domenica 15 marzo 2015

Ricordi

Non si vive di ricordi.
I ricordi però fanno parte di noi.
Sono la nostra memoria. La certezza di quello che siamo stati o abbiamo dato e ricevuto, fatto e subito.
A volte, sono le cicatrici del nostro passato. Quella ruga sulla fronte che più che vedersi si sente bruciare.
Non ci devono comandare, i ricordi. Ci devono accompagnare lungo il percorso. Noi, padroni della nostra vita, loro accompagnatori occasionali pronti a farci compagnia in determinati momenti.
Ruoli ben definiti. Confini netti.
Noi e loro. Soprattutto noi!
Myrtilla

15 commenti:

  1. A volte ci si fa sopraffare dai ricordi e non si vive la vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so effe. Purtroppo il rischio lo corriamo sempre.
      Bisogna lottare per sfuggirlo, però... o, per lo meno, per non lasciarsi sopraffare.

      Elimina
  2. Io invece non riesco più a percepire nessun tipo di separazione tra me e i ricordi. Non è facile a spiegarsi, ma è come se gran parte del mio passato sia ormai parte integrante del mio presente e più passa il tempo più è così...
    Aveva ragione Battiato quando cantava: "Strano come più si invecchia più affiorano ricordi lontanissimi...".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ivano, guarda che tra te e me non è che ci siano poi tanti anni... forse anche pochi, se ci sono.

      Mia nonna diceva sempre che il primo sintomo di "vecchiaia" è ricordare avvenimenti antichi.
      Quindi sto invecchiando anch'io visto che vengono a galla ricordi che non credevo nemmeno di avere.

      Che il passato sia parte integrante della nostra vita sì. Anche del presente. Quello che volevo dire io è che non si può e non si deve vivere soltanto di ricordi. Quelli non vanno eliminati perchè quei ricordi siamo noi. Lasciarci comandare da loro è diverso. Vivere soltanto di loro no. Non mi va bene!
      Voglio vivere con un occhio al passato e l'altro, occhiali compresi, al futuro. Alla faccia dei miei anni. :)

      Elimina
  3. Ciao Pat,
    non si vive di ricordi, ma tutti noi siamo la somma delle nostre esperienze e i ricordi sono il tessuto connettivo della vita, nelle sue molte sfumature:)
    Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto carissima.
      Non si devono ripudiare perchè sarebbe come ripuldiare se stessi.
      Non devono comandarci però.

      Elimina
    2. Scusa ho spedito prima di aver finito.
      Ciao e grazie!

      Elimina
  4. Che parole bellissime ♥ che i ricordi sono la certezza di quello che siamo stati è verissimo ^^ Non si vive di ricordi ma loro ci costruiscono nel momento in cui li viviamo ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, stella!
      Hai anche ragione a dire che ci costruiscono poco per volta. Senza di loro cosa saremmo? Sacchi vuoti

      Elimina
  5. Bisogna saper trovare il giusto equilibrio tra i ricordi del passato e l'attesa del futuro per vivere appieno il presente..... ma non sempre è facile. =)
    Dani

    RispondiElimina
  6. I ricordi sono la mia vita parallela: a volte mi ci rifugio e volte ne scappo via...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che più o meno facciamo tutti così. A volte nei ricordi sguazziamo, altre preferiamo allontanarli.

      Elimina
  7. I ricordi vanno "ricordati" con freddezza e con un sorriso, tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte il sorriso sembra più un ghigno quando i ricordi fanno soffrire.
      Però, sì, bisogna imparare a conviverci senza lasciarsi mai sopraffare.

      Elimina