giovedì 23 ottobre 2014

Percy Bysshe Shelley


Ti amerei

Ti amerei nel vento
Sotto il cielo terso in primavera
Tra la dolcezza delle rose...

Ti amerei nel canto degli uccelli
All'ombra della vegetazione
Sulle pietra calda e nuda
Sotto il solo bruciante,

Nella frescura dell'erba
E con il canto degli insetti..
Ti amerei il giorno e la notte,
Nella calma e nella tempesta

Sotto le stelle che brillano
Sotto la rugiada della notte
E la mattina all'alba
Con il sorriso e con le lacrima,

Ti amerei con tutte le mie forze...
Percy  Bysshe Shelley

Una dichiarazione d'amore incredibile. Una necessità dell'amore quasi fisicamente dolorosa, come se fosse ossigeno per respirare!
Bellissima!

23 commenti:

  1. Risposte
    1. Ciao Cavaliere.
      Sì! Grande amore per un grande Poeta!

      Elimina
  2. Questi versi mi piacciono molto^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Miki, sono veramente belli e sentiti!

      Elimina
  3. Bellissimi versi...
    Sull'interpretazione però c'è quel condizionale...! A me quel condizionale mi suona un pò fasullo...
    Tu come la vedi?
    Baci <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao ragazze.
      Voglio credere che sia un amore impossibile. Magari lei sposata. Un amore quindi che non deve essere rivelato al mondo. Può darsi nemmeno all'amata.
      Un amore profondo che fa soffrire il poeta perchè appunto deve restare chiuso in lui e non avrà mai la possibilita di salire in superficie, alla luce del sole.

      Sono troppo romantica???? Perdonate! Sarà l'età!!!! :)))))

      Elimina
  4. che meravigliosa poesia, buongiorno cara Pat :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Flò, davvero bella!!!
      Un bacione!

      Elimina
  5. Molto bella questa poesia,.. davvero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piace molto però ti faccio una domanda.
      Mi hanno fatto notare il condizionale. Come se ci fosse falsità nelle parole.
      Tu che ne pensi?

      Elimina
    2. Il condizionale l' ho notato e, a me personalmente che amo scrivere poesie,
      mi fa sovvenire l' idea che il poeta non abbia la possibilità di amare la protagonista della poesia. Forse perché è impegnata, forse perché lui non può.
      Sembra il desiderio di colui che vorrebbe questa persona meravigliosa, vorrebbe darle tutto ciò che desidera, ma non può farlo. Ma non si capisce se non può, o non vuole.

      Elimina
    3. Ma pensa un po'! E' praticamente quello che ho risposto io!!!!
      Un amore doloroso e impossibile!
      Che feeling!!!!! :))))

      Elimina
    4. Essssivede che siamo due poeti di gran livello!
      Ma quand'è che si decideranno ad invitarci al salone del libro come protagonisti, eh??
      Eeeeh???

      Elimina
    5. Se avessi un'altra età potrei dire anime gemelle, ma siccome potrei essere tua madre.... ;))))

      Elimina
    6. ....diciamo famigliari gemelli?
      Ho indovinato?? :O
      Forse in un' altra vita appartenevamo alla stessa cerchia di poeti. Chissà...

      Elimina
    7. Mi piace!!! Gemelli!!!! Peccato che tu sia più.... vecchio!!!!!! ahahahaahhaah

      Tu Dante e io Lapo??????? O il contrario?????

      Elimina
    8. Lapo Elkannn?? O_o
      Scriveva poesie dopo i Gran Premi di moto dove faceva le piste?
      ahahahaahah
      Dai ok .. famo così. Io però mi sento anche un pò Socrate.... e non so come possiamo incastrare la poesia con la filosofia greca.

      Elimina
    9. Dani... SEI UNICO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      perchè proprio Socrate poi?
      Prima di tutto aveva un moglie rompiba... e poi non si è strafatto di cicuta??????

      Elimina
    10. Ahahahaha vero! Eh beh, nonostante si sia cicutizzato, resta uno dei più grandi filosofi. Platone era uno dei suoi discepoli, quindi già capisci quanto possa esser stato saggio il Socrate!

      Elimina
    11. Su quello non ci sono dubbi!!!!!!

      Elimina
  6. Ciao! Sono una studentessa e vorrei inserire questa lirica nella mia tesina: non ho però nessuna certezza sia di Shelley, e nemmeno sulla data di composizione, dopo aver indagato su diversi manuali. Può dirmi da dove la ha presa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anonimo
      io ho trovato questa poesia se non ricordo male su un libro che ho in casa ma al momento non saprei dove mettere le mani.
      Ho fatto un giro su internet però e ho visto che per tanti è di Shelley.
      Ti metto un link di g+ TONY KOSPAN
      Però ce ne sono molti altri.
      Intanto se trovo il libro ti riscrivo.

      Elimina