giovedì 27 novembre 2014

Persone

Nella vita si incontrano persone diverse una dall'altra.
Che sia vita reale o virtuale, la differenza tra ognuno di noi esce fuori come un pupazzo a molla dalla scatola.
Ci sono persone limpide e altre che non sai definire tanto sono strane, ambigue.
Persone che abbracceresti ad occhi chiusi e cuore sorridente ed altre che come anguille ti scivolano dalle mani se cerchi di afferrarle.
Persone allegre e simpatiche che ti ispirano immediata simpatia e altre che fanno nascere in te la malinconia e la tristezza.
Persone spensierate ed altre piene di problemi e voglia di parlarne.
Persone positive che solo a scambiare quattro parole con loro ti fanno sentire bene... meglio! Persone negative che ti intristiscono e ti fanno vedere nero.

Persone colorate, oso dire.
Giallo solare, rosse di passione, rosa verdi e azzurre perchè guardano il mondo con ottimismo e speranza.
Persone arcobaleno! Che fanno stare bene soltanto a guardarle, a sentirle. A leggerle.
Grigie perchè tristi dentro. Intimamente.
Nere di rabbia repressa.

E' vero che si preferisce la compagnia di quelle positive perchè ti regalano un sorriso. Ti offrono una visione reale ma serena della vita. Ti permettono di scoprire particolari piacevoli anche in qualcosa che proprio tanto piacevole magari non è.
Ti fanno spuntare il sole negli occhi e nel cuore, insomma.

Però, le altre, quelle piene di negatività dentro e intorno a loro, sono di più. E sono indubbiamente quelle che hanno più bisogno di essere ascoltate. Anche se poi non vogliono sentire quello che tu hai da dire.  Solo essere ascoltate e basta. Solo poter parlare. Solo potersi sfogare.

E' a queste persone che voglio rivolgermi ora.
Voglio dir loro che la vita di tutti è piena di problemi e rogne. Piena di momenti bui... più momenti bui che luminosi a volte.
Voglio dire loro che ci si può sentire demoralizzati, abbattuti.... che si può aver vogliare di urlare, bestemmiare o piangere.
Ma che una volta che ci si è sfogati, bisogna prendere in mano la propria vita e cercare di godersela così come è, momento per momento.
Bisogna cercare di migliorare sempre. Di trovare quel lumicino che ci illumina all'inizio solo i piedi ma poco per volta, passo dopo passo, ci illuminerà tutto il sentiero.
Voglio dir loro di non arrendersi al dolore ma di lottare. Di combattere per se stessi prima di tutto e per chi sta vicino a loro poi.

Perchè è vero che la vita può essere buia.
Ma dopo la notte, nasce sempre il giorno!
Myrtilla









14 commenti:

  1. Adoro le mie amiche di blog perchè mi regalano questi post... e perchè sembra che sappiano farlo quando ne ho bisogno.
    Grazie! =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dani, se senza saperlo ti sono stata utile mi moooooolto piacere!
      Ti auguro che questo momento giù, passa velocissimo!!
      Un abbraccione!

      Elimina
  2. Patricia, il classico post giusto al momento giusto... Anche se forse è sempre il momento giusto per leggere post simili... Grazie :* :* :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao stellina. Un bacione grande grande a te!

      Elimina
  3. Wawww!!! Bello!... Scusa se mi sono inserita, ma ti leggo e non ho resistito alla tentazione di esprimere la mia approvazione. Brava! Buona e luminosa giornata "Sperem!!!" Qui in val Padana è una giornata grigia e scura, con leggera nebbia, ma noi il sole l'abbiamo dentro (non sempre, siamo umani e non divini, comunque tentiamo di non soccombere) ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anna, ma non dirlo nemmeno! E' un piacere leggere i vostri commenti e chiacchierare.
      :*)
      Anche nella mia parte della Val Padana fa schifo.... pioviggina, poi piove a dirotto, poi pioviggina di nuovo.... buhhhhhhhhhhh!!!!!!

      Che il sole risplenda anche per te. Se non nel cielo nel cuore.
      Un abbraccio!

      Elimina
  4. D'accordissimo con te.
    E voglio aggiungere che non siamo pattumiere per i pensieri negativi delle persone dall'animo grigio. Le si ascolta volentieri, ma non dobbiamo lasciarci trascinare dal gorgo della loro insofferenza.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed hai pure ragione Miki!
      Ascoltare, tendere una mano, compiere un gesto affettuoso e confortante è giusto e doveroso.
      Lasciarsi rovinare l'esistenza dalle persone grigie è invece sbagliato.
      Essere disponibili non significa per forza di cose doversi far carico completo dei problemi altrui. Si ascolta, si dà una mano però poi sono loro che devono agire. In prima persona,

      Elimina
  5. Io penso che noi siamo sia persone negative che persone positive.. a seconda dei periodi.. Non si può essere sempre solo uno o l'altro. Abbiamo dentro di noi tutte le sfumature di colori dobbiamo soltanto scegliere quale seguire. Comunque hai scritto delle cose bellissime!
    A presto... Dream Teller ^^

    RispondiElimina
  6. Questo è vero, Dream teller. Ci soono momenti particolari nella vita in cui anche la persona più solare può diventare triste.
    Purtroppo però c'è chi lo è per natura. Chi non è capace a sorridere. Oppure che lo diventa nel corso della vita e ne perde del tutto la capacità....
    La vita va a fasi alterne. Alti e bassi. Risa e pianti. Bisognerebbe saperli alternare bene. Però siamo esseri umani e non sempre ci riusciamo.
    Ciao carissima Buon pomeriggio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione.. c'è chi non sorride mai e non lo vuole oppure ancora peggio.. non ha la forza.. io per fortuna motivi per cui sorridere ne ho ancora ^^
      A presto.. Dream teller ^^

      Elimina
    2. Io sono convinta che bisogna trovare il motivo per sorridere. Almeno una volta al giorno.
      Che sia perchè stai giocando con Myrtilla, oppure perchè hai sentito una battuta divertente oppure ancora perchè hai ricevuto/fatto una gentilezza... bisogna comunque trovare il momento per sorridere ogni tanto.
      Io dico che dovrebbe quasi essere una autoprescrizione, sai.. come quei medicinali da banco.
      Una pastiglia dopo i pasti principali... ecco! Un sorriso due volte al giorno. A piacere.
      Ciao carissima!

      Elimina
  7. Ho conosciuto persone che non sono capaci di fare il passo successivo...del tipo "ho un problema, ho capito che problema è, dovrei fare questo per risolverlo però preferisco ricominciare da capo: ho un problema, ho capito che problema è, dovrei fare questo per risolverlo però preferisco ricominciare da capo...". Forse stanno semplicemente bene così, tra un lamento e l'autocommiserazione. Ma sono pochi, per fortuna!!! ;-)
    Le tue sono sante parole, mi sa che mi devo rileggere questo post ogni tanto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si chiamano rami secchi.
      Per un po' vanno bene ma poi quando rischiano di rovinare pure la tua stabilità emotiva... zac! Via!!!!

      In certi momenti è umano chiedersi e adesso che faccio? Ma poi non si può lasciar trascorrere la vita fermandosi a guardare solo quella domanda,

      Elimina