cui era infatuata da adolescente e capirà che la vita non è mai semplice. Che le ferite anche se rimarginate posssono continuare a far male.

Non più bambina sfollata ma donna adulta, medico ospedaliero, attraverso questi incontri rivivrà la sua infanzia e l’adolescenza con un misto di nostalgia e affetto perché si ràconto che in fondo con lei, la vita è stata abbastanza benevola.
Patricia

martedì 18 giugno 2019

Fragilità


Fragilità
e
forza
Così sono 

E come 
l'animo umano
trattiene dolori e gioie,
Io trattengo 
le lacrime  
del cielo.
Patricia



lunedì 17 giugno 2019

ESPERIMENTO 366:: BARBARA FANELLI

arbagli
zzurri
icoprono
eatamente
ffascinanti
icordi
ntichi
F   ieri
ffanni
otturni
mozionando
e
abbra
I   nnamorate

Grazie, Patricia 

domenica 16 giugno 2019

Scelgo io

Uscì dall'ascensore dolorante, un po' instabile sulle gambe. 
Aveva fatto quello che riteneva giusto e se qualcuno  (e ben sapeva  a chi si riferiva) lo riteneva sbagliato e un peccato mortale  non doveva far altro che farsi gli affari suoi.
Della sua vita decideva lei! Punto!
Varcò la porta d'ingresso dell'ospedale sentendosi libera. Vuota. 
Un lampo attraversò il cielo da nord a sud. Un tuono esplose come una bomba. L'acqua scrosciò come una cascata.
Lei fece qualche passo avanti e si fermò alzando il viso al cielo nero. Le fredde gocce d'acqua le lavarono la coscienza.
Patricia 


https://pixabay.com/photos/girl-rain-femininity-beauty-paris-3954232/
 

sabato 15 giugno 2019

Glli amici di Myrtilla scrivono 60


RICORDO CHE LE POESIE PUBBLICATE SOTTO QUESTA ETICHETTA SONO DI ESCLUSIVA PROPRIETÀ DEGLI AUTORI. 
IO LE POSTO DIETRO LORO AUTORIZZAZIONE.
L'USO NE È VIETATO SENZA IL LORO BENEPLACITO.



A questo mio  POST  aggiunge MIKIMOZ

Se non ami
val assai come
non hai amato :)

MIKIMOZ


A questo mio POST aggiungono i loro versi:

FRANCO BATTAGLIA
          Nel mese di Giugno potrebbe smette finalmente 
                        de pIove 
                          e l'Uggiosa 
                       gnaGnarella costante, che ogni giorno mi affoga  
            in   motoriNo, lasciare spazio anche 
           ad un pallidO sole.
                               FRANCO BATTAGLIA





SARI
                                     Oh bel Giugno
                                      ricco dI sole
                                           e frUtti succosi
                               Le allegre Grida di
                                      bambiNi felici
                                  ti rendonO onore

                                               SARI


A questo mio POST aggiungono

SINFOROSA CASTORO  

 Pioggia arriva
A rinfrescar la terra
Assetata già.
SINFOROSA



DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®   oppure QUI

 Pioggia arriva
Speranze azzerate
Ricominciare.
DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®



LAURA

 Ricominciare,
finalmente l'estate,
con le rondini
e i loro nidi
LAURA .



SINFOROSA CASTORO

 I loro nidi
Tiepidi e piumati
Uova dischiuse.



SINFOROSA CASTORO

A questo mio POST aggiungono:

TISSI


viva è la notte ..
tra una puntura e l'altra
...della zanzara 

TISSI
  SINFOROSA CASTORO

Inconfessabile (non fa niente se c’è una sillabina in più)
Disagio infinito
Sopporti zitta.

SINFOROSA CASTORO

venerdì 14 giugno 2019

Haiku concatenati a più mani 14

   HAIKU CONCATENATI A PIU' MANI 14


Quattordicesima puntata degli HAIKU CONCATENATI A PIU' MANI.
Per questo mese l'haiku di partenza è stato scritto da CRISTIANA MARZOCCHI

 
Brillate stelle
unica calda  luce 
dei nostri sogni
 
Ora tocca a voi.... :)
Ciao Patri

giovedì 13 giugno 2019

111

Viva è notte
tra sospiri d’amanti;
inconfessabile 
Patricia

https://pixabay.com/photos/human-lovers-night-sky-starry-sky-1215160/