martedì 24 settembre 2013

La ruota


Dicono che la vita sia una ruota che gira... e quando si incaglia? Quando si blocca? Quando pare andare al rallentatore?
Le ruote girano finchè dai loro stimolo per farlo. Vuoi per spinte o pendenza. Non è così anche per la vita? Quando gli interessi scendono a zero, vuoi per stanchezza o apatia, per stress o malattia, anche la vita rallenta il suo rotolare. A volte rallenta solo. Altre si ferma. O almeno, così pare. Ad esempio, quando i problemi sono gravi o troppi. Però, a pensarci sopra, in questi momenti può anche sembrare che il muoversi sia vorticoso e nei suoi vortici ti perdi. Non riesci a starci dentro. E nemmeno dietro. A seguire il passo. Corri e corri e ti sfianchi ma non arrivi mai alla sera. A quel traguardo fatto di sospiri di sollievo che sollevano leggermente il peso dell'esistenza.
Ma quanto pesa l'esistenza? E quanto rotola la vita? E di quanti vortici è fatta? Si fermerà mai? Rallenterà mai il suo moto perpetuo? No! Se è perpetuo.... non ha senso che si fermi....

2 commenti:

  1. Caspita che post interessante e ricco di riflessioni che ci hai proposto con il post di oggi.

    RispondiElimina
  2. Grazie Stefania. Ci sono momenti in cui appunti le cose non rotolano per il verso giusto, tutt'altro... e allora ti poni delle domande. Anche se non sempre purtroppo trovi tutte le risposte che vorresti. Soprattutto che ti soddisfino

    RispondiElimina