martedì 29 luglio 2014

Noi donne


Perchè noi donne siamo fatte così male?
Sì, perchè voi che siete donne mi potete confermare che è così.
Sovente riusciamo a farci venire dei sensi di colpa per cose stupide. Non riusciamo o non vogliamo capire che essere stanche è umano. Anche essere un po' stufe a volte... e quell'esclamazione "ma perchè non ho un pulsante per spegnerli tutti per trenta minuti?" non è poi una bestemmia.
Mica li vogliamo spegnere per sempre! Ci basterebbero quei trenta rapidissimi minuti, un'ora tutto al più, per fare una doccia in santa pace, sedersi su un divano a leggere, limarci le unghie o semplicemente oziare lasciando la mente libera di vagare per pascoli tutti suoi.
E tutto quanto senza sempre sentire nelle orecchie il solito Patri...Patri.... mamma.... ma'....
Eppure, questo (e altro) ci fa venire i sensi di colpa. Come se in qualcosa mancassimo. Come se facessimo mancare qualcosa agli altri...marito, figli, genitori....
Ci sono poi momenti in cui la stanchezza è maggiore e la difficoltà a sopperire alle nostre cosiddette "mancanze" cresce a livelli stratosferici.
Ma quali mancanze, ragazze???????
I lavori di casa son fatti (e se resta un po' di polvere in un angolo non è la fine del mondo!)
La spesa fatta e il frigo è pieno.
La cena è pronta (rolatine di pollo con le patate che hanno un profumino da far venire l'acquolina)
Il bucato è fatto. Lavato, steso, asciugato, tolto... (resta quel maglione di cotone del marito che era ancora umido, però prima di sera.....)

E allora? Anche se prendiamo una pausa e andiamo a fare due passi mica casca il mondo!
Già! Perchè è per strada, mentre passeggio, qui, nella mia campagna, che mi vengono questi pensieri.
Saranno le artrosi che rendono rigide le mie ginocchia; o il vento caldo che non riesce ad asciugare l'umidità dell'aria che bagna la pelle; o il gracchiare continuo di quelle chiacchierone delle gazze....
Non so a chi dare la colpa.
Forse a secoli di educazione improntata alla nostra sottomissione all'uomo 
(lo so che le cose sono cambiate ma ultimamente mi pare che stiamo tornando indietro).
Io poi tanto sottomessa non sono. Ci tengo alla mia famiglia e alla casa ma amo anche Patricia, eppure, questi pensieri mi vengono lo stesso. Che sia anche l'età che avanza inesorabile? Questa malefica!!!!!!

Un auto... Sento alle spalle un motore che si avvicina. Meglio che mi sposti sul prato. La strada qui è tanto larga che se due macchine si incrociano una deve passare per forza nei campi.
Mi volto. Abbasso lo sguardo e mi accorgo di camminare su miliardi di formiche. Microscopici puntini neri in movimento. Pioverà! Troppe formiche in giro. Grigio, il cielo è grigio...
Volevo andare fino alla casa della maestra per vedere se è qui ma è ancora lontano. Un tuono mi arriva alle orecchie. Il vento che diventa più forte.
Meglio che torni a casa. C'è ancora il maglione steso. Magari si ribagna...
Maledetti sensi di colpa!
Myrtilla







14 commenti:

  1. perchè prima di essere donne siamo madri non solo dei nostri figli ma anche dei nostri genitori anziani e dei nostri uomini, il perchè non lo so, forse negli anni ci arrivano tanti messaggi, scoperti e non, che ci modellano anche contro la nostra volontà.......
    Anche io vorrei avere un telecomando per spegnerli , tutti, marito figlie, nipoti generi.........oppure qualche volta andare lontano, ma poi i sensi di colpa mi prendono e allora........
    flora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Flora, hai pure ragione, sai!
      Siamo fatte un po' male, purtroppo! Senza di noi magari si arrangerebbero lo stesso ma a noi sembra di abbandonarli al loro destino.
      In Piemonte si dice che siamo ciula, ovvero sciocche, nel senso buono. Giusto!
      Orrmai, però non credo proprio che cambierremo più!
      Buon pomeriggio

