mercoledì 24 settembre 2014

Quando capita di leggere.....

Quando capita di leggere e pensare!
Magari leggendo questo post di Nick Parisi
http://wwwwelcometonocturnia.blogspot.it/2014/09/linsostenibile-leggerezza-delle.html

Leggere e pensare. Bello vero? Anche questo fa parte del mondo dei blogger. Leggere i post di altri e riflettere su quello che hanno scritto. Non solo commentare. Riflettere. E porsi domande....
In fondo lo scopo di un blog non dovrebbe essere anche questo? Condividere e confrontarsi?
In effetti sì, anche se a volte pare che chi scrive voglia sempre essere riverito, voglia sempre pareri favorevoli, non accetti le critiche....
Però, scrivere, su un blog o un romanzo o un trattato filosofico, non vuole dire automaticamente avere sempre ragione su tutto! C'è anche chi la pensa in modo diametralmente opposto e può confutare le sue opinioni.
Se lo fa con educazione che problema c'è? Può nascere una bella chiacchierata, uno scambio di pareri costruttivo e accrescitivo, nel senso non solo di accrescere le nostre conoscenze ma anche noi stessi.
Eppure.... eppure a volte sono gli stessi lettori che si pongono male. Che fanno i saccenti oppure offendono.
Se non si capisce il significato di un post si chiedono spiegazioni. Se non si sa cosa rispondere ci si astiene. Semplice no?
Poi ci sono anche i troll. Troll che poi non sono quelli che credevo io, i mostri della mitologia nordica, brutti e pelosi, ma sono esseri ancora peggiori perchè dietro l'anonimato o dati personali falsificati, rompono le scatole senza costruire niente. Solo per il piacere di farlo. E possono pure diventare molto maleducati e offensivi.

Ed è così che a volte blog anche interessanti possono chiudere. Per la stanchezza del blogger. Sentirsi insultato o snobbato o deriso.... o semplicemente perchè tutto questo fa perdere lo sprint... non fa più scattare quella molla che ti spinge a metterti alla tastiera e scrivere per condividere e
magari sperare in una lettura e in  un commento.
Capisco che l'autore del blog di cui parla Nick proprio nel post linkato possa essersi stufato e magari sentirsi anche demoralizzato. In fondo scrivere ogni giorno è un vero e proprio lavoro. Bisogna pensare a cosa scrivere, a come farlo. Capire se può interessare o meno... Poi ci sono gli eventuali commenti da leggere e a cui rispondere...
Insomma, è un lavoro anche questo, seppure piacevole!

Non so!
Forse resta da chiedersi prima di tutto perchè si è aperto il blog, con quale scopo.
Io ad esempio l'ho fatto per accettare una sfida da parte di chi non credeva troppo nelle mie capacità informatiche (sono scarsissime!!!!).
Poi ho scoperto che condividere quello che scrivo mi fa piacere, che l'interesse che riscuoto mi stimola a continuare. Che anche nel web si possono instaurare rapporti amichevoli con scambi di chiacchierate e idee su tutto. E così continuo.... poveri voi!!!!!!    :))

Poi, per seconda cosa, armarsi di tanta pazienza quando si ha a che fare con lettori non proprio piacevoli. A parte che blogger a me li mette direttamente in spam e lì restano..... :))))

Degli altri miei Lettori, fissi e no, non ho mai cancellato un commento. Spero di non averne dimenticato nessuno e di aver risposto a tutti.
Se c'è stata una dimentianza chiedo scusa ma non è voluta!
Myrtilla

ps e gli altri/le altre blogger che ne pensano?


16 commenti:

  1. Ognuno deve sentirsi libero di scrivere il suo pensiero e il confronto è una cosa importante, non solo in rete, ma anche nella vita quotidiana.
    Anch'io tra i miei amici ho molti pareri discordanti, ma questo non vuol dire che non ci può stare un bel confronto d'opinioni, nel segno del rispetto reciproco.
    Saluti a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, Cavaliere! Purtroppo però non sempre c'è questa libertà.
      C'è molto supponenza a volte, sia nel web che nella vita reale. Nel web ancora di più perchè ci si nasconde dietro all'anonimato e quindi si crede di potersi permettere molto di più.
      Pensare che il dialogo quando corretto e civile è alla base di importanti ragionamenti e notevoli scoperte!!!! Insieme si può crescere e far crescere quello che di bello abbiamo intorno.
      Ciao carissimo. Buon pomeriggio!

      Elimina
  2. Hai ragione. Ti dò tutte le ragioni di questo mondo virtuale ( ed anche oltre )!

    Io ho avuto contrasti con blogger che non permettevano di esprimere pareri opposti, con commentatori che imponevano le loro idee o con commentatori e blogger che facevano gli esperti e ti attaccavano perché tu ammettevi di non conoscere un argomento ( come fosse un disonore ed invece è solo sincerità ed onestà ).

