mercoledì 23 settembre 2015

In memoria di Pablo Neruda


In memoria del mio amato Poeta Pablo Neruda 
(12 luglio 1904 - 23 settembre 1973)

Indegnamente gli dedico un'ode.
A memoria della sua grandezza e non solo.
Come grazie per le sue opere.
Come riconoscimento per i sogni che mi ha regalato.
Ciao, Pablo! 






R icordi
I  l
C olore
A rdente,
R uvido
D olore
O ltraggioso.

         N on
         E vitasti
         F iorito
         T esoro
         A raucano
         L ingue
         I ngiuriose

                   R abbie
                   E sternate.
                   Y aravì
                   E levarono
                   S telle

Yaravì = canto triste e malinconico

Myrtilla


Per Glò
Aĺle 13 ci sarà un post a sorpresa :) 

14 commenti:

  1. Anche per me incantevole .... molto bella la tua ode ....ricca di emozione ... buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie bella! Spero di aver imparato almeno un briciolino ino ino dal mio Maestro!
      Pia illusione! :)))

      Elimina
  2. Le più belle parole d'amore le ha scritte lui, ricordo sempre con malinconia cose che lessi da giovane e che compresi solo con la maturità e l'esperienza, o forse quando incontrai l'amore per la prima volta: " corpo di Donna mia,
    persistere nella tua grazia".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Max, questa poesia si intitola proprio Corpo di donna dalla raccolta Venti poesie d'amore.
      Per me... è un Maestro!!!! L'ho sempre amato.

      E... Non t'amo come se fossi rosa di sale, topazio o freccia di garofani che propagano il fuoco: t'amo come si amano certe cose oscure, segretamente, entro l'ombra e l'anima

      ehhhhh. (sospiro profondo con occhi sognanti... :)))

      Elimina
  3. Io sono legato a una sua poesia che non ho più a portata di mano. Parlava di "occhi oceanici" in riferimento a una donna. La conosci?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ivano,
      Chino sulle sere tiro le mie tristi reti ai tuoi occhi oceanici
      E' questa?
      Si intitola proprio Chino sulle sere della raccolta Venti poesie d'amore e una canzone disperata.

      Immenso autore!

      Elimina
    2. Sì, è proprio questa. Grazie Patricia :))

      Elimina
  4. Un bell'omaggio al Mito *__*
    E ancora grazie per il post ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Glò, spero che non si offenda :)))
      Arrivare alla sua grandezza però...non è da me!
      Ancora prego!!! :)))

      ps ma tu dormi qualche volta???? :D)

      Elimina
  5. Anch'io sono una grande ammiratrice di Neruda... un audace :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Audace... sì! Coraggioso nelle sue denunce.
      Per me...immenso!

      Elimina
  6. Sì, ma qui è roba sofisticata ....... Patri, Patri .... magnifica!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Squitty!
      Ho tribolato pareccchio questa volta...

      Elimina