giovedì 19 febbraio 2015

Sorridere si può

Sarà capitato a tutti di avere quelle giornate sciocche... sciocche per essere educati. :)))
Giornate in cui niente va per il suo verso, i lavori si accavallano uno sull'altro, si deve correre saltando da un luogo all'altro, da una occupazione all'altra. Finendo a volte di fare tre, quattro lavori contemporaneamente perchè c'è urgenza e naturalmente cappellare tutti i lavori alla grande.
Giornate in cui invece di sorridere c'è voglia di gridare... Sì, proprio come diceva una canzone di Pappalardo.. lasciatemi gridaaaaare!!!!

Beh.. decisamente lunedì per me è stata una giornata così . Da girare per casa con  appeso al collo il cartello "ATTENZIONE: MORDO!"

Anche al pc sono riuscita a stare poco, infatti.

Però, ad un certo punto del pomeriggio, diciamo verso  le 15/15.30, il sorriso mi è arrivata dalla Lombardia.
Un colpo di campanello, l'uscita in cortile, il corriere che mi dice "c'è un pacco per lei!".
Sapevo che sarebbe arrivato ma coi precedenti che ci sono tra i corrieri e me, il poco feeling che ci lega, avevo seri dubbi e invece....
Eccolo lì. Il mio sorriso. Quello che mi ha reso la giornata più leggera.
L'inaspettato e graditissimo regalo di  un'amica di tastiera.
Amica sconosciuta nella realtà, vis à vis, ma con la quale intrattengo lunghi scambi di email da tempo, prima attraverso i messaggi privati su un forum di giardinaggio e poi, divenuta lettrice assidua del mio blog, tramite il contattami qui di blogger.

Appassionata lettrice, forse anche più di me, sapendo che non ero riuscita a trovare un libro di Claudio Paglieri me lo ha regalato e insieme al libro mi ha regalato quel sorriso che al momento mi mancava proprio.

Un sorriso di gioia ma anche di affetto per  la gentilezza e la premura.
Per la dimostrazione che anche sul web, nonostante tutto, si possono trovare persone speciali.

Grazie, Flora!

Un abbraccio!
Patricia



12 commenti:

  1. grazie a voi Myrtilla e Patty per la compagnia che mi fate e mi avete fatto nei miei tre mesi di immobilità forzata, per lo scambio di opinioni e di consigli sui libri che amiamo e che ci piace condividere, aver reso più lieta una giornata è una grande gratificazione per mee soprattutto credo che un'amicizia possa nascere anche grazie ad un blog, è vero non ci guardiamo in faccia ma con gli occhi dell'anima e non è poco
    flora

    RispondiElimina
  2. io mordo da qualche mese ormai...

    una relazione a distanza che nessuno dei due riesce a sopportare ma volersi troppo bene per lasciarsi...
    una settimana insieme e nervosi perchè non ci vediamo
    una settimana insieme e preoccupati perchè la settimana prima o poi finisce e ci dobbiamo saltare
    una settimana insieme ma nervosi a bestia
    una settimana soli ma tristi

    un ciclo ormai è diventato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luisa, mamma mia!
      Ci credo al nervosismo! Non è affatto una situazione semplice. E' che a volte non c'è soluzione o per lo meno, non c'è a breve termine.
      Deve essere dura però andare avnati così!
      Coraggio! Troverete un punto di incontro, magari a metà strada. Chissà....
      Un bacione con tanto affetto!

      Elimina
  3. I pacchetti che regalano un sorriso sono una manna dal cielo in giornate come quelle che hai descritto. A me oggi ce ne vorrebbe uno...
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero!
      Io non posso mandarti un pacchetto però un abbraccio caldissimo e un bacio questi sì.
      Prendili al volo!
      Ciaoooo

      Elimina
    2. Fanno bene i baci e gli abbracci, grazie di cuore. :))

      Elimina
  4. Sono contenta per te, solo gli amici possono risollevarci certi giorni... :)

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. VEro, stellina, E non conta che siano amici di vecchia data. Non conta se ci si conosce personalmente o solo virttualmente.
      L'amicizia è anche sintonia e quella (io per lo meno) la provo d'istinto.
      Ciao carissima. Un bacione!

      Elimina
  5. Sicuramente una bella sorpresa.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina