lunedì 7 gennaio 2013

Finite le feste

7 gennaio 2013. Le feste sono finite. L'Epifania le ha portate vie tutte anche se poi carnevale tornerà a portarle.  Per ora una brevissima tregua, però ed io ne ho approfittato e questa mattina ho fatto un giro nella mia città. Ho parcheggiato in periferia e sono andata in centro a piedi. Ho così avuto modo di guardarmi attorno ben bene. Il traffico è tornato quello semi-frenetico di sempre, con i soliti punti nevralgici in cui ci si passa sopra, sotto, dentro, a destra, sinistra.. L'odore è di nuovo quello ben noto di gas di scarico, non più il profumo dolce di canditi e zucchero che usciva dalle pasticcerie e panetterie fino a ieri. Qualche panettone è ancora in vetrina ma ora i negozi sono chiusi come tutti i lunedì lontani dalle feste e quindi trattengono gelosamente i loro aromi fregandosene di chi passa che se ne frega a sua volta di loro. Stufi di essere mangiati i primi e di mangiarne i secondi.
I passanti son di nuovo frettolosi e non si fermano più ad ogni vetrina per ammirare le merci esposte. Neanche dove sono ben visibili cartelli con le percentuali folli dei saldi. 20, 30, 50, perfino 60, 70% di sconto... quei numeri insomma che ti fanno chiedere quanto ci guadagnino ancora i commercianti con simili svendite. O meglio, quanto ci guadagnassero prima.
Poi, code negli uffici postali, nelle banche.... per attraversare... code impazienti e nervose. Clacson. Stridii di partenze alla rambo e fischi di inchiodate improvvise. Insomma! Tutto è tornato normale. Finito il periodo natalizio, la vita ha ripreso a scorrere come un fiume nel suo alveo. Sempre nella stessa direzione. Sempre con la stessa velocità. Sempre indifferente agli altri, chiusa in se stessa come i piemontesi che qui vivono.
Un altro anno è passato. L'ultimo numero della data è variato  e nulla è cambiato. Speriamo almeno nell'economia. Che porti lavoro, due soldi in più... per il resto..... a quando le prossime festività natalizie per sorridere almeno un po' di più?

Nessun commento:

Posta un commento