mercoledì 21 agosto 2019

Pillola 23

“Loro credono di fregarmi ma io sono più furbo!!!! Se il cibo è avvelenato mica lo mangio!” rise il topo entrando nella trappola mentre lo sportello si chiudeva ermeticamente alle sue spalle.
Patricia

https://pixabay.com/it/photos/mouse-trappola-per-topi-caso-nager-2290945/

martedì 20 agosto 2019

INSIEME RACONTIAMO 48

              INSIEME RACCONTIAMO 48           
#insiemeraccontiamo
#fareblogging
#racconti

Siamo... pardon,,, magari siete in vacanza e non avete voglia di pensare a me, ma siccome io sono sempre la solita vecchia rompibip... eccomi con la nuova puntata di INSIEME RACCONTIAMO.
Tranquilli!! 
L'incipi sarà semplici, le regole per questo mese non varranno quindi potrete scrivere quanto vorrete, e la scadenza sarà... vediamo un po'... Domani???????????? 
ahhahahahahahahahahahahah
Nooooo! Scherzavo! 
La scadenza per questa puntata sarà il 10 settembre.
2019  eh... :)

 Il mio incipit

Stava...... (facendo qualcosa, quello che voi preferite).... al suono della radio. Proveniente come da un passato lontano, dall'etere sentì le note di...... (la canzone o musica che preferite).... e si ritrovò immersa nei ricordi.


Buon lavoro e buon agosto a tutti!
Patricia

lunedì 19 agosto 2019

113

No, non è morta,
solo riposa in noi;
energia pura  
Patricia

domenica 18 agosto 2019

Il giunco mormorante

Il giunco mormorante
N. Berberova
Adelphi 1990
Trad. D. Sant’Elia

c115ddbff97020af0b670ded0611da75_w600_h_mw_mh_cs_cx_cy.jpg


In meno di ottanta pagine, Berberova ci parla dell’Amore, quello con la A maiuscola, che non ha mai fine. Che è non solo comunione di corpi ma anche di anima . Che è destinato all’eternità e niente può distruggerlo.
Così è per la protagonista. Il suo rapporto con Ejnar è forte, inattaccabile e quando l’uomo parte per la Svezia allo scoppiare della guerra, lei continua a vivere il suo amore con la sicurezza di ritrovarlo a fine conflitto e dividere con lui il resto della vita.
Vive pensandogli costantemente tra il rinnovarsi continuo dei ricordi e le sue attività quotidiane. Ma, pur scrivendogli ogni giorno lunghe lettere non riceve mai risposta.

Quando dopo la guerra deve recarsi a Stoccolma lo cerca e lo incontra. Non si era trasferito come pensava lei ma bensì si era sposato con una svedese. Non le ha mai risposto perché è stata la moglie a nascondergli le lettere.
La moglie di Ejnar è  un personaggio freddo, prepotente ed è gelosa se le fa comodo ma quando incontra un uomo col quale vuole intrattenersi organizza nei minimi particolare per la protagonista e Ejnar un pomeriggio divertente.

Ed è a questo punto che la nostra protagonista, dopo la delusione iniziale, si pone involontariamente una domanda importante. Vale più l’amore, tra l’altro non corrisposto, o la propria dignità?

Sarà la dignità a vincere senza colpo ferire.
Sentendosi usata, la donna troverà in sé il coraggio e la forza di dire di no, di dire basta. E’ finita.

In più, si rende conto di quanto Ejnar sia debole, un burattino nelle mani della moglie e non può accettare la situazione.

In meno di ottanta pagine, questo libro ci regala una storia emozionante raccontata lucidamente. Senza fronzoli o sdolcinature. Con stile eccelso, Berberova regala al lettore uno spaccato di vita reale dal quale si evince che a volte bisogna fare scelte. Non sempre piacevoli magari ma vanno fatte. E quando in mezzo c’è la propria dignità, niente altro conta.

Grazie a Glo del blog LA NOSTRA LIBRERIA per averne parlato tempo fa in un post ed avermi incuriosito. Mi ha dato la possibilità di perdermi in queste pagine indimenticabili.
Patricia

sabato 17 agosto 2019

Acronimo Temporale

T   emporale!
E   effluvi
alinconici
P   orgono
dorosi
imedi
l
anguore
stivo

Patricia

venerdì 16 agosto 2019

Per pranzo oggi

Per pranzo oggi non sapevo cosa fare
ma sapevo che il marito verso l’una vuol mangiare.

Pensa che ti ripensa ho fatto le polpette
ma quelle al dragoncello che di gusto son perfette.

In una ciotola ho messo macinato di manzo e di maiale
ma mi raccomando, che siano in dose uguale.
Mollica bagnata nell’aceto sale uova e uno spcchio d’aglio macinato
e sapeste mentre mescolavo che profumo si è alzato!
Alla fine una manciata di dragoncello
e giù ad impastare; sai che bello!

Quando tutto è stato pronto
ho fatto le polpette tra i palmi sul rotondo.

A questo punto nell’olio caldo le ho messe in padella
e ora tutti a mangiare che la fame non è bella!
Patricia

https://pixabay.com/photos/meatballs-fried-salento-aradeo-2706226/

giovedì 15 agosto 2019

Buon Ferragosto 2019

           Buon Ferragosto a tutti!
                       Patricia 

https://pixabay.com/vectors/amazing-awesome-beautiful-1295374/