sabato 24 gennaio 2015

Gelo

Gelo per i bastardi di Pizzofalcone
Maurizio De Giovanni
Einaudi Editore (2014)







Ci sono autori che sanno descrivere il mal di vivere in mille  modi diversi e con sfaccettature mai uguali.
Uno di questi è Maurizio De Giovanni.
Tutti i suoi personaggi sono tormentati dal loro passato e mal si adeguano alla loro vita però....
Però se il Commissario Ricciardi vive nella Napoli degli anni 30, i protagonisti di questo libro vivono nella nostr epoca. Nei nostri anni.
Sono i "bastardi di Pizzofalcone".
Sono quei poliziotti di vario grado con la loro scheda personale non proprio immacolata e che per punizione vengono spediti in un commissariato destinato a chiudere. Un luogo dove poliziotti infedeli prima del loro arrivo si erano impadroniti e avevano smerciato in proprio una partita di droga sotto sequestro.
Loro arduo compito è quello di tentare di ripulire la "facciata" del commissariato e di non farlo chiudere con le loro indagini su omicidi, rapimenti e violenze varie. Tutte portate a buon fine. Con grande scorno per i detrattori.

Da contorno però, ci sono i problemi che ognuno di essi ha col proprio passato. Un periodo che si è incollato alla loro pelle e non si stacca più.
Con le loro miserie umane personali, con vicende violente alle spalle, la malattia che incalza, sono persone vive, reali in un mondo di fantasia.

Tutti insieme, tra battute e frecciatine, litigi e discussioni però fanno gruppo. Si sostengono. Spalla a spalla in un mestiere duro in un ambiente ancora più duro. 

Ecco perchè ritengo che De Giovanni sia un Signor Scrittore. Perchè i suoi personaggi sono reali non solo realistici. Perchè sono umani nelle loro debolezze. Perchè ognuno di loro, alla propria maniera, lotta e a volte vince ma sovente perde, contro il proprio passato. Come nella vita reale.

Bel libro, Avvincente come tutti i romanzi dello stesso autore.
Due storie che si incrociano pur avendo niente in comune. Due storie di tutti i giorni. Di vita vissuta e letta sulle notizie di cronaca nera troppo sovente.
Myrtilla





10 commenti:

  1. ti auguro un sereno fine settimana <3
    ;)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao stella. Un bacione e buon week end a te! ;*)

      Elimina
  2. Grande sensibilità quella di De Giovanni e il tuo commento coglie in pieno le caratteristiche di questo scrittore, questo romanzo mi manca, lo metterò il lista desideri
    ciao
    flora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Flora.
      Sì! De Giovanni va a fondo nella psicologia dei personaggi senza però diventare pedante.
      A me è piaciuto molto. Attuale. Crudo. Per certi versi, crudele come può esserlo la vita.
      Un bacione

      Elimina
  3. Interessante la trama di questo libri, grazie e buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania. Grazie a te!
      E' attualissimo, sia come reato narrato che come problemi personali dei vari personaggi.
      E' quello che rende grande, a mio parere, l'autore.
      Buon weekend a te!

      Elimina
  4. Questo potrebbe piacermi DAVVERO.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piacciono molto i libri di De Giovanni. E infatti ne parlo.
      Però, guarda che io voglio esprimere solo le mie sensazioni, quello che i vari libri mi hanno dato. Non sono consigli di lettura!
      Non mi permettere mai anche perchè ognuno di noi ha i suoi gusti e le sue preferenze.

      Diciamo che in questo momento sto recuperando il tempo perso a Natale :))) però ho necessità di leggere libri come questo. Romanzi che riflettono sì la realtà, che fanno sì pensare a determinate cose ma che comunque posso vedere come romanzo. Come lettura di svago.
      Ho anche un classico di James, uno di attualità sulla sicurezza ma in questo momento.... li prendo in mano e poi li poso.
      Non è il momento giusto!
      Ciao bello! :*)

      Elimina
  5. Anche io me lo segno nella mia lunghissima lista dei libri da leggere che ho in sospeso! mi hai incuriosita!!
    Kly

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Kly. Dimmi poi cosa ne pensi!
      Buona domenica!

      Elimina