domenica 13 settembre 2015

Tempo malefico!

Già! Tempo malefico!
E per una volta le previsioni erano davvero giuste!
Ma partiamo dall'inizio.

Ieri vi ho parlato delle sagre che si stanno svolgendo ad Asti.

Ieri sera, nonostante fosse grigio grigio, siamo partiti tutti e tre. Vuoi non andare a fare un giro? Vuoi non andare a mangiare?  Blue jeans e kway e via... pedalare.....

L'apertura dei vari "ristoranti" avrebbe dovuto essere alle 20. Noi siamo arrivati alle 19.15 per non trovare troppa gente e... Campo del Palio col suo Villaggio enogastronomico era già ben popolato. Un centinaio di persone già presenti , e molte col piatto in mano.
Miseriaccia!!! E noi che speravamo... va beh! Non bisogna lasciarsi prendere dallo sconforto. :)))
Incomiciamo a guardarci attorno. Cosa mangiamo? Dove ci fermiamo?
Beh.. dove ci fermiamo.. ovviamente alla casetta con meno coda :))

REVIGLIASCO D'ASTI
  con la sua polenta e lo stufato di vitellone  piemontese alla barbera d'Asti.
4.50 euro alla porzione, caldo caldo, tenero tenero e buonissimo.
Mangiato in piedi con le posate biodegradabili e i piatti di mais, altrettanto ecologici.
Tasca delle sagre appesa al collo e dentro il bicchiere di barbera. Buon vino, oltretutto. Giovane forse ma veramente buono. 0.5 al bicchiere... spesa folle!!!!!!!


Poi, gettati i piatti negli appossiti bidoni si ricomincia il giro.
Di cose buone da mangiare ce ne sarebbero a iosa però c'è altrettanta gente affamata. Code lunghe alle varie casse, altrettanto lunghe dove consegnano i piatti....
Intanto noi giriamo e poi.... poi scegliamo.

MONTECHIARO D'ASTI stand n. 10 Risotto al tartufo e ci fiondiamo.
Indietro ci fiondiamo... ragazzi!!! Circa 50/60 metri di coda, in fila 4 per 4, si come i suv.... :O

Ok. Cambiamo genere. Mentre riprendiamo la cartina, la figlia vede la casetta di  SANTA CATERINA DI ROCCA D'ARAZZO stand n. 4, con gli agnolotti  al sugo di carne.
Oltretutto una coda decente... una decina di metri soltanto. Perfetto.
3 porzioni di agnolottini più piccoli dei miei, molto buoni con un buon sugo. 4.30 euro a porzione. Altra spesa folle!!!!!

Sempre in piedi, spintonati un po' da una parte e un po' dall'altra perchè intanto i mangioni delle sagre  sono aumentati notevolmente.

E si mette a piovigginare. Qualcuno tira fuori gli ombrelli ma in quella calca...
Noi apriamo i nostri kway d'anteguerra ma chisssene....  così abbiamo le mani libere per mangiare e non diamo fastidio agli altri. Due infatti bisticciano perchè con gli ombrelli a momenti si cavano gli occhi.
Non so se era proprio così, però qui il vino circola. Un bicchiere da una pro loco, uno da un'altra e poi da un'altra ancora... si fa preso a fare litro, eh...

E ora? Che.. andiamo a casa per quattro gocce? Toh! Son già finite.... perfetto. Via il kway che fa sudare e alla ricerca di qualcosa d'altro.

Il marito punta su CELLARENGO con le tinche in carpione. Si mette in coda mentre la figlia ed io decidiamo per i dolci.

VILLANOVA D'ASTI stand n. 3 offre le pesche ripiene al cioccolato.
Altra coda... una cinquantina di metri ma per fortuna è stata veloce. A parte che ho imparato molte cose sulla degustazione del vino perchè prima di me c'erano due giovani e lei, con il suo calice tra le mani, spiegava a lui come si degusta il vino, perchè l'uso di determinati bicchieri, la differenza tra i bicchieri italiani e quelli francesi.... eccetera eccetera...
E poi, so quello che le due donne dietro a me hanno mangiato ieri sera e nelle manifestazioni precedenti  perchè "lo scorso anno ho preso  la trippa ma quest'anno voglio cambiare" , "anch'io l'anno scorso ho preso le pesche al ruchè e questa sera voglio queste al cioccolato"...