    Io ci metto poco: taglio direttamente e tanti saluti.
    Ho scritto con commentatori aventi pareri opposti dove ci si è riusciti a fare discorsi costruttivi.
    Però ti dico che i blogger sono un bel pò diversi: se trovi uno col parere opposto è difficile trovare un accordo.

    Questo è il mondo virtuale, la bellezza di trovare gente strana, di pareri opposti, o pareri simili, psicopatici, stalker e trolls. Ed anche gnomi ( anche se l' altezza è decretata in base al loro Q.I. ).

    Ciao Patri!! Buondì a te e buon proseguo di giornata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dani,
      io solo una volta ho chiesto che non venissero fatte polemiche sterili.
      Ho specificato che ero disposta al dialogo e ad ascoltare altri pareri se sensati ed esposti con educazione.
      Mi pare di non aver chiesto troppo! Anche perchè, oggi come oggi, di cafoncelli in giro ce ne sono tanti e normalmente finiscono sempre sul pesante.
      Quelli che dici tu, vanno tagliati fuori. Rovinano il blog e rovinano il fegato....
      Non è sempre semplice farlo e soprattutto bisogna trovare il modo giusto.
      Se sbagli passo, non te li togli più dai piedi e bloccare un utente mi pare eccessivo.
      Ciao bello. Buona giornata!!!!

      ps e il libro???????

      Elimina
  3. Ciao Patricia,
    quello che penso in merito lo sto scrivendo da tempo e cioè che un blog ha motivo di esistere se chi lo frequenta lascia dei commenti costruttivi con cui creare anche se non sempre delle belle discussioni come a volte addirittura capita fra commentatori che leggono anche gli altri interventi e creano a loro volta confronti.
    Oggi, dovrò resettare i pensieri e cercare di scrivere cosa è accaduto ieri in una Comunità in cui ero stato invitato da poco da una delle Persone che l'avevano creata per darle una mano a contrastare il folle strapotere di chi la gestiva.
    Da un mio semplice post basato su di una domanda su quali fossero le motivazioni per cui si condividevano le realizzazioni altrui sono spuntate le due ultime oche giulive che hanno contribuito a inquinare la Comunità di cui una arrivando addirittura fare pubblicità alla propria attività oltre ad aver copiato il post di un'altra utente rispondendomi che se un post le piace per lei copiarlo ed appropriarsene era una dimostrazione di stima (@#@). Discussione portata avanti educatamente da parte mia, andata poi abbondantemente fuori tema verso sera quando non ero più presente e ieri mattina pensavo di aver ottenuto dei risultati dopo aver scritto due corpose risposte sia alla sobillatrice che di proposte concrete al propietario che sembrava aver capito come migliorare l'ambiente per poi decidere unilateralmente di uscire da G+ e distruggere tutto ciò che anche altri avevano contribuito a costruire.
    Mi dispiace, dover constatare che l'arroganza e la prepotenza alla fine riescano sempre a prevalere considerando che Io ed altre Amiche con cui avevo più legato ci siamo stati male ma chi aveva contribuito a crearla è distrutto...

    Meglio quindi il reale, che la falsità che sta regnando in questi luoghi... :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mauri, sono stata poco presente in questi giorni e devo rimettermi al passo. Se la connessione tiene...
      Lo so, cosa stai dicendo da tempo ed è quello che penso io. Condivido non solo per il piacere di far sapere agli altri che scrivo (bene o male non devo dirlo io) ma anche perchè ci sia un'interazione con terze persone. Perchè questa interazione apre la mente, gli occhi, fa crescere.
      Non capita solo nel web, comunque. Anche nella vita reale ci sono i saccentoni e i supponenti che tutto sanno e mai sbagliano... quelli che ti considerano cretino in partenza e non vogliono sentir ragioni... anche perchè comunque il loro cervello funziona a senso unico: per parlare loro di sè.
      Certo che nella vita reale ad un certo punto li si manda a quel paese e ci si allontana sperando di non incontrarli più. Sul web invece, escono dalla porta per entrare dal portone cambiando nick e dati personali. Prima o poi si campanano però intanto son ancora lì.

      Non so di quale comunità tu stia parlando perchè mi sono appena collegata, dico solo una cosa.
      Ti piace un post di un qualunque blogger? Semplice! Invece di copiarlo lo condividi mettendo il link e facendo riferimento all'autore.
      Così difficile??????

      Ma come dici tu... arroganza e prepotenza....

