domenica 11 maggio 2014

Salone del Libro 2014

  
Allora.... da cosa incomincio? Dalla stanchezza forse? Ho le gambe a pezzi anche perchè non ci sono posti a sedersi e dopo un po' che giri in quella calca e con quel caldo... senza contare le borse! Comunque, stanchezza a parte che giornata ragazzi!!!!! :))))) Nu babà! direbbero a  Napoli!
Lasciamo perdere il fatto che non abbiamo potuto andarci di mattina come preventivato perchè sono sorti imprevisti all'ultimo momento. Alla mezza comunque siamo entrate e questa era già la situazione.

patricia  moll






Immaginatevi un paio di ore dopo! Lo stand della Città del Vaticano ho avuto l'onore di vederlo da lontano. C'era una tale ressa che era impossibile avvicinarsi. Poteva essere interessante andare a farci un giretto anche se sinceramente non ero andata per quello....
Ma partendo dall'inizio, una cosa che consiglio vivamente a chi fosse interessato a visitare il Salone è quella di fare la prenotazione on line sul sito.  Forse un po' trigosa ma utilissima. Assolutamente niente coda. L'addetto all'ingresso era dotato di lettore del codice a barre e in un secondo abbiamo varcato la soglia. Gli altri invece, almeno 15/20 minuti di coda al sole.
Una volta dentro poi....ecco aprirsi davanti ai nostri occhi quello che è senz'altro il paradiso dei lettori. Un mare... un oceano di stand e libri su ogni argomento, di ogni tipo si apriva davanti a noi e il profumo di tutte quelle parole stampate, di quella carta era meglio di quello del gelsomino!
Da qui in avanti, ognuno per sè, con gli appunti che avevamo preso a casa per vedere innanzi tutto quello che ci interessava e  non perderlo. Poi, a girovagare senza meta in quei corridoi a pianta romana, tirati dritti dritti con le squadre. I corridoi principali contraddistinti da lettere dell'alfabeto e quelli secondari dalla stessa lettera e da numeri. Nonostante questo, io mi sono persa come al solito ma non importa.... purtroppo ho ritrovato lo stesso  l'uscita.

