lunedì 6 luglio 2015

Pomeriggi estivi

Di questi pomeriggi estivi, assolati e roventi, amo la grande pace.
Amo il silenzio ostinato che rende la campagna quasi un sogno.
Silenzio rotto solo da grilli e cicale che se la godono felicemente prendendo la vita per quello che è, secondo loro. Un gioco eterno.

Anche il vento oggi tace. Soffia leggero tra le foglie degli alberi ma in sordina. Le smuove appena. Sussurra loro chissà quali parole dolci e mielose ma, timido, non si fa udire da alcuno.
I passeri e le rondini, di soliti ciarlieri e assordanti, in questo momento fanno la siesta. Troppo forte il sole e il calore pure per loro.
Api e bombi ormai sazi di nettare di lavanda e rosmarino, si godono la frescura tra le foglie, ben nascosti.
Le galline cercano refrigerio nei buchi che hanno scavato sotto agli olmi, terra secca. Forse fresca. Tutti in gruppo. Beatamente.

Le auto, sull'autostrada oltre la fila di case, sembrano svanite nel nulla. Inghiottite da quel buco nero che è l'afosa estate  piemontese. Un rombo ogni tanto, come di rumore che ha perso l'orientamento.

In pace col mondo, immersa in questo silenzio da fiaba, scrutando il cielo azzurro slavato dall'umidità, spero in una nuvola che sappia di temporale e di frescura. O almeno in un venticello che asciughi l'umidità dell'aria che incolla l'abito al corpo, il corpo alla sedia.

Benvenuto, Luglio!
Myrtilla

20 commenti:

  1. Io, devo ammetterlo, non amo l'estate. Sono nata al suo apparire e non la amo. E' vero, ci si riposa, magari ci si rinfranca, ma non mi piace il caldo afoso né questo dilatarsi del tempo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sì, Luz. Non sto al sole, anzi.. rigorosamente all'ombra ma nonostante questo vedere il sole che splende, sentire il caldo per me è una delle cose più belle.
      Purtroppo se ci fosse soltanto il sole ma il clima fosse secco si starebbe meglio. Qui in Piemonte invece l'afa regna sovrana.... ma vedo che anche in altre parti d'Italia si boccheggia come qui.

      Elimina
    2. L'estate è anche la stagione dove si moltiplicano gli incidenti... e morire per il caldo o per un tornado è veramente strano!!!

      Elimina
    3. Si muore anche per 40 coltellate come la mia concittadina sabato mattina.... concittadina e coetanea..... :(
      Forse il aldo dà alla testa. Forse peggiora la situazine di chi è già fuori rotta col cervello.

      Elimina
  2. Sembra davvero come un dipinto, leggero, tiepido che mitiga il bollore di questi giorni....
    nella realtà mi immagino Patricia tuttttta sudata con le gocce che allagano i campi e i pensieri che dicono
    "Voglio la pioggia di due settimane faaaaaaaa" ahahahahaha

    Ciao Patri. Un salutone affettuoso
    con tutto il mio sudore appiccicoso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appiccichiamoci pure Daniele!!!!! Qui c'è l'acqua che cola dalla schiena e sulla fronte....
      Ciao bello!!!!

      Elimina
    2. A chi lo dici.... Ho sempre amato il caldo e odiato di brutto il freddo,.. ma ora diciamo che anche 30 gradi vanno benissimo.
      d-:

      Elimina
    3. A 30 graedi si respira, vero?????
      Basterebbe meno umidità nell'aria forse....

      Elimina
  3. Che dire? Condivido parola per parola. W l'estate!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ivano. Non credo che a Firenze faccia molto più fresco che qui, ma l'estate è estate.
      E' la mia stagione preferita. Sarà che ci sono nata, sarà che col freddo andrei in letargo come gli orsi.. non so! Nonostante non ami stare in spiaggia al sole, anzi al sole proprio non ci sto mai, quando ci sono queste giornate io rinasco.. voglia di lavorare poca magari però con calma... ahahhahahaha

      Elimina
    2. Ivano, hai anche tu sangue di iguana? :-)

      Elimina
    3. IguaLandi e IguaMoll..... :))))))

      ps io penso già con terrore all'inverno prossimo,.... brrrrrr

      Elimina
  4. No, che viva l'estate -_- Io concordo con la cara Luz! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pussa via Glò!!! ahahhaahhahahahahahah non ti piace l'estate? A me sì, tanto!!!

      ps rimani pure che vado a prendere un bel gelato Ne vuoi?

      Elimina
    2. Evvai, Glo, sentivo che l'avremmo pensata uguale!!! :-D
      Patricia, secondo me in 7 miliardi al mondo ci dividiamo esattamente in un fifty-fifty fra chi la ama e chi la detesta!

      Elimina
    3. Potremmo fare il doppio come nel tennis...
      La squadra del freddo (tu e Glò) contro quella del caldo (Ivano ed io)...
      Bella partita!!!!! ahahahahahahh

      Elimina
  5. Ce ne lamentiamo...ma presto la rimpiangeremo questa estate, come la precedente e l'altra ancora...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema Fortunata è che non siamo mai contenti. I fa tropo caldo, o fa troppo freddo... d'inverno ci lamentiamo per freddo neb bia neve gelo... d'estate per il caldo per l'afa....
      Tu pensa se il clima dovesse darci retta.... a quest'ora sarebbe emigrato chissà dove ;))

      Elimina
  6. In un attimo, con il tuo bellissimo racconto, sono tornata alla mia infanzia. A quel silenzio estivo che ricordo con profonda nostalgia.
    E' da allora che amo l'estate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna.
      Mi fa piacere che ti abbia riportato ala mente mometi magici. Sono contenta ancora di più di averlo scritto. :))
      Un abbraccio.

      Elimina