giovedì 30 ottobre 2014

Quando curiosando sui blog altrui.....

Quando curiosando sui blog altrui incominci a pensare, vuol dire che il blog che stai seguendo è quello giusto per te. C'è feeling, ci sono post interessanti, c'è uno stile di scrittura che è accattivante e ti cattura.
Beh... questo mi è successo ieri sul blog OTIUM di Ferruccio Gianola.
Ci vado sovente, sua è l'iniziativa del meme su quali libri leggerebbe un personaggio di fantasia, (io ho sceto Anna Karenina, ricordate?)  e ieri con questo post http://www.ferrucciogianola.com/2014/10/come-ricevere-commenti-sul-blog-quattro.html
devo dire che mi ha di nuovo colpito.
Di cosa parla? A grandi linee, ci fornisce 4 regole fondamentali per ricevere commenti sul proprio blog.
Io ve le riassumo però voi andate a leggere il suo articolo con i vari commenti. Veramente interessante!

Praticamente le sue regole sono:
1 commentare altri blog
2 terminare gli articoli ponendo una domanda
3 creare degli articoli servendosi dei commenti ricevuti
4 rispondere sempre ai commenti.

Partiamo dal primo punto.

Commentare altri blog vuol dire, a mio modesto parere,  trovare prima di tutto il blog che veramente ci interessa.  Un blog che ci coinvolge perchè i suoi articoli riguardano cose o fatti che ci toccano... libri, attualità, riciclo o gioielli handmade. Non importa cosa. Anzi, può anche esserci un po' di tutto perchè in fondo non è che "viviamo" solo di make up o di sport. Avremo anche altri interessi, o no? Essere monotematici... che noia!!!!!!

Secondo punto.

Su questo ha ragione Ivano Landi che in un commento a Ferruccio  dice, sì e no. Dipende dall'articolo che ho postato.  A grandi linee le sue parole sono queste.
Concordo con lui. A volte può essere semplice porre una domanda a fine articolo. Altre volte, no. L'argomento è quello che decide, in fondo.
E piuttosto di una domanda scema... meglio evitare no?

Terzo punto.

Creare articoli su commenti ricevuti.

Io aggiungo anche creare articoli su post di altri blogger che abbiamo letto e che ci hanno colpito. In pratica quello che sto facendo e forse non è nemmeno la prima volta.
Se leggo qualcosa che mi tocca per un motivo o per l'altro, una volta spento il pc, la mia mente continua a lavorare. A ripassare  quello che ho letto, a farmi domande, darmi risposte e poi, è facile che uno scritto nasca.
Certo! Bisogna avere l'onestà, concedetemi il termine, di far sempre riferimento a chi ci ha dato l'input. Un po' di merito è anche suo se abbiamo un'idea per un nuovo post.

Quarto punto

Rispondere sempre ai commenti.

Certo! Per me è questione di puntiglio non dimenticarmene.  Anche solo un grazie a volte, però significa che ho letto il commento e ho apprezzato la partecipazione del lettore. E' buona educazione, gentilezza, ma credo soprattutto, un segno di rispetto per chi ha letto e risposto.
Vuol dire  che lo scopo, se così possiamo chiamarlo  del mio dedicarmi al blog, ha un certo successo. Vuol dire che il o i lettori sono interessati, partecipano. Così come io condivido le mie idee personali, loro fanno altrettanto.
E il blog cosa è se non condivisione? Può anche capitare di non essere d'accordo ma con educazione e civiltà si può instaurare lo stesso un dialogo costruttivo e interessante.
Myrtilla

ps Dimenticavo!!! Punto 4: voi cosa ne pensate?????? :))))




36 commenti:

  1. Be' che posso dire, molto brava nell'aver sviluppato un post i maniera personale seguendo un mio spunto, ma sopratutto permettimi di dire che sono lusingato da ciò che scrivi riguardo al mio blog. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ferruccio, non devi dire niente.
      Sinceramente il tuo blog mi piace anche se non sempre commento. A volte leggo soltanto.
      Prego. Ciaoooo

      Elimina
  2. Come ho già detto da Ferruccio, i commenti meritano tutti una risposta. Perché da lì nascono molte altre cose, anche extra-blog. Che alla fine, è pure più bello^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao MIki, vedremo poi se commenterai quando sorteggerò te per l'acronimo.... ihihihihihi!
      Scherzo, dai! :)))inioni. Uno scrive, l'altro legge e commenta e magari si fa avanti anche un terzo o un quarto.... così si amplia il discorso. Magari si ampliano anche le vedute di tutti...

