domenica 27 settembre 2015

Nella notte


Strisce di nuvole grigie si alternano a nero cielo notturno. Cercano di far velo all'ira di Zeus che lancia rapidi strali luminosi.
Forse litiga di nuovo con Era. Si sa come sono quei due...
O forse, no! Forse sta discutendo con Eolo che più sotto sbuffa. Sì! E' con lui che brontola.
E ora, Eolo sta perdendo la pazienza. Lo sbuffo si fa più forte, diventa vento. Poi quasi bufera che spettina le chiome degli alberi e ne stropiccia i rami.
Intorno, tutto silenzio. Solo il suo sbuffare nervoso si sente, impertinente e ribelle!
Del Padre, solo la rabbia si vede. Non se ne ode voce.
Ma, d'improvviso, torna la calma. Un latrare lontano e tutto si cheta.
Myrtilla

9 commenti:

  1. Mi sembra di avertelo già detto... se fossi vissuta nei tempi antichi saresti stata una mitografa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ivano,
      sarà che la mitologica greca e romana mi sono sempre piaciute. Così simili in fondo all'umanità con le ire, le invidie, le lotte intestine....

      Elimina
  2. Per fortuna qua ieri niente Zeus e Eolo, solo una gran bella e fresca giornata autunnale :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fai accorgere che non ho messo la data, Miki.
      Il post era programmato per oggi ma questo temporale senza pioggia c'è stato qualche notte fa.
      Ieri sole e calduccio. Oggi nuvoloso e freschino...

      Elimina
  3. Io amo Zeus ed Eolo, e se stanno insieme ancora meglio... quelle belle tormente come piacciono a me. :)

    Ispy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ispy, quelle da vedere stando chiusi jn casa, dietro ai vetri. Gli alberi che pare si inchinino alla terra, il cielo nero attraversato da fulmini stupendi e paurosi..
      sì, piacciono anche a me!

      Elimina
  4. Mi piace quando sipeghi i temporali.

    podi-.

    RispondiElimina
  5. Animismo direi più che mitologia e paganesimo: il grande fascino della fantasia

    RispondiElimina