lunedì 16 dicembre 2013

Finestrini

Avete presente i finestrini dei treni italiani? Sono coperti da anni di sporcizia ed impediscono di vedere charamente il mondo che scorre dietro ad essi.
Ecco! Ci sono persone che guardano la vita attraverso questi finestrini lerci pur non essendo su quel treno. Guardano, ma vedono sfocato. La vita in movimento passa davanti a loro  e va, sfocata, senza che si decidano a farla propria appieno
Myrtilla

4 commenti:

  1. Dice Massimo, utente di google+

    sono sempre io ( il rompiscatole), mi piace la tua similitudine e vorrei dirti come ho reagito alla sporcizia sul finestrino...ho rotto il vetro, hahaha..vedo tutto molto limpidamente, pazienza se son tutto spettinato dal vento ciao Patricia :-)))))))))))))))))))))))))*

    RispondiElimina
  2. Risponde Myrtilla:

    Massimo... è una soluzione "ventosa" ma anche quella è una soluzione. Se serve per prendere in mano la propria vita, ben venga.
    Ciao.
    ps rompiscatole, no!

    RispondiElimina
  3. Ciao Patricia. Io ammiro moltissimo le persone che a un certo momento della vita decidono di trovare un'alternativa ai finestrini sporchi o bui . Ma cara amica non tutti siamo così, e preferiamo guardare da finestrini opaci, semplicemente facendo volare la fantasia: Buona giornata

    RispondiElimina
  4. E' vero Carla. A volte ci vuole quella forza che col tempo si affievolisce anche a causa delle esperienze della vita. Non è semplice! Non è semplice nè rompere i finestrini, cioè gli schemi, nè continuare a guardare attraverso di essi. Ogni cosa, crea problemi e costa sudore e fatica, quando non dolore
    Ciao

    RispondiElimina