lunedì 12 gennaio 2015

La nebbia

Scriveva Giosuè Carducci  nella sua poesia San Martino che

" la nebbia gli irti colli piovigginando sale e sotto il maestrale urla e biancheggia il mare".

Qui, su queste morbide e dolci colline del Monferrato astigiano, basse e verdi, arrotondate, esce dalla terra come chiara d'uovo montata a neve.
Non si ode la voce del mare che brontola. Si sentono i lamenti del sottobosco. Quelli degli uccelli smarriti dentro ad un muro spesso ma inconsistente.
Si vedono movimenti appena accennati. Ombre solo tratteggiate di un universo  disperatamente in cerca di aria pura. Povera di umidità.
Sono gli alberi. Sono le nude querce. Sono i pioppi, alti, slanciati, che svettano in una costante ricerca del sole.
E in alto, un frullar di ali tra i richiami sgraziati delle cornacchie, neri fantasmi chiacchieroni.
Myrtilla


30 commenti:

  1. Bella prosa poetica... perché non sei una scrittrice pubblicata e famosa? mi domando.
    La nebbia mi piace un sacco, quando vi si affaccia il sole e crea tutti quei giochi di luce riflessa :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ivano.
      Grazie delle tue parole. Il fatto è che mai nessuno ha mai letto quello che scrivo.
      Solo da quando ho aperto il blog i miei pensieri, racconti, poesie sono diventati pubblici.
      Ne sarei poi davvero all''altezza????? Bella domanda!!!!

      Dipende sempre da quanto è spessa la nebbia. Quando lo è troppo, mi soffoca!!!

      Elimina
  2. belle immagini poetiche, mi viene voglia di nebbia oggi che qui, nel varesotto , è una splendida giornata di sole primaverile, con un cielo azzurro che mi fa venire ala mente il Manzoni

    "Quel Cielo di Lombardia, così bello quand'è bello, così splendido, così in pace".
    flora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Flora.
      Anche qui oggi c'è un bel sole e stamattina presto c'era pure una bella brina
      La foto è di ieri mattina.
      Un abbraccio!

      Elimina
  3. Mattina d'autunno o invernale, quando il tepore del letto non vuole farci alzare e fuori è così, con la nebbia sparsa tutt'intorno pronta a diradarsi al sole.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari Miki!!!!Peccato che la sveglia suoni presto....
      La foto è di ieri e mi sono alzata che erano ben le 8!!!!!! E' andata avanti così fino a mezzogiorno.... anche oltre.
      Oggi -3 brina e sole!!!!!

      Elimina
  4. La nebbia, magica e fastidiosa a seconda delle circostanze.
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, Fenice. Ieri eravamo tutti a casa perciò non creava grandi problemi.
      Se devi uscire....

      Elimina
  5. Anche la nebbia, alcune volte ha il suo fascino.
    Saluti a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cavaliere, vero. Ogni cosa ha il suo fascino. Basta riuscire a trovarlo.
      La nebbia per uno scrittore di horror poi è l'ideale.... quanti mostri si possono nascondere in quel muro?
      Buon pomeriggio

      Elimina
  6. Mamma che cappa!!! Mi è entrata nel cervello solo a veder la foto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era bella ieri, vero? Oggi non c'è più. -3 stamattina!!!!! Una brina!!!!

      Elimina
  7. Bella. Può sembrare che incuta terrore, ma è un terrore misto a meraviglia.
    La nebbia è veramente straordinaria, come ogni evento della natura.
    Come diceva Totò
    "Quando la nebbia c'è, non si vede!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando è troppo spessa, mi fa mancare il fiato. Il non vedere oltre... mi opprime.
      Sole Sole Sole!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
    2. Ah beh... se mi fai scegliere... scelgo sempre, 365 giorni l' anno, SOLE!!!

      Elimina
  8. Grazie per questi tuoi splendidi versi accompagnati dalla foto.

    RispondiElimina
  9. Che belle parole!!
    Io però preferisco il sole, l'azzurro del cielo limpido e i colori dei fiori primaverili.
    Un abbraccio!
    Dreamer Flower

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Deborah.
      Pure io!!!! In autunno andreiin letargo per risvegliaarmi a primavera......
      Un bacio!

      Elimina
  10. Bellissima e... adatta al mio giorno di oggi.... guardo fuori dalla finestra ed è proprio così.... bellissimo, ma tristissimo. Aspetto il tepore della primavera con ansia!
    Kly

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogi qui non c'è nebbiqa. E' nuvolo nuvolo!!!!
      Anche il caldo dell'estate magari....

      Elimina
  11. Una profondità che risiede nella schiettezza del naturale.
    Grazie Patricia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessia (vero?)
      La natura è schietta. Siamo noi umani che la rendiamo falsa.
      Ciao e grazie!

      Elimina
  12. ciao pat! che bella la foto!!!!!

    RispondiElimina
  13. La nebbia costante e fedele compagna. Odiata ed amata allo stesso tempo. Ma mi rendo conto che non potrei vivere senza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, Anna. In certe zone dell'Italia siamo così abituati alla nebbia che pur tirando moccoli quando c'è, si sentiamo orfani quando manca.
      Io ricordo ancora vent'anni fa.... al mattino aprivi le persiane e.... MURO! Cortile? Sparito! Garage oltre il cortile? Sparito!
      Sembrava che di notte fosse venuto un orco ghiottone e si fosse mangiato tutto.
      Non l'ho mai pù vista una nebbia simile!

      Elimina