mercoledì 26 novembre 2014

Contro il cancro qualcosa si può fare!

Oggi, condivido l'appello di Valentina, una giovane blogger con un grandissimo cuore.
Ecco il suo link   http://lavaligiadivale.blogspot.it/2014/11/per-la-lotta-cancro-con-l-associazione.html
Andate a leggere.

Di cancro si deve parlare. Del cancro non si deve avere il terrore paralizzante.
Tutti insieme possiamo fare.

Perchè, come era scritto sui muri del Day Hospital oncologico.....

                          DI CANCRO SI VIVE
Myrtilla

10 commenti:

  1. Grazie Patricia!
    Infinitamente Grazie!
    Valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego Vale,
      Doveroso da parte mia. In casa mia è ospite sgradito ma praticamente fisso.... :(

      Elimina
  2. La ritengo la malattia più orribile che esista. Sai perché? Perché, per tante persone, accade di sapere di dover morire a breve e di non poter far nulla per evitarlo. Quando la morte arriva d' improvviso, non te ne accorgi, e forse neanche soffri più di tanto.
    Questa malattia è sottile, leggera, infida, lenta, a volte fulminante, ma che ti dà il tempo di pensarla ogni giorno, man mano che scendo nella grotta.
    Una persona cara ha perso questa battaglia, e ricordare quando e quanto era consapevole di tutto, è una cosa che ti fa pensare a come sia strana, dura e stupida la vita in certi frangenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, Dani.. Diciamo che di malattie belle non ce ne sono proprio. Il cancro però è una bestia bastarda.
      A volte quando si manifesta esplicitamente non c'è più nulla da fare.Per questo è importantissima la prevenzione. E' importantissima l'informazione. Parlarne. Diffonderne notizie. Fare ricerca. Aiutare chi fa ricerca.

      Certo che sapere che fra tre/sei/dodici mesi una persona potrebbe non più è orribile.
      Vero è che l'unica cosa certa della vita è la morte, però, quando si sta bene non ci si pensa che 5 minuti dopo si potrebbe essere morti.
      Il cancro invece te lo ricorda momento per momento. Un chiodo fisso Un coltello che rigira nella piaga.
      La vita..... purtroppo!

      Elimina
    2. Vero, quando si sta bene, non si pensa alle malattie. Un pò come quando abbiamo mal di denti e pensiamo a quando non lo abbiamo anziché goderci ogni momento in cui non abbiamo alcun dolore ai denti.

      No beh sai, la prevenzione è giustissima ed utilissima, ma quando vedi che escono tumori anche alla pelle, ai nei, al naso, fra un pò anche ai denti ai capelli alle orecchie... cacchio.... Non esiste un controllo unico che controlli tutto il corpo?
      :O

      Elimina
    3. Sai, Dani... a volte penso che la cosa che servirebbe di più per non ammalarsi sarebbe una bella dose di ..... chiulo!!!!
      Ormai, basta aver male da qualche parte, fosse anche ad un'unghia che si trema subito.
      Buona serata!

      Elimina
  3. Esatto il cancro purtroppo è una malattia diffusa e spesso si riesce anche a vincere, ma è come se fosse un tabù parlarne, no la malattia non deve mai essere motivo di compassione, ma di solidarietà e lotta insieme. Vado a sbirciare il blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulietta,
      bisognerebbe convincere la gente che essere malati non è disonorevole. E' una disgrazia!
      Bisognerebbe convincere le persone che a volte parlarne serve, se non altro per sfogarsi. Ma anche per confrontarsi con chi ci è già passato o ci sta passando.
      Non è vero che mal comune mezzo gaudio come stupidamente si dice, però, sapere che ci sono altre persone nelle stesse condizioni può essere utile per affrontare insieme la cosa, Per scambiarsi opinioni, pareri.
      Per sentirsi annche meno soli!
      E perchè tutte le informazioni che i malati possonno dare, servono ai medici e ai ricercatori
      Ma se nessuno parla.....

      Elimina