mercoledì 5 febbraio 2014

Per inaugurare questa nuova sezione...

Per inaugurare questa nuova sezione, vi parlo di una notizia tra il serio serio  ed il quasi faceto che ho letto  on line la settimana scorsa.
Non è niente di particolare, però mi ha dato da pensare ugualmente. Anche perchè con tutte le notizie importanti che vorremmo avere, con tutte le cose che ci stanno a cuore, sentire di questi problemi mi lascia un po' così...
Jennifer Lawrence, l'attrice protagonista della trilogia di Hunger Games è stressata. Fosse l'unica, dico io! Con tutti i casini che ci sono nel mondo tra inquinamento, mancanza di lavoro, aumento delle tasse eccetera eccetera...
Bene! Anzi, no! Male! Jennifer è stressata perchè da quando ha girato questi film non è più libera di andare a fare a spesa (????) o jogging (qui ci siamo già di più!) senza essere seguita da paparazzi o assediata da fan che vogliono l'autografo.
Capisco che così la vita privata vada a farsi benedire, però, benedetta ragazza cosa ti aspettavi? Non lo sapevi che il successo porta visibilità e che la visibilità porta curiosità a tutti gli altri? Che tutti vogliono scoprire che marca di dentifricio usi... che numero di scarpe indossi oppure sa hai uno, due , tremila amanti? Certo! Deve essere pesante non essere più libera di farsi gli affari propri senza che qualcuno lo scopra e lo scriva su tutti i giornali.  Immagino che non sia affatto piacevole. Tutt'altro! Però credo anche che sia lo scotto da pagare per il successo.
In fondo, in un'epoca in cui i valori reali e importanti stanno scomparendo, vuoi per mancanza di etica vuoi per sfuggire all'odioso trantran quotidiano del cercare lavoro e non trovarlo, dello stare male e non avere i soldi per curarsi... e avanti così! Un'epoca in cui si vuole a tutti costi sfuggire ad una realtà opprimente, in cui tanti giovani non hanno o non vedono esempi fulgidi da seguire.. nemmeno appena luminosi a dire il vero.... in  cui si pensa ai soldi facili e che il cinema o la musica non costino fatica basta avere solo un poco di faccia tosta o intonazione... un'attrice per di più pure bella, che sullo schermo si trasforma in eroina incorruttibile ed invincibile, diventa quel fulgido esemplare che tanti giovani vorrebbero essere. L'esempio da seguire. Anche per dimenticare il resto, magari.
E questo trasforma la fama in prigionia. La curiosità in morbosità. La passione in ossessione. Soprattutto in un Paese grande come l'America dove tutto  è big. Fuori misura.
A questo punto che ti devo dire figlia mia.... soluzioni ne vedo solo due. O ti ritiri dal modo dorato di Hollywood, ti fai una bella plastica facciale e poi ti trasferisci in uno sperduto ranch in Arizona... oppure ti adegui al tuo nuovo mondo. Non dico di arrivare al punto della Hilton che si mette ben in mostra quando scende dall'auto senza mutande e sorride pure... però non credo che ci siano altre soluzioni.
Scegline una e tira avanti. Come fanno tutti quelli che hanno problemi ben più grandi tipo arrivare alla fine del mese o far coincidere gli orari del lavoro con quelli della scuola dei figli. La scelta è tua! Spetta solo a te ma per favore, decide tra queste due possibilità. Lascia perdere le altre tipo prozac o droghe varie o alcool... quelle lasciamole da parte ok?

ps per i siti di notizie on line
Io questa notizia l'ho letta perchè me l'avete messa ben in vista nella home page ma, sinceramente, avrei preferito sapere cosa sta succedendo in Italia e nel mondo. Con tutto il rispetto per i vari divi di cinema musica e sport... le notizie sui Marò o sulle condizioni di salute di Schumacher mi avrebbero interessato di più.
Myrtilla


16 commenti:

  1. Beh, con me sta tizia può stare tranquilla: non l'ho mai sentita nominare! comunque concordo...eh se l'è cercata!! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche da parte mia! Il fatto è che in mezzo a notizie molto più importanti ti sparano queste ben visibili... forse per distrarti un attimo.. per distogliere l0attenzione da notizie ben più importante e gravi.

      o magari lo fanno solo perchè sono buoni samaritani e non voglioo che ci arrabbiamo troppo leggendo che in parlamento si menano, le tasse aumentano, il lavoro è desaparecido.... ?????????????????????????????????
      Dio, che dubbio atroce!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! :))))))