      Elimina
    2. Ma non solo: si fanno conoscenze, ben più di un freddo commento^^

      Moz-

      Elimina
    3. Sì, Miki. A volte, pur restando nel virtuale i rapporti possono diventare più profondi.
      Si può anche arrivare a farsi compagnia n line, chiacchierando del più e del meno.

      Elimina
  3. Consigli sicuramente utili. Sui commenti io non seguo dogmi, spesso rispondo nel mio blog e altre volte vado direttamente nello spazio del commentatore. Inoltre ho lasciato sotto ai post un messaggio di ringraziamento per il commento.
    Saluti a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cavaliere, lo so!
      Non offenderti Non era riferito a nessuno in particolare.
      Qui si parlava in generale. Nessun dogma. Sono regole elastiche. Ognuno è libero di gestire il proprio blog come crede. Anche i commenti.
      Qui ho avuto il piacere di leggere i tuoi tante volte.
      Si può andare a leggere i post di un altro blogger e mettere solo una spunta nella votazione e non commentare.
      Buon pomeriggio

      Elimina
    2. Non preoccuparti, esponevo solo come gestivo il mio blog e non era mia intenzione aprire nessuna polemica. Comunque l'interazione tra blog è molto importante e anche condividere post altrui (citando e rispettando la fonte) può portare a maggiore conoscenza.
      Rinnovo i miei saluti

      Elimina
    3. Nessuna polemica, Cavaliere. Siamo qui per scambiarci opinioni e a volte sono contrastanti. :))
      L'interazione tra blog è veramente importante. Ancora più importante come dici tu e come ho scritto io da qualche parte,è l'onestà di scrivere la fonte dell'idea o il link che si condivide.
      E' poi soltanto correttezza.
      Io sono convinta che allinterno di determinate regole, le solite in fondo, questo scambio di opinioni, di battute, di condivisioni non può fare che bene.
      Buona serata

      Elimina
  4. Io concordo sul punto quattro, rispondere ai commenti è prima di tutto un segno di grande civiltà e rispetto verso i lettori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nick, lo sapevo che la pensavi così! Me ne ero già accorta!
      Poi, purtroppo può anche captare di perdere per strada un commento... magari si è sovrappensiero o non arriva la notifica. Non è la morte di nessuno.
      Un abbraccio!

      Elimina
  5. Ne manca uno: creare articoli di interesse comune in modo mirato

    Vedi l' argomento ambiente: non sai quanti articoli ho messo negli anni relativi all' inquinamento.
    Ricevevo poche visite e zero commenti.
    Quando invece inserivo articoli più mirati, come "Sversamento acque contaminate nel fiume X nella città Y accanto all astabilimento Z", ecco che le visite aumentavano.
    Della serie: se la cosa non ci tocca direttamente, ce ne sbattiamo.

    É un modo per ricevere più visite, ma soprattutto per iniziare a far smuovere le coscienze.

    Ciao Patri!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Dani, è vero!
      Articoli di interesse pubblico ma più mirati. Così è subitp chiaro di cosa si tratta, dove si vuole andare a parare.
      Poi, indubbiamente articoli non noiosi, sempre uguali. Ci vuole varietà, credo. Un discorso serio e uno simpatico.
      Ciao bello!

      Elimina
    2. @Daniele ne mancano più di uno, Ho solo certo di mettere quelli che secondo me portano commenti più facilmente

      Elimina
    3. Ferruccio... penso che la lista sarebbe anche lunga a... accontenterebbe tutti?
      Non siamo tutti uguali. Non abbiamo tutti gli stessi gusti.
      Diciamo che questa tua lista è già un inizio che potrebbe andare bene all'80% dei blogger?

      Elimina
    4. Ampliamo la lista, dai!
      E così...... dominEREMO IL MONDOOOOOO!!!

      WauhwahWauhwahWauhwahWauhwahWauhwahWauhwahWauhwahWauhwah

      Elimina
    5. Dani.... sei un fenomeno|!!!!!

      Elimina
  6. Buonsenso, cortesia, educazione: a prescindere da quello che si vuole ottenere o quale "luogo" si stia visitando.
    Cose che dovrebbero essere scontate anche nella vita di tutti i giorni e che purtroppo non lo sono!
    Tanti baci!

