giovedì 9 ottobre 2014

Nebbia


Corvine e canute
chiome sconvolte
volteggiano a mezz'aria
Fantasmi immobili
Capi senza corpo
Idee perdute
Sospesi
nella bruma
del primo mattino
su un intangibile niente
denso d'umidità
Myrtilla

7 commenti:

  1. Ma che talento hai?! E' proprio la nebbia resa in poesia...è proprio così!

    RispondiElimina
  2. Stupenda!
    La sezione era giusta, ma potresti ricopiarla nella sezione Poesie allegando un'immagine così rimane al contrario della sezione Blog che è temporanea e il Post nuovo prende il posto di quello vecchio se privo di commenti.

    A presto...:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mauri. Porta pazienza! Lo sai che impiego un po' a carburare... con le novità sono sempre in conflitto io...
      Grazie del suggerimento. La sposto allora.
      Ciao

      Elimina
  3. DA g+

    Regina Zalieva

    I tuoi versi non si smentiscono mai cara Patricia! Io li adoro!... Questa in particolare è una poesia tanto eterea, ma che suscita un fremito: si riesce a scorgere veramente tra la nebbia del tuo mattino, nella tua terra, le chiome che svolazzano nella frescura e le idee che le inseguono... Le parole ti vogliono bene, è un dono! :) +Patricia Moll 
    
    Patricia moll
    troppo buona, carissima!
    Un bacione!

    RispondiElimina