Prima tappa, lo stand della casa editrice Il leone verde. Piccola delusione, però. I libri di narrativa erano gli stessi dello scorso anno e li avevo già comprati. Gli altri di saggistica non mi interessavano. Ormai bimbi piccoli non ne ho più.... e non ne ho ancora!!!!
A questo punto mi sono diretta allo stand M113, quello della Polizia di Stato dove ogni anno ho la possibilità di scoprire autori che mi piacciono. E qui, oltre a conversazioni interessanti sui ragazzi e sull'uso di internet con un poliziotto che si occupa appunto di questo e tiene incontri nelle varie scuole con studenti e genitori, ho incontrato anche Mauri del quale ho già letto gli altri libri. Ne ho parlato qui. Giunto al quarto libro, questo agente di 2 metri di altezza (Dio quanto mi sono sentita nanerottola io!!!!!), questa volta parla nel suo libro della strage di Dalmine del 1977, in cui un commando con a capo Renato Vallanzasca uccide due poliziotti, il Maresciallo Luigi D'Andrea e la Guardia Renato Barborini. Da atti ufficiali, un resoconto di quello che successe.
Sempre a questo stand ho comprato God bless America di Marco Turchetto, poliziotto appassionato di rugby, viaggi e fotografia. E' un resoconto di un viaggio da lui effettuato. L'ho sfogliato e sinceramente le fotografie mi hanno colpito. Sono stupende. Che invidia!!!!!!! E non solo per i posti ma anche per la capacità di fotografare!!!!
Poi, a cercare le altre case editrici che mi ero segnata come importanti. Edizioni Clandestine ad esempio. dove trovo sempre libri di un certo spessore e di grande profondità, soprattutto riguardo al tema femminile (La notte dell'assenzio di Ayfer Tunc e Dietro il burqa di Batya wift Yasgur) e un libro di  Antonio Ferrero "Pochi elefanti a Borgofermo", storia di chi vive in una famiglia che ha dichiarato guerra alla cultura ma non può adeguarsi a tale diktat.
Poi...  poi a zonzo, liberamente, peso delle borse permettendo. In cerca di cose nuove, autori sconosciuti ma che potrebbero meritare la notorietà.
Allo stand della SECOP Edizioni ho comprato due libri di racconti: Due millimetri di verità di Luca De Ceglia e Il segreto di Chelidonia di Gianni Antonio Palumbo.
Da Imprimatur editore Il coraggio delle donne di Alessandra Ziniti.
Da Edizioni CentoAutori, due libri di Maurizio De Giovanni ( ne avevo parlato
qui e qui.
Da Conti Editori e su consiglio di Maurizio Lorenzi ho preso I tuoi occhi dal passato di Francesco Curreri.
Da Rizzoli l'unico mio acquisto è stato il libro di Gianrico Carofiglio "La casa nel bosco!".  Dopo mezz'ora mi sono ricordata di un altro suo libro che non ho ma sinceramente non avevo voglia di tornare indietro. Già prima era impossibile girare nello stand. Se qualcuno si fosse sentito male, di certo non sarebbe caduto. La ressa lo avrebbe sostenuto senza problemi.
Poi, sinceramente, a dire tutta la verità, non è che siano simpaticissimi gli addetti. Tutt'altro! Io capisco che ci fosse un mare di gente. Capisco che facesse caldo. Capisco pure che non avessero un attimo di relax, però come cliente mi aspetto almeno un po' di bel garbo e cortesia. Zero! Sembrava che lavorassero a cottimo. Via uno sotto un altro. No, grazie! Il libro che cerco lo comprerò su ibs.
Alla TEA invece ho trovato una persona molto gentile e cortese quando ho preso l'ultimo libro di Gianni Simoni "Contro ogni evidenza".
Per concludere, voglio tirare due somme sul mondo della lettura.
E' vero che il pubblico del Salone Internazionale del Libro non è un campione perfetto da valutare in quanto è un pubblico che ama la lettura. Altrimenti non ci andrebbe affatto  a visitarlo! Però, una cosa mi chiedo. Vista l'affluenza, visto le persone che entravano con zaini e trolley (il prossimo anno lo porterò anch'io altrimenti le mie braccia si ribelleranno) possibile che in Italia si legga poco? Le statistiche dicono di sì! Eppure le persone che ho visto all'interno della fiera avevano tutte quante borse con libri. Eppure nello stand di Piemme/Battello a Vapore, non c'erano solo adulti. Quanti bambini di tutte le età! E tutti con un libro in mano. Tutti a sfogliare.  Segno questo che ci sono lettori anche tra loro. Che ci sono genitori che invitano i figli alla lettura. Che fanno loro apprezzare il valore di queste parole stampate su carta. E allora? Dove finiscono dopo? Non voglio pensare che leggano solo in questa occasione. La lettura è una piacevole malattia incurabile. Quando la si prende non si guarisce più. Non esistono cure. E anche se ci fossero i lettori eviterebbero di farsi curare in ogni modo. Leggere è la malattia più bella del mondo!
Ah! Dimenticavo una cosa..... due forse.
La prima riguarda il pubblico. In mezzo a quella marea di gente di ogni età, con ogni tipo di abbigliamento, dai maschi capelli lunghi e i blue jeans ai signori con giacca e cravatta, dalle ragazze con minigonna e stivaletti alle signore di mezza età con il tailleur, ho visto signore anziane col bastone e il carrellino della spesa. Ho contato 4 (ma ce ne saranno state altre che non ho visto)   sedie a rotelle con sopra invalidi che tenevano sulle ginocchia i libri acquistati. Uno di loro l'ho visto fermo ad uno stand a curiosare tra i titoli esposti.
Ho visto un papà di neanche trent'anni che sfogliava un libro tenendo sulle spalle un marsupio azzurro. Dentro c'era un bambolino di circa un mese che se ne dormiva saporitamente. Il suo primo Salone.... che tenerezza!
La seconda cosa.... potrò sbagliarmi ma ad uno stand c'era Alessandro Bergonzoni, Se non era lui era il suo clone.
Myrtilla

Ecco i miei libri. Domani se riesco vi mostrerò quelli che ha acquistato la figlia. Sappiate comunque che l'ho battuta negli acquisti: 14 a 9!!









20 commenti:

  1. Giornata stancante ma di grande soddisfazione, immagino! Il tuo bottino è di tutto rispetto, un po' per volta ci darai un parere sui vari libri. Bella cronaca della visita al Salone, grazie per avermi fatto entrare per un poco in quel mondo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giornata stupenda! Stancante sì! Stupenda di più!!!!
      Comunque pensavo che l'anno prossimo... che ne so, magar potresti chiedere al comune amico di portarti a maggio....

      Elimina
  2. E venire da sola? Non mi accetteresti? Magari, mi piacerebbe da morire, anche se penso alla mia schiena, se sei a pezzi tu............ : )))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che ti accetterei... non lo dire nemmeno!

      Elimina
  3. C'è davvero di tutto e di più! Un vero paradiso!!
    Sarà anche faticoso ma ne vale la pena!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, koko! Ce n'è per tutti i gusti. Di cucina, antichi, storici, di filosofia, romanzi, classici... bisognerebbe solo ppotersi avvicinare a certi stand....
      Invece e per fortuna, c'è sempre tantissima gente. Ieri sul web parlavano di quasi 400 mila visite!!!!!! E c'è ancora oggi!