      Elimina
  2. Maledetti sensi di colpa, forse li abbiamo nel dna.
    Mah!
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dani,
      lo sai che al dna non ci aevo pensato? Però potrebbe anche essere un'idea.
      In fondo, ci preoccupiamo sempre di tutto e per tutti... marito che tarda o arriva nero dal lavoro, figli prima piccoli e che poi crescono ed escono, hanno amici che magari non conosciamo, genitori che invecchiano....
      Poi, tante hanno il lavoro fuori casa, la casa e tutto il resto.
      Non faccio vittimismo. Dico solo quello che sento io. Stanchezza! Tanta stanchezza! Così tanta che a volte avrei proprio voglia di schiacciare quel benedetto pulsante. Poi, però....

      Elimina
  3. io mi concedo un sonno di un ora nel pomeriggio se no crollo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beate te! Io non riesco a dormire..... per tanto sonno che abbia al pomeriggio proprio non riesco.

      Elimina
  4. Parole sante Patri! Sono d'accordo con Flora, ogni donna è madre e madre vuol dire accoglienza e dedizione. Penso davvero che ce l'abbiamo nel dna questo sentimento a scapito delle nostre piccole libertà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo fatte così Maga.... che ci possiamo fare?

      Elimina
  5. Fa parte di noi essere così... Altrimenti non saremmo donne;)
    Ma più che sensi di colpa li chiamerei "sensi molto forti di responsabilità"...

    Così suona meglio no!??

    E poi...Se crolliamo si ferma tutto! Da una parte se ci pensi, ci rende importanti; dall'altra molto stanche. Vie di mezzo poche!

    Un abbraccio
    Vivy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bella, hai cambiato nome e mi va anche bene. Purtroppo però la cosa non cambia la situazione. Siamo sempre lì a farci film mentali pensando che avremmo voglia di un momento di relax però... maledetto però sempre in mezzo!
      Detto tra di noi, a volte però quei sensi di colpa o di responsabilità li prendo a cazzotti e mi rilasso un momento. Poi, quando tornano... eh, va beh! li sopporto!
      Ciao bella!

      Elimina
  6. hai colto in pieno... anche in questo momento ho i sensi di colpa perché sto al pc a rilassarmi un po' e fare quello che mi piace, mentre il pupo sta dormendo, invece di pulire/sistemare/ordinare un po' in giro... ma siamo fatte così, c'è l'abbiamo nel dna, ha ragione la ragazza che lo ha detto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Annie, ad un certo punto dobbiamo arrenderci all'evidenza che il mondo va avanti lo stesso anche se ci fermiamo un momento.
      Siamo donne e non robot. Sentiamo la stanchezza e lo stress. Un po' di relax ci aiuta a riprendere il cammino.
      I sensi di colpa.... e mettersi i tappi nelle orecchie???????? :)))

      Elimina
    2. il relax è dovuto (a mio parere)... perché se crolliamo noi, crolla tutto... a proposito di tappi (anche se tu hai parlato metaforicamente), io di notte me li metto... solo così posso riposare... il mio lui non solo russa, ma fa anche dei versi... quindi, ad un certo punto ho deciso: metto i tappi ... e finalmente riesco a dormire e riposare
      penso che ogniuna di noi deve trovare il proprio modo di sfogarsi, rilassarsi... ciao cara

      Elimina
    3. Annie, allora posso farti compagnia! Anche mio marito russa in modo ignobile!!!! Se sapesse quanti calci gli tiro!!!!! :)))))) Sssst! E' un segreto!
      Il relax è importantissimo. Ogni tanto ci vuole un pausa, altrimenti si schiatta!
      Sul fatto che se crolliamo noi crolla tutto, ti do ragione, Vanno in crisi profonda! Soprattutto il marito. La figlia ormai è una donna e quindi se sto male io si aggiusta. VA e viene e fa quello che deve fare. Almeno lei!!!!
      Ciao bella!

      Elimina