martedì 6 maggio 2014

Feste patronali 2



Ieri non vi ho parlato di foto perchè avrei voluto farvi una sorpresa. E poi, sinceramente, mi sono detta Non farlo! Se no, scappano tutti!!!!!! :)))

Purtroppo la sorpresa l'hanno fatta a me stamattina. Mi spiego....
Niente di particolare solo che le cose sono andate molto per le lunghe e non ho potuto assistere alla manifestazione perchè purtroppo avevo un altro impegno.
Il fatto è che il nostro Vescovo è una persona incredibile! Penso che per percorrere i 500 metri dalla Curia a piazza San Secondo abbia impiegato un'ora.... e tutto per il semplice motivo che, a piedi, col sorriso in volto, mentre cammina saluta tutti quanti, nessuno escluso, e se qualcuno lo ferma... lui si ferma. Parla con tutti. Ha una parola per chiunque e per chiunque un orecchio per ascoltare.
Così, quando ha iniziato ad officiare la Messa per la ricorrenza, le cose sono state probabilmente più lunghe del previsto. In più, gli sbandieratori e i figuranti che dovevano intervenire quando Vescovo e sindaco fossero usciti dalla Collegiata, arrivando in corteo, ancora non c'erano.
Voi direte... che bello!!!!! Così non dobbiamo sorbirci quelle foto che solo Patricia riesce a fare... che se le facesse la gattina Myrtilla sarebbero migliori.... eh, no! Qui viene il bello, amici miei.... ve le propino lo stesso!!!
:))))))



Il nostro Comune con le bandiere dell'Europa, dell'Italia, quella di Asti e quella di San Secondo, entrambe rosse con la croce bianca.
















 






La Collegiata del Santo vicina al Comune

Particolare della facciata. Austera, di linea medievale è però costruita tra il 1440 e il 1462.
















Particolari interni della Collegiata


I vecchi drappi di Palii degli anni passati all'ingresso della Collegiata























 La Cantoria











 



















Infine, il  palazzo del Podestà, risalente al secolo XIII. Fu antica sede del Comune.
Da questo luogo ebbero inizio gli eventi che portarono alla nascita della Repubblica Astese nel 1797 e che durò solo  3 giorni, dal 28 al 30 Luglio.
Detta Repubblica fu il frutto di eventi politici a seguito dei fermenti rivoluzionari che a causa della rivoluzione francese attraversarono il Piemonte.

Nella notte tra il 27 e il 28 luglio, un gruppo di cittadini contrari al governo sabaudo, proclamarono la Repubblica Astese.

5 commenti:

  1. Solo un mese e mezzo fa ero lì....l'interno della collegiata è splendido. Il centro storico di Asti merita davvero una visita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari senza pioggia, però.... e non hai visto il nostro Duomo!

      Elimina
  2. Non abbiamo avuto una guida adeguata........: )))))

    RispondiElimina
  3. Ahahahahah!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Baci grandi!!!!

    RispondiElimina