    RispondiElimina
  7. In effetti le regole suggerite sono abbastanza intuitive... alla fine mi pare che la cosa determinante sia l'interazione che si crea: un cerchio di legami, commenti e presenze che si allarga a macchia d'olio.
    E poi, quando c'è l'interesse genuino verso il prossimo e verso ciò che esprime ogni cosa viene naturale, in barba alle regole...!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E sono ache forse abbastanza ovvie, però si sa che più sono ovvie e più sono sconosciute da noi....
      La cosa che più conta è proprio l'interazione, il leggere, commentare, tornare sul blog un'altra volta perchè la volta precedente ci si era ritrovati...
      Le regolo poi, qulacuno diceva che son fatte per essere infrante.... :))))
      Ciao bella!

      Elimina
  8. Sono d'accordo sul fatto di rispondere sempre ai commenti... E' un segno di educazione e gratitudine. A volte io non so cosa rispondere, credo si veda, e mi limito ad un grazie, semplice e sincero... Insomma, se non so cosa dire perché devo per forza scrivere un poema rischiando di sembrare banale? Un grazie è quello che mi sento di rispondere, e quello scrivo...

    Sul fatto di commentare gli altri invece non sono molto d'accordo... Nel senso che io commento taaanti blog durante la mia giornata, ma non ricevo certo altrettanti commenti! E questo non mi dispiace, anzi il contrario!
    Io commento solo se un argomento mi interessa davvero, mai per fare un semplice piacere al blogger di turno... E lo stesso vorrei facessero gli altri nei miei confronti... Purtroppo non accade, e mi ritrovo spesso con commenti che si vede lontano un miglio essere falsi e scritti tanto per ricevere in cambio un commento al proprio blog... Oppure mi da un pò fastidio quando commento il blog di qualcuno, e poi quel qualcuno viene a visitarmi giusto per ricambiare e commenta il mio ultimo post scrivendo "bella ricetta"... No, non mi piace affatto... Preferirei che quel qualcuno si comportasse come i tanti altri a cui commento, preferirei che mi ignorasse, piuttosto che leggere un commento lasciato lì giusto per ricambiare...
    Insomma il tuo post mi interessa e ti commento? Punto! Non ho bisogno che tu faccia finta di interessarti al mio! Mi farebbe più piacere se tu venissi a visitarmi che ne so, tra quattro mesi, perché davvero ho pubblicato qualcosa di tuo interesse, oppure mai se il mio blog tratta argomenti di cui non ti frega nulla...

    Uff come al solito ho scritto un poema e mi sono incartata :)

    Grazie comunque perché mi dai sempre spunti di riflessione, cara Patricia!

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio ad un certo punto ho detto "tu"... Ovviamente non mi riferivo a te, ma parlavo in generale!!! Sono persa!!!

      Maira

      Elimina
    2. Tranquilla, stellina, è un discorso in generale. Capita anche agli altri di dire tu scrivendo e poi, siccome il discorso fila, nemmeno rileggendo uno se ne accorge.
      Non ci sono problemi! :))
      Quello che dici tu, capita anche a me. Se leggo qualcosa che mi interessa, che mi piace, mi colpisce, rispondo, altrimenti lascio perdere. Se però mi interessa il blog nel suo insieme ci torno lo stesso. Non è che lo mollo solo per un post.
      Se devo rispondere ad un commento che ho ricevuto e non so cosa dire, credo che un grazie sia perfetto. Significa che ho letto quello che (tu) :))) hai scritto ma in quel momento non so cosa dirti di non ovvio.
      La cosa che da fastidio è il "sono venuta a trovarti vuoi ricambiare qui?"
      Sembra quasi una compravendita di voti... che manco i politici...
      Oddio! Per fortuna non sono troppi quelli che s comportano così ma d certo fastidiosi come le zanzare.
      Se invece uno si firma col nick o col nome del blog, non mi da fastidio. Significa, per me, io sono e tu fa cosa vuoi.
      Per il resto che ti devo dire? Che i commenti forzati si riconoscono? Che non sono poi così piacevoli? E' così però...
      Tanto prima o poi vengono comunque a galla perchè per qualche volta ti seguono e poi si perdono nellla nebbia....
      Un bacione!