      Elimina
  4. Cara Patricia ho scritto si u questo argomento molte volte. Ho sempre pensato che un post fosse uno scambi civile di pareri e spesso una fonte di apprendimento..Ma forse non ho tenuto conto dell'educazione.....
    Ho toccato il fondo con un assiduo followers( così sembrava) che oltre a disiscriversi, mi ha anche proibito l'accesso al suo blog!
    Sic..
    C'è di peggio mia cara...ti stringo forte!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nella... addirittura???? Alla faccia della maleducazione!!!!!!
      QAnch'io crdo... sono convinta che un blog serva per scambairsi pareri e opinioni
      Anch'io sto dalla parte della buna educazione e della correttezza. Almeno, faccio tutto il possibile, sia come blogger che come lettrice.
      Purtroppo però non per tutti è così.
      Ieri, infatti, in quel poco che sono riuscita a star collegata, il post di Nick mi ha proprio colpito. Mi ha fatto pensare...
      Vedi? Come diciamo tutti in questa pagina, lo scopo dei blog ha dato i risultati giusti. Abbiamo letto, pensato, ne stiamo parlando.. e mi pare in maniera civile.
      E così deve essere.
      Un bacione!

      ps una carezzina al tuo pelosino nuovo nuovo!!!!

      Elimina
  5. Cara Patricia, innanzitutto ti ringrazio per avere tratto fuori delle considerazioni così interessanti e mi fa piacere che tu le abbia tratte dal mio post.
    E' vero: bisogna sempre ricordarsi del perché abbiamo aperto un blog ed anche del motivo per cui continuiamo a tenerlo aperto.
    Ora, le tue motivazioni sono le più limpide e condivisibili ed anche le migliori. In parte sono anche le mie, io per primo per esempio non capivo niente di informatica quando ho aperto Nocturnia (e confesso che non ci capisco niente nemmeno adesso) Però m'interessa il dialogo, lo scambio di idee, il poter conoscere splendide persone come te, come Nella Crosiglia e come molti altri. Purtroppo, come hanno riconosciuto o fatto capire, molti dei commentatori che mi hanno preceduto, non sempre questo avviene, capita che si trovi anche molta maleducazione, magari è solo uno specchio della società in cui viviamo, magari è solo un altra forma di degenerazione.
    Io però voglio continuare a credere che ci sia spazio per la cultura e per lo scambio di idee.
    Grazie ancora mia preziosa amica per questo tuo bel post.
    P.s
    Ho inviato il tuo bel commento a Fabrizio Borgio che ne è stato molto contento.
    Mi ha detto che presto ti risponderà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nick, come abbiamo avuto modo di dire tutti, lo scopo di un blog è anche questo. Parlare con altri utenti, scambiarsi idee, confrontarsi.
      In questo momento ci riusciamo e tutto è partito dal tuo post.... :)))
      I maleducati esistono ovunque. Non possiamo liberarcene, purtroppo. Prendi solo quello che ha scritto Nella....
      Anch'io voglio sperare che ci sia spazio per qualcosa di meglio della semplice azion di rottura (di scatole e altro) dei vari troll o comunque di persone che sembrano nate per criticare e basta. Se ci mancasse la speranza, saremmo ben presi!
      Bisognerebbe solo poter trovare un metodo valido per tenerli fuori senza troppi danni per gli altri utenti.
      Uhm.... studieremo qualcosa!!!! :))
      Grazie per il "servizio postino" con Borgio! :)))
      Un bacione a te! Buon pomeriggio

      Elimina
  6. Mi fa paura l'idea che possano arrivare commenti distruttivi ai miei post, non so come potrei reagire. O che non si rispettino le regole a mio discapito. E mi fa rabbia che qualcuno prenda addirittura la decisione di chiudere il blog: quanta esasperazione ci può essere dietro una tale scelta?!
    Forse mi sono imbarcata in questa avventura senza avere una reale cognizione di quanto avrei messo in gioco in termini di tempo e aspettative...e quanta parte di me contenga il blog.
    Per ora ho ricevuto molto più di quanto avessi anche solo osato immaginare, ma il risvolto della medaglia è che da passatempo si è trasformato in una passione e valvola di sfogo: e si sa che più si tiene alle cose, più si soffre se qualcuno osa "toccarle"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io Fortunata mi sono buttata alla cieca. Con me non usate termini tecnici perchè non li capisco... prima di capire come funziona una cosa ho bisogno delle lezioni di mia figlia, di carta e di penna per prendere appunti....
      Però... però questo blog è una passione. Un impegno per studiare sempre cosa pubblicare, leggere i commenti e rispondere. Un divertimento.
      Quando cesserà di essere tale, per qualunque motivo capiti... potrei anche chiuderlo.
      O per lo meno, prendere una pausa sabbatica....
      Spero solo che non sia a causa di altri. A causa dei troll e simili.. di quelli che insultano o criticano senza costrutto perchè mi darebbe molto fastidio.
      Vedi, questo blog, e mi pare di capire anche il tuo, è un po' un "figlio" che curo, accudisco, seguo e spero di vedere crescere.
      Senza la sicurezza di non sbagliare mai!!!!!!!!! Anzi... errori ne faccio e ne farò, però tento di fare del mio meglio.
      E quando ad un post trovo commenti, vedo che ci sono persone che interagiscono, che siano d'accordo o meno, e sono felice. Ho postato qualcosa di buono.
      E' rovinare quel buono che mi spiacerebbe. Soprattutto a causa d qualche perditempo!
      Un bacione!

