sabato 24 gennaio 2015

Pazienza

La pazienza è quella del ragno che tesse la sua tela e si nasconde aspettando che la preda venga catturata.
L'impazienza è dell'uomo che non vuole le cose per oggi.. Le pretende per ieri.
Myrtilla

19 commenti:

  1. Risposte
    1. Pecato però che a fatti, io non sia affatto ragno.... :)

      Elimina
  2. Purtroppo è vero, ma certe volte ammetto di essere stanco di attendere :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stanco di attendere?????? Stanchissima! Sfinita!!!! Anche perchè non hai ancora finito di attendere per una cosa che già incominci a farlo per un'altra....

      Elimina
  3. Bello essere ragno...nella prossima vita, magari!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Fortunata. Io personalmente credo che non avrò pazienza nemmeno da morta!

      Elimina
  4. Risposte
    1. E' anche una bella frase, Squitty. E' metterla in pratica che è dfficile!

      Elimina
  5. Verissimo, e mi ci rifletto in queste tue parole! Anche io spesso, troppo spesso, pecco di impazienza.... UUFFFFIIIUUUUU... respiro profondo, analisi fatta.... prometto ricordarmi di questa tua massima d'ora in poi e prendere il tempo necessario.... Grazie Patricia, riesci sempre ad esserci nei momenti precisi... un abbraccio e buona serata!
    Kly

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io personalmente non conosco la pazienza. Ho fretta... sempre fretta.
      Poi, quando un qualcosa finisce mi rendo conto che potevo vivere meglio quei momenti, con meno ansia e meno stress o rabbia
      Allora mi dico che la prossima volta mi comporterò diversamente ma.... memoria corta e sono daccapo!

      Elimina
  6. Credo di non essere nè ragno nè "uomo " la vita mi ha insegnato che è meglio attendere che " le cose si compiano" nel bene e nel male
    flora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora sei fortunata Flora. Hai trovato la giusta via di mezzo. Quella che tidà la forza di lottare e attendere insieme.
      Senza forzare i tempi.
      Io la cerco ancora!

      Elimina
  7. Siamo noi che non siamo santi, Stefania!

    RispondiElimina
  8. E or aggiungo,
    che l' uom inoltre desidera fortemente il domani, ma quando codesto arriva, non è soddisfatto.
    Mai l' uomo è soddisfatto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Insoddisfazione... uno dei grandi peccati umani!
      Il non accontentarsi, il non godere di quello che si ha...
      Giusto voler migliorare, però a volte si esagera.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Non è il migliorar quan l' uomo desidera giorno futuro funesto,
      per poi rinnegarlo d' incesto,
      ma è sol codardìa
      che arriva e non va via!

      Mazza che poeta d' altri tempi!
      O_o

      Elimina
    4. Però.. che citazione!!!!
      Vera comunque.

      Elimina