giovedì 19 marzo 2015

19 marzo

Oggi è la festa del papà.

Penso a mia figlia che senz'altro ha comperato un regalino per il suo papo. Che mi ha già detto cosa comperarle perchè sabato possa fargli la torta o i biscotti... non ha specificato. Al legame che c'è tra di  loro. Alle loro chiacchierate, alle discussioni, alla complicità.

Penso al mio papà che non c'è più da quasi 29 anni. Penso al suo sorriso, alle sue mani grandi, a quelle dita spesse, sempre incerottate col nastro isolante nero ma che sapevano fare cose minute e grandi:  cuori al traforo e carezze.

Penso a mio suocero che non c'è più da 21 anni. Al suo essere uomo di una volta, tutto d'un pezzo.

Penso a quanti bambini festeggeranno i loro papà con disegnini e pasticcetti vari che però avranno lo stesso identico valore di un Van Gogh originale per chi li riceverà.

Penso... penso a tutti i bambini che un papà non hanno... perchè se ne è andato con un'altra.. perchè è morto.. perchè è un violento.

Loro non festeggeranno! Sentiranno ancor di più la mancanza di questa figura così importante. Non lo daranno a vedere, magari ma nel loro cuore ci sarà un vuoto incolmabile.

Penso a tutti quei bambini che di papà ne hanno trovato un altro. Perso quello naturale, hanno trovato quello adottivo. Loro sì che festeggeranno.

Perchè essere papà non vuol dire soltanto aver preso parte al concepimento. Vuol dire amare un bambino. Vuole dire accudirlo. Stargli vicino. Consolarlo, educarlo, farlo diventare persona adulta e responsabile.
Per questo non conta il legame di sangue. Conta l'amore! Conta il cuore!

Per questo dico a tutti i papà del mondo, che siano naturali, adottivi o anche due papà nella stessa famiglia


         BUONA FESTA DEL PAPÀ
Myrtilla

14 commenti:

  1. Hai ragione, conta il cuore! Buona festa a tutti i papà del mondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Nick, essere papà o padri solo di nome è una cosa. Esserlo perchè si ama quel figlio, che sia tuo o no, è tutt'altra.
      Ci sono padri biologici che sono bestie e padri adottivi che sono eccezionali.
      Ciao carissimo!

      Elimina
  2. Quanti papà, ognuno con caratteristiche proprie ma sempre meravigliosi papà.
    Ciao carissima
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sinforosa,
      al giorno d'oggi sì, di papà ce ne sono di tanti tipi. Sono cmabiate le famiglie, è cambiato il modo di vivere... L'unica cosa che non deve cambiare mai è l'amore di un genitore per i figli. L'altra è l'amore dei figli per il genitore.
      Ciao e buona serata

      Elimina
  3. e che dire... vorrei tanto sapere cosa frulla nella testa di certi padri NON papà un giorno come questo... compreso il padre del mio primogenito. Il mio cucciolo che la differenza tra padre e papà la sa. Ringrazio Dio che mi ha fatto conoscere Fabio, che attualmente fa da papà a Lino ed è il papà di Fernando, ma ama tutti e due in identica maniera e l'unica differenza sta nell'età dei ragazzi che necessitano direttive diverse..... Auguri a tutti i papà che con dignità portano questo titolo! e un ricordo al mio che mi ha lasciato quasi 7 anni fa, ma è ancora con me, sempre....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Kly, se sei stata sfortunata nel primo caso sei stata benedetta dalla fortuna nel secondo.
      Hai trovato un Uomo vero per te e un Papà vero per il tuo cucciolo.
      Sono convinta che il tuo cucciolo lo sa e contraccambia l'amore che Fabio ha per lui.

      I papà che ci lasciano,,, purtroppo fa anche parte della vita ma... chi li dimentica?

      Elimina
  4. Bel post, mi unisco agli auguri^^

    Moz-

    RispondiElimina
  5. Meglio un papà adottivo presente e affettuoso che un papà vero che non c'è o che è violento o altro., i papà (e le famiglie) si creano .. e a volte è meglio così. Scusa il ritardo e auguri a tutti i papà compreso il tuo. A presto ... Dream Teller ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con te Dream.
      Non è il "sangue" che fa di un genitore un buon genitore.
      Ci sono padri naturali che sono bestie e padri adottivi che sono favolosi. E viceversa.
      Nessun ritardo Tranquilla!
      Ciao!

      Elimina
  6. Sei speciale, Patricia...
    Sai che la bambolotta ha dato il suo primo lavoretto per la festa del papà al Fatalista?...poi però...l'ha voluto indietro quasi immediatamente!!!

    RispondiElimina
  7. Ciao Fortunata.
    Chissà la faccia del papà a riceverlo e poi vederselo riprendere.... :))))) I bambini sono unici! Sono incredibili!
    La nostra quando era piccola firmava sempre i suoi lavori con la scritta tua figlia Valeria e il cognome! Come se suo padre non avesse saputo come si chiamava! :))))

    Comunque se proprio vuoi saperlo, il papà, ha una busta strapiena di "regali" della figlia. Sai quanti sono in 25 anni????

    RispondiElimina
  8. Essere padri (o madri) è il mestiere più difficile del mondo e sicuramente non è il concepimento la parte più difficile o quella più importante.
    Bella riflessione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Romina.
      Sai, mia nonna diceva sempre che i figli non sono dii chi li concepisce o li mette al mondo. Sono di chi li cresce.
      Aveva ragione! Ci sono genitori adottivi che sono migliori di quelli genetici, a volte.
      Buona giornata!

      Elimina