      Elimina
  7. Ciao Patricia, non ho ancora letto il post che ti fa ispirata; credo di farlo domani, sono troppo stanca.
    È vero, leggere deve servire a fare riflettere, ma anche scrivere dovrebbe avere questo scopo; quando si scrive un post ci si mette in gioco, si fa un salto nel buio verso quelli che possono essere i pensieri dei lettori (se ci sono), per cui bisogna ragionare, informarsi, leggere, rileggere, correggere, pensare a ciò che si vuole scrivere e a come si vuole scrivere e non sempre è detto che l'articolo riesca bene. Il confronto è una bella cosa se fatto in maniera educata e rispettosa; per tutti gli altri c'è il controllo dei post e, come hai detto tu stessa, lo spam :) magari un post non andrà bene ed il prossimo andrà meglio. Io sono felice anche se solo una persona legge i miei post e ci riflette, perché poi magari se ne ricorderà e diffonderà il messaggio, anche se magari non è d'accordo con me. Forse ne parlerà con un amico, un parente, un conoscente e ne verrà fuori un dibattito sul quale ragionare e confrontarsi, e questo è importante perché ormai non si fa più; abbiamo perso l'abitudine a leggere, a parlare, a ragionare e a confrontarci. Acquisiamo centinaia di informazioni che assumiamo senza minimamente pensarci sopra e cercare di capire se siano esatte...
    Allora ben vengano la lettura, i blog ed i confronti, magari anche accesi, se servono a risvegliarci da questo torpore mentale che ha colto la nostra società.

    P.S. mi sono lasciata trasportare dai pensieri e non so se alla fine il mio commento è stato pertinente, ma mi scoccio a rileggerlo quindi ve lo sorbite così com'è, tié! :-P

    Un abbraccio forte cara :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto, Poiana, anche scrivere. Perchè proprio mentre scrivi ti metti a nudo davanti inizialmente allo schermo. Tu e lui... tu scrivi e lui riceve. E a volte pare che ti faccia l'occhiolino e ti dica rileggi...
      Rileggendo poi ti rendi conto di quello che hai messo giù. Che siano stupidaggini o cose sensate non conta. Conta quello che ti trovi davanti agli occhi. Sai cosa volevi dire e come dirlo però, nonostante questo, proprio quella particolare parola che hai scritto, la scelta che hai compiuto, ti spinge oltre. Oltre l'idea che hai di te... oltre alla convinzione di sapere tutto di te...
      Alltresì, chi legge il post di un altro, non solo scopre qualcosa di chi lo ha pubblicato ma, traendo determinate conclusioni, qualcosa di se stesso.
      E' questo il bello!!!!!
      Ed è ancora meglio quando si risponde al post, si partecipa, d'accordo o no che si sia,
      Quello che manca purtroppo è l'educazione. Si può essere in disaccordo riuscendo comunque a parlare, spiegarsi, farsi ascoltare e soprattutto ascoltare la controparte.
      Non è sempre così!
      Nel ventunesimo secolo la maleducazione e la cafonaggine troppo spesso è padrona.
      Gà nella vita reale capita. Figuriamoci nel web dove tra nick e profili falsi si può nascondere chiunque!
      Ciao, bella, buona giornata

      Elimina
  8. è troppo piacevole la tua schiettezza, Patricia! Spero tu continui a scrivere sempre. Eh si, hai ragione anche quando dici che scrivere un blog è un vero e proprio lavoro: io ero partita con tante buone intenzione, ma poi il tempo è così poco: famiglia, lavoro, piccolino, impegni vari... Non è facile! Però sono felice, perchè ogni tanto mi fermo e butto giù qualcosina, o mi godo bei pensieri come quelli tuoi... E questo è già un regalo a me stessa :))

    Buon proseguimento di giornata e un sorriso in questa giornata uggiosa (almeno a Roma)...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Regina. Grazie di tutto!
      Essere schietta è nel mio carattere. Lo è meno essere diplomatica ma scrivendo è molto più semplice. Si cancella e si riscrive.... :)))
      Sì, il blog per quanto divertente e appassionante possa essere, porta via parecchio tempo. Per questo capisco che chi si sente così bistrattato e denigrato, in un momento di vero sconfortto decida di chiuderlo.
      Speriamo sempre in bene. Speriamo che quessti troll non vengano mai a trovarci...
      Un abbraccione a te!

      ps qui oggi sole!!!!!!!!!

      Elimina