lunedì 2 giugno 2014

2 giugno 1946


A seguito di un referendum popolare, il 2 giugno 1946, nacque la Repubblica Italiana.
Fu un passo importante per la nostra storia anche perchè, oltre a scegliere quale forma di governo avrebbe dovuto dirigerci, per la prima volta votarono anche le donne. Data importantissima su più fronti, quindi. Non solo politicamente ma anche in relazione  ad un cambiamento epocale come il suffragio universale.
Purtroppo, da allora si sono fatti passi avanti e passi indietro per la parità dei diritti. E, strano a dirsi, mi pare che più ci si allontani da quella data fatidica e più  si torni indietro. E non solo riguardo alle donne. Mi pare che cresca pure l'omofobia (o forse si dimostra soltanto di più dopo un periodo relativamente calmo?)... poi la xenofobia, l'antisemitismo... permettetemi,  ma direi la follia.
Certo! La situazione economica tutt'altro che rosea aiuta in questo caso. Lavoro ce n'è poco per gli uomini, quindi prima si licenzia una donna che tanto a casa da fare ne ha. Poi comunque meglio sottopagarle visto che se mettono su famiglia poi se ne stanno a casa in maternità, chiedono permessi perchè i bambini stanno male, eccetera.... e non lo dico io ma tal mister Farage, politico inglese sessista, omofobo e quant'altro.  A volte mi chiedo se ami almeno se stesso.
Comunque, per tornare al 2 giugno, fu solo il 22 dicembre 1947 che venne approvata la nuova Costituzione dall'Assemblea Costituente.
E fu solo dal 2 giugno 1948 che ogni anno si tenne la sfilata delle Forze Armate, grande parata militare in cui sfilano tutti i nostri soldati e le forze di polizia.
Io non abito a Roma ma ben lontano però per una volta almeno nella vita mi piacerebbe poterla vedere. In tivù, anche se  è tutta un'altra cosa, non ci riesco mai.
Quanto alla nostra Costituzione, c'è chi sostiene che sia obsoleta. Che vada cambiata. Ammodernata. Può anche darsi. Non la conosco tutta.
Io però vorrei ricordare che:

Principi fondamentali

Art. 1

L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.
Art. 2
La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.
Art. 3
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.
Art. 4
La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.
Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.

Per concludere, da chi si sente Italiana nonostante tutto, nonostante in alcuni momenti mi vergogni per certi atti o per certe mancanze, per gesti o battute infelici a dir poco,

Buona festa della Repubblica
Myrtilla.


http://www.governo.it/Governo/Costituzione/principi.html













8 commenti:

  1. Ciao Cara Amica,
    sia pur virtuale ma ti sento tale e se ti ricordi ho già affrontato l'argomento su come venga abusato l'uso di tale termine specialmente qui nel virtuale.
    Considerando lo spazio temporale, stavamo scrivendo un post sullo stesso tema e anche se con diverse prospettive l'incipit iniziale è simile...a conferma, che frequentiamo le Persone con cui condividiamo i pensieri e i sogni.
    Ho notato che hai inserito il widget dei contatti nella barra laterale che sarebbe molto più professionale in una pagina statica, spiegherò eventualmente come farlo anche se prima devo aiutarti a gestire il quesito che mi avevi posto circa la protezione di ciò che condividi nel tuo post.
    Sto per pubblicare l'ultima novità, che potrai eventualmente utilizzare per altre richieste e quindi devi solo avere ancora un po' di pazienza.
    Buona Domenica. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mauri,
      che combinazione vero? Non tanto parlare del 2 giugno ma fare riferimento in qualche punto alle stesse cose.
      Come dici tu, però quando si condividono pensieri e sogni è più facile dialogare e continuare a condividere.
      Personalmente mi piacerebbe anche farlo con chi ha idee diverse dalle mie. Perchè no? C'è sempre da imparare! La cosa importante è comunque sempre essere corretti ed educati. Purtroppo invece quando le idee divergono, c'è sempre chi fa il "prepotente" ed è convinto di possedere la verità assoluta. Così il dialogo finisce presto se non ci si vuole accapigliare...
      Quanto al resto.... pagina statica? Che è? Sono parecchio imbranata col pc...non mettermi in crisi.... :))))))
      Non distruggere le poche sicurezze informatihe che possiedo :))))))
      Scherzo, ovvio! Ma imbranata lo sono davvero.
      Non ti preoccupare! Io non ho fretta. Sono sempre qui.
      Ciao e buon 2 giugno

      Elimina
    2. Ciao Carissima,
      un po' alla volta vi spiegherò come abbellire i vostri blog e non è questione di essere imbranata in quanto ho notato che Tu ed altre imparate velocemente basta che vi si spieghi come agire. A presto... :-)

      Elimina
  2. Buona festa della Repubblica anche a te.
    Per quanto mi riguarda non credo che la Costituzione sia obsoleta, anzi dobbiamo ringraziare che ci sia ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nick.
      Anche a ,e nnn pare sorpassata. Anzi! Tratta d punti fondamentali per il cittadino. Vedi la partà d diritti e doveri....
      Ecco! Sarà mica quessta parità che a qualcuno dà fastidio? Il potente che ha gli stessi diritti e doveri del "povero"?
      Oppure, anche questo era unn sistema per sviare la nostra attenzione da problemi ben più gravi?
      Comunque, sì, son ben contenta che ci sia ancora. Il rischio lo abbiamo corso e non è detta che sia finita.
      Ciao e buon 2 giugno

      Elimina
  3. ciao Pat! anche se in ritardo buona festa della repubblica anche a te! oggi sono stata a casa non è che stia troppo bene, continuo a starnutire, ma vabbè, che dire, a me come a qualche milione di persone piacerebbe vedere questa mia amata Italia un po' aggiustata, quanto mi piacerebbe.......la costituzione non la trovo obsoleta, solo che spesso...molto spesso tra il dire e il fare.....belle le cose scritte, ma le rispettiamo tutti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti aspetto da me, nuovo post ^^ fammi sapere che ne pensi, bacione!

      Elimina
    2. Ciao Flo', anche in ritardo sono graditi ugualmente! :*)
      Mi spiace per il tuo raffreddore. E' allergia o è da freddo, visto che abbiamo un tempo matto?
      A chi lo dici!!! Quanto sarebbe bello vedere questa Italia risistemata e riportata al posto che nel mondo merita... Purtroppo, siamo in basso nella scala "dei valori" anche perchè abbiamo perso di credibilità. Contiamo poco ora come ora. La colpa? Sono in tanti ad averla, da chi ha governato a noi cittadini che ci arrabbiamo ma poi a fatti....
      Se vogliamo però la china la possiamo risalire. Noi italiani poi siamo capaci a risollevarci. Lo abbiamo semre fatto.
      Temo però che in questo momento oltre alle forze manchi anche tanto la fiducia. Gli esempi che abbiamo davanti agli occhi sono quelli che sono e per uno che rispetta le parole della Costituzione, mille se ne fregano.
      Ciao carissima

      ps... arrivoooooo!

      Elimina