domenica 21 giugno 2015

Come un fiume

La vita è come un fiume.
Nasce  che pare esile ma ha già in sè la vigoria del domani e la stanchezza del giorno successivo.
Man mano che scende a valle si ingrossa e si fa impetuoso. Irruento. Quasi prepotente nel suo desiderio di corse e raggiungimento di obiettivi.
E si amplia per poi restringersi e riallargarsi tra salti e cascate e slarghi pacifici. Con argentee trote guizzanti e infide biscie d'acqua.
Quando arriva in pianura, si dilata e mollemente corre verso il suo destino finale.
Con calma e rassegnazione.
Solo a sprazzi turbato dagli eventi. Un'impennata.... un tentativo  a volte riuscito di ribellione e poi di nuovo la placidità sospirante di chi ormai.....
Fino alla fine.
E' la stanchezza del dopo domani.
Myrtilla.

4 commenti:

  1. una descrizione davvero calzante!
    Brava e buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie stella!
      In fondo la vita continua a scorrere anche quando a noi sembra che si sia arenata, incagliata su problemi di varia natura ed entità.
      Basta dare un'occhiata alle proprie spalle per rendersi conto del tempo trascorso e... del nostro invecchiare!
      Bacio! Buona domenica!

      Elimina
  2. Come un fiume... bellissima allegoria, poetica e ben descritta, mitica Patricia!
    Un salutone elfico:
    Buona splendida solare domenica ^__^

    RispondiElimina