      Elimina
    3. @Maira: commentare altri blog per facilitare un'interazione re ciproca, poi è ovvio che uno commenta solo blog con tematiche che suscitano l'interesse del commentatore. Ma partendo da zero, uno dei modi migliori per farsi conoscere consiste nel passare a commentare, anche se può sembrare un meccanismo "squallido"

      Elimina
    4. No figuratevi, io parlavo in generale, nel senso che anche se si vuole commentare per ricevere commenti, bisogna saperlo fare ed essere gentili, senza imporre e senza cadere nel ridicolo... Per fare un esempio è come se io, che odio i ragni e gli insetti, andassi a commentare un blog di un entomologo... Nemmeno aprirei una pagina di quel blog!!! Vabbé ho estremizzato, ma il discorso è quello...
      Grazie comunque dei consigli Ferruccio! E grazie a te Patricia per lo spunto di riflessione e discussione...

      Maira

      Elimina
    5. Maira, stiamo parlando tutti in generale, tranquilla!
      Giustamente ci vuole sempre l'educazione innanzitutto. Poi il feeling. Tu non andresti mai su un blog che parla di ragni.Io non andrei mai su uno che parla di serpenti. Se li vedo in tivù, li sogno di notte!!!!!!
      E comunque, piuttosto di dire "ma che bel ragnetto!" con lo schifo sulla faccia solo per commentare, è decisamente meglio tacere.
      Oppure, dire a me non piacciono proprio....
      Un saluto carissimo!

      Elimina
    6. Ahahahahah, Patricia mi hai fatto piegare in due con questo commento. Fatti dire perché direttamente da Ferruccio, va' :D
      Grazie inoltre per avermi citato, fa sempre piacere leggersi da qualche altra parte ;)

      Elimina
    7. Ivano, che a Ferruccio piacciono quelle "schifezzuole" lo so, me lo ha detto....
      A me.... nun me piacciono no no no!!!!!
      Ciao e buon weekend.

      ps piccolo aneddoto sulle bisce
      Qualche anno fa ne ho vista una in giardino. Ho piantato un urlo tale che il mio vicino è arrivato di corsa a vedere cosa mi era successo.
      Quando gliel'ho raccontato sai cosa mi ha risposto quell'impunito?????
      In buon dialetto piemontese mi ha ha risposto: povera biscia, con l'urlo che hai piantato è morta d'infarto!!!!!!!!
      Lo avrei morsicato!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! grrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr :)))))

      Elimina
    8. Condivisibilissimo commento. E più volte l' ho scritto anch'io discutendo
      sui commenti di ricambio.
      Spesso noto post visitati e votati da mezzo mondo, e poi .... neanche un commento.
      Se hai qualcosa da dire, commenti, sennò, eviti.

      A me càpita ed è capitato di commentare post di blog che visito raramente. Quando commento è perché mi attira l' argomento. EBBBBBene... il tizio/a risponde a tutti tranne che a me! O_o
      Che c' ho a lebbra? Come diceva il proverbio
      "Ci ha qualcosa da dire, parli, e se parli per dire qualcosa, l' importante è che tu abbia qualcosa da dire" ( il proverbio non esiste, l' ho inventato ora. Però fa scena, eh?)

      Elimina
    9. Nel mondo c'è posto per tutti Daniele....
      Anche per chi non sa starci.
      Diciamo che un commennto ti può anche sfuggire Non siamo perfetti. Nemmeno noi blogger... :)))))
      Se però non si risponde mai ad un utente in particolare..... mah!

      Elimina
  9. Pienamente d'accordo con il tuo post.
    Senza dubbio il metodo più incentivante è quello di commentare numerosi blog affini ai propri contenuti, e ovviamente solleticare l'utente continuando discussioni già aperte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carlo e benvenuto!
      Sollleticare il lettore, incuriosirlo, invogliarlo a tornare.... eccome se è giusto! A volte è anche difficile però si deve dare sempre il massimo.
      Le discussioni poi penso che possano essere riprese anche da altri blogger, citando ovviamente chi di dovere. Un dialogo aperto, a più voci e ovviamente a più pareri.
      Tutto aiuta perchè tutto amplia il nostro spazio virtuale personale ma ci permette anche di avere una metaforica prateria dove correre tra un blog e l'altro alla ricerca di nuove conoscenze e informazioni. Tra amici di vecchia data e altri nuov.
      Buon pomeriggio.

      ps sono andata sulla tua pagina g+ e sul tuo blog. Interessanti!

      Elimina