martedì 16 aprile 2013

Boston

Maratona di Boston, una delle più antiche. Al traguardo, esplodono due bombe e altre vengono disattivate in tempo dagli artificieri. Le stime parlano di 144 feriti, moltissimi gravi, e 3 morti. Nuovo allarme terrorismo. Vecchio nuovo terrore.
Nell'articolo dell'ADNKronos c'è scritto che non si sa ancora  chi ha condotto l'attacco  ma che va comunque considerato un atto di terrorismo.
Eccerto! È terrorismo! Del più bieco... quello che va colpire gente inerme che partecipa ad una manifestazione sportiva per diletto e lo sport dovrebbe unire, al di là delle idee politiche, della razza, della religione.
Non voglio far politica. Per favore, nessuno la faccia sul mio blog.
Dico soltanto che la violenza più terribile si è scatenata su un evento di festa, di unione, di sana rivalità sportiva. Dico soltanto che qualunque ne sia la matrice, questo attacco, oltre ad essere un atto terroristico, è simbolo di un qualunque fanatismo, figlio della intolleranza che sta prendendo piede nel nostro mondo, della incapacità dell'essere umano di intrattenere rapporti con i suoi simili, di confrontarsi pacificamente, della mancata voglia o della incapacità di ascoltare le altrui opinioni e tesi.
Temo anche che sarà genitrice di un peggioramento della situazione attuale con aumento di odio, di voglia di vendetta, di incomprensione. Una nuova era glaciale scenderà ma non sulla terra... sul cuore.. in quel muscolo che dovrebbe donarci la capacità di amare ed essere partecipi. Se non riusciremo a riscaldarlo in tempo, morirà e con lui la nostra umanità, intesa non come insieme di uomini e donne, ma bensì come sentimento che ci spinge verso l'altro con un sorriso e la mano tesa.

In questi link i video dell'ADNKronos

http://www.adnkronos.com/IGN/Diretta/?id=3.2.93268798

http://www.adnkronos.com/IGN/Diretta/?id=3.2.94184962

http://www.adnkronos.com/IGN/Diretta/?id=3.2.94301623

4 commenti:

  1. Obbedisco e non parlo di politica, ma visto il clima nel nostro paese, ci dobbiamo aspettare un ritorno del terrorismo anche da noi?L'episodio al quotidiano La Stampa è l'allarme di qualcosa di più grande che arriverà? Mi auguro di no!

    RispondiElimina
  2. Il terrore (mio, almeno) è proprio quello. Colpirono USA, Spagna ed Inghilterra. Ricominciano. Forse sì', forse no... forse islamici forse interni... forse forse forse... ecco! Son tutti questi forse che non mi piacciono.
    Certo che come siam messi noi italiani, non abbiamo nemmeno bisogno che ci colpiscano i terroristi. Siamo capacissimi a distruggerci da soli! Però, obiettivi sensibili ne abbamo anche noi. L'unica cosa da chiedersi è: ma noi riusciremmo a difenderci?

    RispondiElimina
  3. Ahhh saperlo!!!! Non voglio essere pessimista, ma tutti presi dalle beghe di partito, ho i miei dubbi che l'attenzione sia rivolta anche altrove!

    RispondiElimina