venerdì 14 novembre 2014

Mi hanno detto


Mi hanno detto: io non credo in niente.
Che tristezza! Che vita vuota!
 Myrtilla

6 commenti:

  1. Risposte
    1. Lo credo anch'io Anna. Sono dell'idea che in qualcosa si debba credere altrimenti la vita non ha scopo. Che sia l'amore, il lavoro, un'idea politica o sociale poco importa.
      Ci deve essere però una metà, qualcosa che teniamo come punto fermo e nel quale riponiamo la nostra speranza per il futuro. Non è credere questo?

      Elimina
  2. E' una sciocchezza: non può essere, non si avrebbe alcuno stimolo a vivere...sarebbe uno stato patologico!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Voglio sperarlo che fosse una battuta anche se il giovanotto in questione era serio.
      Come dici tu mancherebbe uno stimolo a vivere... ad andare avanti.. a lottare...
      Essere demoralizzati posso capirlo ma fino a questo punto...
      Non so! Io son vecchietta ma credo in tante cose. Voglio crederci assolutamente. Mi da forza il credere in qualcosa!

      Elimina
  3. Ma, in niente niente? Tanto vale impiccarsi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso dirti che la frase mi ha spaventata?
      Io non dico di dover essere creduloni ma in qualcosa almeno... qualunque cosa! In fondo è uno stimolo, una spinta per proseguire nel cammino della vita.
      Così, mi pare decisamente vuota. E inutile!

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo loggandosi a Blogger o Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Leggere qui la POLICY PRIVACY