venerdì 17 gennaio 2014

Il cammino

A volte, ci si ritrova a non saper proseguire. Ci si ritrova con problemi che ci paiono irrisolvibili sul momento. Avvolti da uno spesso muro di incomprensione, nostra riguardo a quello che sta capitando, altrui riguardo a noi stessi.
Sembra quasi che la strada che pensavamo di seguire sia scomparsa. Inghiottita dalla nebbia che opprime, nasconde, fa sparire.
Solo ectoplasmi di pensieri possibilità dubbi incertezze. Fantasmi che paiono apparire dal nulla. Ombre minacciose che appaiono e scompaiono e poi ritornano.  E si lasciano intravedere.
Ci guardiamo attorno straniti, insicuri. Però, sappiamo che il nostro destino è proseguire. Nella stessa direzione o cambiandola, poco importa. Proseguire, ad oltranza. Chi si ferma, chi si lascia prendere dalla paura e dallo sconforto, perde. Ha perso in partenza.
Andare avanti! L'unica strada percorribile.
Myrtilla






2 commenti:

  1. Dice Stefania P su google+

    Stefania Porteri
    13:09

    Hai ragione.. Bisogna sempre andare avanti, sempre combattere anche se a volte lo sconforto é tanto... Io lo so.. Lo so bene cosa vuol dire sentirsi sull orlo del burrone... Essere consapevole che forse é giunta la fine... Ma alla fine non arrivo senza combattere, perché solo andando avanti puoi vincere e io ho vinto... 

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo immagino Stefania e da quello che so il peso deve essere enorme. Ma arrendersi e non lottare è perdere in partenza. Quando si è sull'orlo del burrone non bisogna guardare il baratro per non correre il rischio di cadere più in fretta. Bisogna guardare di fronte a sè e poi rimboccarsi le maniche. Non sempre si vince ma aver tentato è già un grande successo.
      Un bacione a te!

      Elimina