venerdì 20 febbraio 2015

L'enigma di Leonardo

L'enigma di Leonardo
Claudio Paglieri
Piemme 2013



Continua la lettura dei libri di Claudio Paglieri.
Aumenta anche l'interesse per le vicende del Commissario Luciani e per le indagini che svolge.
Diciamo che forse, Luciani sta diventando poco per volta meno antipatico, più umano, però resta il fatto che la simpatia non è di certo il suo forte.
Il libro è ricco di personaggi, di suspence, di morti ma nella prima parte le vicende personali del protagonista surclassano decisamente la storia noir.

Il libro è decisamente più scorrevole del primo che ho letto. Ben architettato tutto il piano relativo agli omicidi. Gli incroci e i collegamenti tra di loro verranno chiariti proprio nel finale. Il fil rouge che li lega, l'enigma, sarà rivelato ma lascerà comunque un dubbio nella mente del lettore perchè c'è anche, ad un certo punto, un mistero che sa di sovrannaturale.
Il dubbio di cui parlo è proprio questo. Quest'aura di mistero intorno a Leonardo e alla sua presunta opera è stata rivelata completamente? O qualcosa è rimasto celato dal pragmatismo degli uomini?

E' un libro comunque scorrevole e che ho letto volentieri. Un libro dove i personaggi sembrano veramente reali con la loro ingordigia, l'avidità, il gusto e la necessità della vendetta.

Certo è che Luciani interviene nell'inchiesta solo a libro inoltrato. A me piacerebbe che fosse più presente sul campo.
Questa è comunque a una scelta dell'autore. Così come è una scelta sua quella i fare di Luciani un vincitore solo nel lavoro mentre nella vita privata è un perdente.  Facile preda dei suoi malesseri psicosomatici, della sua debolezza nei confronti delle donne. Della sua incapacità di gestire i rapporti umani con chiunque.
Myrtilla


2 commenti:

  1. Eh si Patty, Luciani è questo, prendere o lasciare, ma qui un piccolo miracolo si compie, un bimbo riesce a mettere in crisi la fredda esistenza del nostro commissario e a farci capire la sua fragilità
    Chissà forse siamo ad una svolta, l'ultima pagina del libro quasi lo fa presentire...
    flora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Flora,
      prendere o lasciare.... ti dirò che sono tentata di prendere. Continunado a leggere Paglieri, poco per volta, mi avvicino al mondo di Luciani. Non è ancora amore folle come quello che mi lega a Montalbano, Soneri o la banda di Gianni Simoni, però siamo sulla strada buona.
      E' vero che questo bimbo gli scalda la vita. E gliela scombina così tanto da incominciare a scalfire la cinta muraria che tu, in altro luogo, hai definito fase adolescenziale.
      Che stia diventando finalmente uomo adulto?
      Forse sì....
      Ciao!

      Elimina