giovedì 9 gennaio 2014

Oggi e domani

Non sperare nel domani. Vivi bene l'oggi
Myrtilla

4 commenti:

  1. Ciao Stefania. Grazie delle visite e dei commenti. Buon pomeriggio

    RispondiElimina
  2. Specialmente, quando le primavere passate iniziano a farsi sentire ed inizi a pensare che più poi che prima abbandonerai la vita terrena.
    Riprendo la discussione precedente, di già che il post lo permette.
    Immaginavo avevi letto velocemente Il cacciatore di acquiloni, in quanto capita quando le storie sono avvincenti. Io amo S. King, di cui ho quasi tutti i volumi pubblicati acquistati o in edizione paper-back o usati (avendo scoperto una libreria che ha tale settore, in Alessandria) per risparmiare...
    Il libro si intitola Storie del branco e mi sono dovuto trattenere in quanto è coinvolgente, narra la storia di Hibiam (un cucciolo di lupo) e del branco che lo adotta.
    Ti lascio alcuni link :
    per acquistarlo on-line e dove trovi comunque i dati per richiederlo in una libreria
    la pagina su Fb in cui trovi anche i miei commenti a partire dal'8 Novembre 2013.
    Il libro l'ho letto senza farmi forviare dal fatto che conoscevo l'Autore, per poter dare un onesto giudizio e attendo il prossimo che sta già scrivendo.
    Ho cercato di sintetizzare, e mi auguro di averti incuriosita. A presto...

    RispondiElimina
  3. Incuriosita senz'altro, illusione...

    Per quanto riguarda i post di oggi, sinceramente è proprio il passare delle primavere che insegna qualcosa a proposito. Quando la speranza incomincia a scemare insieme magari anche alle forze, capisci il valore dell'oggi. Del quotidiano. Da giovane non ti rendi conto. Sei proiettato al futuro e speri, sogni, desideri. In fondo non hai da giovane l'esperienza di vita che possiamo avere noi che gli anta abbiamo ormai passato.
    Ma questa è la vita! Diceva mia nonna: se giovane sapesse e se vecchio potesse.
    Nonn siamo vecchi ma siamo già sulla strada
    Ciao

    RispondiElimina