mercoledì 13 agosto 2014

Io aspetto


Sei qui.
Io
aspetto
che
ti apra.
Che
ti schiuda
come un sogno
alla
possibilità
di vivere.
Non
conta quanto
durerai.
E'
l'esserci
che
vale
se le tue spine
mi feriranno
avrò
la certezza
di aver vissuto
 
Myrtilla


8 commenti:

  1. Risposte
    1. E' la prima volta che mi fa il bocciolo!!!!! Speriamo!!!!!
      Ciaooooo

      ps, quando fiorisce lo saprai!!!!!!! Figurati se non metto la foto! :))))

      Elimina
  2. Questo sì che è amore per le grasse!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maga, è come quello per le orchidee.... infinito!!!!!!!

      Elimina
  3. Che meraviglia la pianta e che splendore la poesia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie STefania, si ssta aprendo.......... evvai!!!!!

      Elimina
  4. Sempre ci sono le spine che ci feriranno... Potrebbe anche essere una bella e visiva metefora.

    podi-.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le spine fanno parte della vita come i fiori. Gioie e dolori. Però se li proviamo, abbiamo vissuto.

      Sì, una bella metafora. In fondo in mezzo a quelle spine qualcosa di bello c'è. Potrebbe fiorire. Come in mezzo ai problemi quotidiani. Qualche soddisfazione ci sarà, no?
      Ciao Carlos

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo loggandosi a Blogger o Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Leggere qui la POLICY PRIVACY