mercoledì 30 ottobre 2013

Dubbio


C'è una cosa che rovina le persone in profondità. Anche le più forti. Ne mina le fondamenta intime, quelle più segrete. E nessuno che cerchi di ristabilire un minimo di sicurezza riuscirà ad averla vinta. Neppure quella voce interiore, quella del buonsenso, dell'assennatezza, della speranza, riesce a sconfiggere questo nemico subdolo e crudele che si chiama dubbio.Soprattutto se riguarda salute o affetti o amore.
Il dubbio è quel trapano che continua a perforare il cervello e sembra buchi ogni fibra dell'essere umano rendendolo insicuro, pauroso. Facendogli fare ragionamenti incerti, pieni di se e di ma. A volte paurosi. Facendogli vedere quei film mentali che sono una lunga sequenza di catastrofi.
Il dubbio fa cedere chiunque. Lo piega ai suoi voleri. Ne diventa padrone assoluto.
Per questo, al dubbio, preferisco la certezza. Per brutta che sia. Perchè, a volte, con la mazzata della brutta notizia possono anche arrivare voci di conforto. Possono anche aprirsi vie impensabili che potrebbero portare ad una buona conclusione della cosa. Qualcuno può tendere una mano.
A volte, queste voci possono portare quel filo di speranza che è la nostra arma migliore quando il dubbio diventa realtà.

Myrtilla

Nessun commento:

Posta un commento