sabato 26 aprile 2014

Paura

La paura è vorace. Si nutre di dubbi, supposizioni, timori, parole sbagliate, frasi mal interpretate.
Mettiamola a dieta. Sorridiamo e pensiamo prima di parlare.
Myrtilla

8 commenti:

  1. Che cose vere *___* bellissimo pensiero :3 ti ho taggata quihttp://www.neversaybook.blogspot.it/2014/04/tag-tagga-il-libro.html, spero che il tag ti piaccia :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima!
      Vado subito a vedere ma sono già sicura che mi piacerà!!!!!
      Buna domenica!

      Elimina
  2. Mettere a dieta la paura? Già. A volte la vorrei lasciare a digiuno, ma a volte mi fido di lei...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai, pinkg, non sempre la paura è totalemente dannosa e non sempre è completamente buona. Dipende dall'intensità! Dalle basi! Se è troppo forte da bloccarti, se è quasi terrore non va bene nè in un senso nè nell'altro. SE si ha paura di tutto non va bene.
      Se invece è una cosa ragionevole può anche essere utile ed evitarci errori madornali.

      Elimina
  3. Insomma una dieta soft per la paura, ma come si fa? Ricette non ne ho, la paura a volte ti assale all'improvviso e lì son dolori!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo che la ricetta sia universale. Sempre che esista, Ognuno h il suo modo di combattere la paura, O di lasciarsi vincere. Dipende tanto dal carattere, dal momento che si sta attraversando... da troppe variabili!
      Ciao bella!

      Elimina
  4. Vero, eh.... ma è così difficile... accidenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carla, come ho scritto sopra dipende da tanti fattori. Ci sono momenti in cui ci si sente forti e si riesce a combatterla. Altri in cui proprio non ci si riesce.
      Facciamo del nostro meglio, ma siamo esseri umani!
      Ciao bella

      Elimina