martedì 17 febbraio 2015

Il vestito di Arlecchino

Per chiudere degnamente il Carnevale cosa può esserci di meglio di una filastrocca in tema?
Se poi l'autore è il grande Gianni Rodari altro non si può dire.


                                            Il vestito di Arlecchino.



                                 Per fare un vestito ad arlecchino
                                 ci mise una toppa Meneghino,
                                 ne mise un'altra Pulcinella,
                                 una Gianduia, una Brighella.
                                 Pantalone, vecchio pidocchio,
                                 ci mise uno strappo sul ginocchio,
                                 e Stenterello, largo di mano
                                 qualche macchia di vino toscano.
                                 Colombina che lo cucì
                                 fece un vestito stretto così.
                                 Arlecchino lo mise lo stesso
                                 ma ci stava un tantino perplesso.
                                 Disse allora Balanzone,
                                 bolognese dottorone :
                                 'Ti assicuro e te lo giuro
                                 che ti andrà bene li mese venturo
                                 se osserverai la mia ricetta:
                                 un giorno digiuno e l'altro bolletta!".
                                 Gianni Rodari, il Re indiscusso!
Myrtilla

3 commenti:

  1. Che ricordi.... ma quanti anni sono passati dacché la mia maestra Luciana (Triestina DOC) me l'aveva assegnata come compito per le vacanze di Carnevale??? uuhhhhh
    Kly

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla mia maestra non piacevano troppo le filastrocche. Le ho scoperte da sola e per fortuna!!!!
      Quando la mia bimba era piccola ne abbiamo lette tante.... Pensa che ancora adesso a volte una noi due inizia una filastrocca e l'altra la termina....

      ps quanti anni sono passati da allora???? Non voglio fare il conto!!!!!!!!!

      Elimina
  2. Io adoravo la filastrocca di D'Annunzio (Carnevale vecchio pazzo s'è venduto il materasso...) pensa tu, quest'ano finalmente ce l'ho fatta a disegnare Arlecchino!
    Il sogno di una vita! :°D

    Ciao Patricia!

    RispondiElimina