      Elimina
  2. Dice Ale su g+

    Ciao Patricia non è male l'idea

    Grazie, Ale

    RispondiElimina
  3. MI UNISCO A KOKO ANCHE PER ME E' UNA PERFETTA SCONOSCIUTA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti! Per ora non è famossima qui da noi. In USA a quanto pare lo è molto di più, tanto appunto da creare questo stuolo di fan che a quanto pare, tolgono il fiato.
      Che vuoi che ti dica? Ogni medaglia ha il suo rovescio.
      Io sto bene nel mio mondo più ristretto. Questo è poco ma sicuro!
      Ciao

      Elimina
  4. Io la conosco, invece e devo dire che è pure brava. La saga di Hunger games a casa nostra è un successo.
    Però, cara Patricia, hai proprio ragione: che si aspettava???? EEEhhh son problemi, eh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io non voglio toglierle i meriti! Assolutamente! I primi due film di Hunger Games li ho visti entrambi e mi sono anche piaciuti. Forse ne ho anche scritto qui sul blog.... ,mi pare di sì...
      Quello che voglio dire io è, al di là dello stress di avere una vita pubblica così (ne sono pienamente convinta e so che io non la sopporterei proprio), e al di là del fatto che possa spiacermi se sta male, è che queste notizie servono più a distogliere l'attenzione nostra da fatti che ci riguardano da vicino... politici che si menano in Parlamento, politici che si insultano al punto da essere querelabili, tasse che aumentano, mercato del lavoro sempre più in crisi, sanità allo sfascio, mafie, estorsioni furti.... e potrei continuare fino a domani.
      Capisco aver voglia di svagarsi ma a questo punto vai a vedere i due film di Lawrence. Il tempo passa veloce e il divertimento è assicurato. E anche qualche pensiero che nasce spontaneo perchè certi avvenimenti, certe ambientazioni del film richiamano troppo questa nostra Italia.
      Ecco! Era su quello ce puntavo. Sul fatto di fornire informazioni simili per non dirci ad esempio che non sanno come fare a tirar fuori dalle canne i nostri due Marò.
      Ciao carissima. Buon pomeriggio

      Elimina
    2. Sono completamente d'accordo su questo discorso, senza ombra di dubbio... ci sono cose ben più importanti di quelle soap che ci propinano!!! ^_^

      Elimina
    3. Carla... idwea mia personale. C'è anche chi ci gode a sapere i minimi particolari della vita altrui, soprattutti quando questi altri sono personaggi famosi. Vedo però che anche tu condividi.

      Elimina
  5. Dice su g+ Richard Murray's Craft
    Jennifer Lawrence is a comedian. If she is stressed, than the starving children around the world must be suicidal:)

    Traduco: Jennifer Lawrence è un'attrice. Se lei è stressata i bambini affamati nel monndo devono suicidarsi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rispondo:

      +Richard Murray's Craft Richard, io la conosco perchè ho visto i due film di Hunger Games. Sinceramente non ne ho visti altri suoi lavori. E' una bella ragazza. E' anche abbastanza brava per quello che ne capisco io. Posso anche capire che vivere sempre controllati così sia pazzesco, però.... quello che volevo dire io con il mio post, è che in fondo i giornali italiani cercano sempre di sviare la nostra attenzione da problemi molto più gravi. E per farlo, ti sbattono queste notizie in primo piano.
      Con tutto il rispetto per Jennifer Lawrence e per i divi in genere, non ci sono solo loro che stanno male... pensa quante persone stressate ci sono perchè non arrivano a fine mese...
      Ciao

      Elimina
    2. Patricia Moll
      Ieri alle ore 17:05

      +Richard Murray's Craft Richard, io la conosco perchè ho visto i due film di Hunger Games. Sinceramente non ne ho visti altri suoi lavori. E' una bella ragazza. E' anche abbastanza brava per quello che ne capisco io. Posso anche capire che vivere sempre controllati così sia pazzesco, però.... quello che volevo dire io con il mio post, è che in fondo i giornali italiani cercano sempre di sviare la nostra attenzione da problemi molto più gravi. E per farlo, ti sbattono queste notizie in primo piano.
      Con tutto il rispetto per Jennifer Lawrence e per i divi in genere, non ci sono solo loro che stanno male... pensa quante persone stressate ci sono perchè non arrivano a fine mese...
      Richard Murray's Craft
      Ieri alle ore 17:27

      +Patricia Moll exactly, giornale italiano, non solo. giornale stati uniti, stesso.

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina