venerdì 11 settembre 2015

Da lontano giungesti


Arrivasti
dalla fine dei mondi.
Da lontano 
giungesti.
Da cosmico coito
nacquero
figlie rilucenti
e
splendenti maschi
avvolti
in scialli polverosi
e
sfavillanti.
Idea
eri
prima di tutto
Solo dopo
pensiero fisso.
Tessuto
in aromatico profumo
Forgiato
in profondo dolore
Pensato
in travolgente balenìo
Vissuto
in tempestoso respiro.
Il tuo nome?
Amore.
Myrtilla

6 commenti:

  1. una descrizione supermegagalattica .... hai reso l'idea benissimo ....grazie di esistere ... ok l'ha detta ... cantata ... qualcun'altro ..... buonissima giornata ....il cielo è accigliato ma tornerà sereno ....
    giusi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Graazie infinite Giusi!!!!!
      Il sereno torna sempre. Magari non subito ma torna! Ci dobbiamo assolutamente credere.
      Ciao

      Elimina
  2. Che bella descrizione... Eh si, l'amore è proprio tutto questo... Non avrei saputo spiegarlo meglio...

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maira, grazie infinite!
      Tu lo stai spiegando con il tuo racconto a puntate.....

      Elimina
  3. brava Myrtilla, sempre più brava

    RispondiElimina