Insomma..non chiedetemi spiegazioni ulteriori sul vino eh... seguivo due conversazioni diverse e ogni tanto qualcuno tagliava la fila  per passare da una parte all'altra della piazza. :)))
Chi chiedendo scusa devo solo passare e chi invece si incuneava come un ariete fregandosene degli altri. Va veh.. lasuma stè... lasciamo stare!

Per fortuna che quando io ho avuto i biglietti per le pesche è arrivata la figlia e la coda per ritirarle se l'è fatta lei... più corta però per fortuna.

Per l'ennesima volta ricomincia a piovere. Non importa, tanto non è forte. Andiamo a prendere lo zabaglione al moscato d'Asti, stand 30,  REVIGNANO.
Come cantavamo da bambini... col ca.. col ca.. col cavolfioreeeeee!!!
Impossibile anche solo vedere la casetta. 
Decidiamo di girare ancora e curiosare. Qualcosa troveremo giusto?  

Sì, una pioggia forte e insistente. Ok... è proprio ora di tornare a casa, anche perchè l'auto è lontana. Fin qui  in auto non si arriva. Tutto chiuso al traffico. Solo a piedi o con la navetta.. se riesci a salirci sopra.. Avete presente quei bus africani con le persone sopra al tettuccio, attaccate ai maniglione delle portiere? Ecco.. la situazione è più o meno quella :)))

Prima di tornare però, tra una goccia di pioggia e l'altra, ci troviamo di fronte alla parte laterale dello stand di MONTIGLIO. Qui non servono da mangiare ma vendono prodotti tipici. E noi ci compriamo la colazione per oggi...
I biscotti Novara con gli zuccherini sopra (buoni), il cavagnin tirà (cestino lanciato, lo so, che è strano ma non chiedetemi spiegazioni :))) ) una frolla a strisce che ricopre una intera pera  cotta al forno (buono), la stirà, una treccia dolce,  (buona) e la turta 'd nisoli (la torta di nocciole piemonte) OTTIMA!!!!!!!!

Passata una bella serata? Sì, indubbiamente. Stanchi? Sì, in  fondo quella confuzione stanca davvero. Abbiamo anche rischiato di perderci perchè quando c'è tanta gente così basta che uno a caso (il marito) faccia passi più lunghi che un'altra (io) resto indietro... :)) Menomale che ad un certo punto mi son sentita prendere in un polso da una mano che sbucava da un kway azzurro.. 
"papà dove è?" "boh!" Comunque lo abbiamo trovato, Ci aspettava nell'unico angolino un po' più libero. Ma tanto come la Torre di Pisa svetta, perciò....

Però adesso mi viene  un dubbio...No.. scusate, eh ... non è che forse era proprio quello che sperava??????????????????
Con la scusa della confusione...... :)))))
Ciaoooo

Myrtilla


QUI il pdf della piantina.

QUI tutti i piatti offerti.


18 commenti:

  1. Wow, che delizie e....CHE PREZZI!!! come ti ho detto, anche qui si è appena conclusa la festa dell'uva, anche noi siamo andati a fare un giro e abniamo manguato fuori in compagnoa di amici, ma i prezzi erano il dopppio! Tapulon (macinato d'asino con polenta) 7.50€ e un bicchierino piccolo di rosso, e non dei migliori, 2€ , e arrivavano fino a 4-5€ il bicchiere! Una vera rapina! Piatyo di formaggi (4 tipi e per niente abbondante) 6€!!! Dolce? No grazie, faccio a casa? Ecco, devo venire a vedere quella di Asti assolutamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che i prezzi rispetto allo scorso anno devono essere aumentati. Da quello che ho sentito ad ogni piatto hanno aggiunto 0.50 centesimi che dovrebbero andare in tasca alla Camera di Commerico. Sono però voci corridoio. La mano sul fuoco non ce la metto.
      E sinceramente cosa abbiamo pagato lo scorso anno non lo ricordo proprio... :)))
      Purtroppo ieri con quel temporalaccio non so se hanno fatto tanti affari... appena ho notizie le posto.
      Lo scorso anno visto che c'era il sole hanno superato le 250 mila presenze!!!!!!!
      Cose folli!

