mercoledì 19 novembre 2014

Un amico

Ho un amico invisibile.
Non è sempre presente.  A volte, anche se lo chiamo a gran voce, soprattutto nelle afose giornate estive, non si presenta. Nemmeno risponde al mio richiamo.
Altre, invece, arriva inatteso.
E poi, secondo come gli gira, sa essere dolce e carezzevole, rinfrescante e morbido come carezza d'amante oppure prepotente e violento come maschilista cavernicolo armato di clava.
A volte, gioca coi miei capelli facendomeli scivolare sugli occhi. Così. Per celia. Come un  piccolo clown che si diverte a fare dispetti. 
Altre, sparandoli all'indietro che nemmeno il calcestruzzo riuscirebbe a fermarli. Par quasi che voglia strapparli.
Altre volte ancora, è così impetuoso, così innamorato furioso, che sbatte persiane e porte in uno sbadam violento e fragoroso.
E' in questo momento che si insinua tra i rami e li scuote con rabbia. Strapazza le foglie come istitutore sadico di discoli non governabili. E a volte, la sua forza bruta, le strappa e le fa volare lontano, mandandole a morire dietro alla famosa lavagna.
Ma quando è proprio infuriato mette paura. Solleva polvere e terra, sradica alberi, li strazia strappando loro braccia legnose, facendole volare alla fine del mondo.
Nel suo cammino furioso percorrere chilometri e chilometri seminando il terrore della sua rabbia. Una scia di disastri e disperazione alle sue spalle.

Poi, si calma.

Così come improvvisamente si è imbestialito, torna a placarsi.
Amico  balzano.  Instabile. Inaffidabile.
Il suo nome?
Vento!
Myrtilla

10 commenti:

  1. Il vento è uno dei miei elementi preferiti... è un messaggero di vita ^^
    Bel pezzo! A presto... Dream Teller ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima!
      Io lo amo e lo odio. Dipende dalla sua intensità! Quando è troppo forte... grrrr
      Un abbraccio

      Elimina
  2. Belle parole, Patricia!!! Sai rendere tutto così poetico, è meravigliosa questa tua capacità!

    Maira

    RispondiElimina
  3. Questo vento agita anche me! :)
    A me il vento piace, ma non sempre...
    Bel post, come sempre!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Miki!
      Anch'io non lo sopporto se è tropo forte. Se è+ solo una brezza, invece mi piace!

      ps ma secondo te, noi due abbiamo bisogno del vento per agitarci?????? Non lo siamo già abbastanza???????????????

      Elimina
  4. Un amico di tutto rispetto: a volte temibile, a volte piacevole...lo hai descritto in tutte le sue forme, come se ne fossi affascinata. E' così?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fortunata.
      Mi piace e lo odio. Dipende dall'intensità. Più è forte e prepotente e meno lo sopporto.
      Però.... però quell'essere invisibile, quell'intrufolarsi dovunque, quel non trovare barriere.... lo rendono magico!

      Elimina
  5. Intenso e delicato. Affascinante e travolgente. Mi ha colpito questo racconto. Brava! ;-)

    RispondiElimina