      Elimina
  4. Grazie per l'acquisto del libro. Appena avrà modo di leggerlo, mi piacerebbe conoscere il suo parere. Cordiali saluti, Gianni Antonio Palumbo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto innanzitutto! Sono felice di incontrarla anche se solo via web.
      Devo dirle che noi andiamo al Salone proprio per poter scoprire autori nuovi di conseguenza ci perdiamo vicino agli stand delle case editrici meno famose. Non siamo mai rimaste deluse. Abbiamo sempre trovato ottimi libri. Il suo mi ha molto incuriosito. L'ho aperto e ho leggiucchiato qua e là e il mio istinto mi ha detto SI' ! Siccome non mi ha mai tradito sono convinta che nemmeno questa volta lo avrà fatto..
      Le farò sapere senz'altro.
      Le giro però una domanda di una mia lettrice che è intenzionata all'acquisto. Chiede se è possibile reperirlo on line. Se mi potesse dire qualcosa mi farebbe molto piacere. Io intanto fornisco a questa amica tutti i dati di cui sono in possesso (casa editrice e mail varie)
      Grazie di essere passato a trovarmi. Buongiorno e un grandissimo in bocca al lupo per le vendite!
      Patricia

      Elimina
    2. Grazie a lei per la fiducia e spero davvero che il mio libro soddisfi le sue aspettative!
      Le lascio il mio indirizzo e-mail: giannipalumbo78@virgilio.it. In ogni caso, tornerò a trovarla sul suo blog, che mi ha molto e piacevolmente incuriosito!
      Risponderò anche al messaggio che mi segnalava. Giustissimi tutti i riferimenti alla casa editrice e all'e-mail di Piacente. In realtà, il libro è stato pubblicato da appena due settimane ed è per questo che non è ancora stato caricato in "ibs", ma già nei prossimi giorni sarà possibile acquistarlo on line.
      Grazie ancora e crepi il lupo!

      Elimina
    3. Si immagini! La mia curiosità in fatto di libri e autori nuovi (per me) è incredibile. Da quello che comunque ho leggiucchiato qua e là, ho capito che rientra nei miei gusti. Le dirò senz'altro cosa ne penso.
      Grazie anche per il commento al mio blog. Cerco di fare al meglio delle ie possibilità.
      Ho anche informato Floretta della sua cortese risposta.
      A presto. Patricia

      Elimina
    4. Grazie ancora. A presto!

      Elimina
    5. Ho postato la recensione. Il libro? Bellissimo!
      Buongiorno a lei.

      Elimina
  5. Mmm... Maledetto vizio di leggere i post al contrario! Porca paletta che testa!

    Il tuo bottino ancora più fornito! Brava!

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maira... ahahahahahahahmi hai proprio fatto ridere!!!! E' normale leggere al contrario... siccome facciamo sempre le ose di fretta capita.
      Niente di grave!
      Un bacaione!

      Elimina
  6. Invidia!!!!!!!!
    sei stata nel paradiso terrestre, ottimi acquisti
    aspetto le tue valutazioni
    Sto cercando di comperare online il libro di Palumbo ma non lo trovo
    Mi puoi illuminare ?
    ciao
    floretta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima.
      Come magari hai visto l'autore haa commentato qualche post sopra ringraziando per l'acquisto. Gli ho chiesto se è reperibile on line, intanto ti fornisco i dati che ho io.
      "Il segreto di Chelidonia e altre novelle" di Gianni Antonio Palumbo,
      SECOP Edizioni.
      www.secopedizioni.it
      peppinopiacente@secopedizioni,it.
      Spero di esserti stata utile!

      ps Paradiso????? ECCOME!!!!!!!!!!!
      Ciao Patr

      Elimina
    2. Gentilissima Floretta,
      ho letto il suo messaggio e la ringrazio per l'interesse rivolto al mio libro. Il motivo per cui non trova online "Il segreto di CHelidonia" è che è uscito da appena due settimane e l'editore mi ha spiegato proprio oggi pomeriggio che, per questo, non è stato ancora caricato in "ibs". A giorni, però, sarà disponibile online. Diversamente, può scrivere anche subito all'indirizzo dell'editore, che Patricia Moll le ha dato: "peppinopiacente@secopedizioni.it". Cordiali saluti e grazie ancora, Gianni Palumbo (giannipalumbo78@virgilio.it).

      Elimina
  7. È finito! Grazie per essere passata allo stand ed aver acquistato il mio photobook God Bless America. Spero che le immagini possano esserti di compagnia quando hai voglia di viaggiare sul divano o a letto (!) e che il testo, niente affatto didascalico, sia una fonte ulteriore di suggestioni ed emozioni da viaggio. Che dire, ci vediamo al prossimo?! ;-) Marco Turchetto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marco.
      Avendo fatto una buona spesa e avendone altri due iniziati (sì, lo so, non si dovrebbe fare!!!!) temo che i libri acquistati al Salone dovranno aspettare qualche giorno. Al tuo però, ho già dato una bella occhiata e ci sono delle foto stupende!!!!! Quasi quasi le prossime per il mio blog le faccico fare a te :)))) Magari tu usi anche laa macchina fotografica mentre io mi limito all'uso del cellulare e resto imbranata.
      Scherzi parte, non potendo viaggiare diversamente questi libri di viaggi aiutano eccome ad evadere un po'!
      Certo che ci vediamo al prossimo salone! Nuovo salone, nuovo libro, nuovi acquisti.
      Ciao e buon lavoro Patri

      Elimina
    2. Buon lavoro a te, ciao Marco

      Elimina