martedì 1 ottobre 2013

Il dopo settembre


Sono andata a zonzo per la mia città. Ormai settembre è finito. Il nostro settembre è finito. Tutto è tornato alla normalità. Stesso traffico, stessa confusione. Piazza Alfieri di nuovo disponibile per cinque giorni alla settimana. Il mercato di nuovo diviso con le bancarelle diciamo più eleganti in piazza e le altre, diciamo meno eleganti, in Campo del Palio, la piazza di sotto secondo gli astigiani..
Ormai, se cerchi qualcosa al mercato sai nuovamente dove andare, sopra o sotto, verso il palazzo della Provincia o sotto alla doppia scalinata, due file avanti e poi sulla destra.....
Certo che prima era meglio la città. Tutta imbandierata. Tutta colorata. La stessa città di sempre, è vero, ma col vestito della festa. Ormai, solo più alla Torretta, forse, resistono stendardi e vessilli. D'altronde, è il rione che ha vinto il Palio 2013.
Tutto sommato, però, tornare alla normalità, anche se mette un po' di tristezza, non fa male. Rimette ordine nel caos festoso della città. Che poi fa rima col caos incavolato dei cittadini. Automobilisti pedoni commercianti o clienti che siano.
Tanto ottobre, novembre e poi si ricomincia. Nuova festa, globale questa volta, e nuove luminarie e tappeti rossi sui marciapiedi (ben imbullonati all'asfalto per evitare che i pedoni si inciampino e poi chiedano i danni).
Ma tutto questo sarà per Natale. Abbiamo ancora due mesi davanti.

Nessun commento:

Posta un commento