venerdì 20 dicembre 2013

Il cane del paese dei Cantoni


Con le orecchie a penzoloni
ecco il cane dei Cantoni.
Ritto in piedi davanti alla cuccia
ciotola piena e pelliccia ghiaccia
guarda verso il meridione
potrebbe arrivare un gran tifone;
guarda verso nord alle Alpi innevate
potrebbero arrivare delle nevicate.
Poi volge lo sguardo ad oriente
sarà in arrivo chissà quanta gente.
"E se invece ad ovest guardassi....
non vorrei che le sirene tirassero sassi."
Così, distratto da cose che ritiene importanti
non si accorge che di ricci ne arrivano tanti.
In silenzio, in file indiane,
hanno fame, cercano il pane.
In silenzio, zitti zitti,
alla ciotola van dritti
e si rimpinzano in allegria
ed ogni cosa gli portano via.

La morale? E' valida per tutti quanti:
non ci son solo fatti importanti;
bisogna guardare anche alle piccole cose
non sembrano importanti ma sono preziose.
Nella vita anche il minimo particolare
può rendere ricco chi sa osservare.

Myrtilla

3 commenti:

  1. la trovo bella interessante complimenti

    RispondiElimina
  2. la trovo bella interessante complimenti

    RispondiElimina
  3. Ti ringrazio Genny. Il mio lato infantile è duro a far morire e ogni tanto si risveglia e...... scrive.
    Ciao e auguri di buone feste

    RispondiElimina