domenica 30 novembre 2014

Il telefono senza fili




Il telefono senza fili
di Marco Malvaldi
Sellerio (2014)

                                                                                                             

Ebbene sì! Sono una appassionata lettrice dei libri di Malvaldi, soprattutto quelli che hanno per protagonisti il BarLume e Massimo, il titolare, e i suoi avventori.
Sono gialli ma la parte gialla, a mio modesto avviso, va a pari passo con la caratterizzazione dei personaggi.
Stupendi i vecchietti terribili che paiono vivere al BarLume, che trascorrono il loro tempo tra sfottere Massimo (poverino), partite a biliardo o a carte, e impicciarsi degli affari altrui con viaggi fantasiosi  in misteri, delitti, omicidi anche quando la realtà può essere diversa.
Li trovo divertentissimi con la loro arguzia tipicamente toscana, il loro modo di fare tipico di persona in là con gli anni e con nulla da fare tutto il giorno.A parte non sopportare più la moglie.
I loro motteggi, i loro voli di fantasia, i litigi con cellulari e computer, la memoria a volte un po' vacillante che li riporta alla gioventù e a ricordi lontani ne fanno dei primattori di notevole spessore.
Li amo? Sì! Ampelio, Pilade, Aldo, Gino... toscanacci veraci, re dei dubbi e dei voli pindarici. Quelli che, con l'ingenuità dovuta alla loro età, ne combinano di tutti i colori senza mai muoversi dal "barre". Anche se portano i calzoni ascellari o se quando devono alzarsi dalla poltrona sono rigidi e fanno una fatica pazzesca. Oppure hanno la glicemia alta.

Avevo bisogno di una lettura di svago? Ebbene... con questo libro l'ho trovata.
Ho trovato il delitto, le indagini, le ipotesi, spiegazioni scientifiche e mediche ma, soprattutto in molti punti, ho trovato spontanee risate.
A me, personalmente è piaciuto. Come gli altri libri di Malvaldi, d'altronde.
Malvaldi che ha un modo di scrivere tutto suo e in certi punti interloquisce con i lettori, come se, più che scrivere un romanzo, stesse raccontando ad amici un aneddoto un po' lungo.
Grande Marco! A presto!
Myrtilla


2 commenti:

  1. grazie PattY della tua recensione, anche io amo Malvaldi e credo che sappia veramente dosare gli ingredienti dei suoi romanzi in modo perfetto, questo mi manca, se e quando ordinerò qualcosa sicuramente ci sarà....
    Mi è piaciuta molto anche la trasposizione televisiva dei romanzi, bravissimo il protagonista Filippo Timi e tutti i "vecchietti"
    flora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Flora, orego.
      Se ti piace Malvaldi abbiamo un altro punto di contatto allora... :)))
      Sinceramente non ho visto la fiction di cui parli ma in effetti guardiamo pochissimo la televisione. Filippo Timi comuqnue è uno veramente in gamba

      Ciao carissima e buona domenica!

      Elimina