      Sì, decisamente dei bei prezzi lì!

      Elimina
  2. Comunque ieri davvero mi sono resa conto di sti prezzacci anche nei ristoranti che se fossimo a Milano spenderesti il doppio, anche non alla sagra. E pure in macelleria, oggi ho fatto l'arrosto preso sì, tentando di replicare la ricetta del piatto preso da mio marito, cioè una sorta di sughetto di mele, venuto veramente bene per le mie scarse capacità, ma davvero è merito del pezzo di carne spettacolare. Prezzo? 13 euro al kg che manco i polpettoni pronti della grande distribuzione. Sandra ps. sì anch'io odio il casino e spesso non vado in posti promettenti proprio per questo motivo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sandra... Milano è tutta un'altra città! Più grande, più di corsa... ci credo che i prezzi siano più alti.
      Diciamo che qui se hai tempo e giri, riesci a trovare dei posti con la roba buona e prezzi abbordabili. Certo che se uno esce dal lavoro e ha fretta fa la spesa dove riesce.

      Il casino non mi piace ma per le sagre faccio un'eccezione!!!!
      Ciaoooo

      Elimina
  3. Che belle le serate trascorse così!
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una volta ogni tanto ci vogliono proprio!!!!!
      Ciaoooo

      Elimina
  4. Mi spiace che il tempo sia stato poco clemente.
    Però, diamine, non puoi fare un elenco così accurato di dolci a un goloso come me! Pesche alla cioccolata, zabaione al moscato... roba che la mia bocca sta gocciolando al solo pensiero! Se rivado a Torino devo passare ad Asti, ecco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ariano goloso????????????????????? Ma noooooo!!!!
      Anch'io! Alla follia. ahahahahahahahahah

      Di sagre ormai fino all'anno prossimo non se nen parla più ma se ti interessano le pasticcerie.....
      Se vuoi l ricetta delle pesche ripiene te la do volentieri!

      Elimina
  5. una seratina niente male...peccato per la pioggia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacevole la serata e la pioggerella... A noi è andata bene.La pioggia vera e propria è iniziata nella notte ed è durata fino a ieri verso mezzogiorno.
      Niente sfilata e in piazza non so se hanno fatot affari... appena ho notizie ve le posto.
      Certo che le varie proloco hanno lavorato un anno per l'occasione e veder andare tutto a monte così... girano!!!!!!!

      Elimina
  6. ma capperi .. che menù.... incredibile certo che non liferma nessuno per mangiare ..... mi è venuto un languorino ... buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giusi.
      C'è sempre molta gente ma poi penso che quest'anno, in molti abbiano anticipato al sabato sera proprio perchè le previsioni on erano buone.
      E' che spostare tutto non si può visto che domenica prossima correranno il palio
      Buon pomeriggio

      Elimina
  7. Magari il marito cercava di liberarsi di voi :)
    In ogni caso menù molto ricco... Ogni tanto ci vuole :)

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il dubbio è venuto anche a me Maira... :)))
      Però.... liberarsi della moglie ok, ci sta. Liberarsi della figlia... non credo proprio!!!!!

      Sì, si poteva scegliere quello che si voleva. Bastava solo girare e fare code....

      Elimina
  8. quante leccornie!!!!!
    Per me il problema è che non pazienza a far le code, ma queste sagre sono proprio belle

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusami Flo, mi sono persa il tuo commento.... :(
      Le code sono veramente noiose. Tennendo conto poi che ci sono sempre i furbetti che cercano di passarti davanti ti vien voglia di inforchettare loro.
      Però, ripeto.. essendo una volta all'anno.... :)))
      Purtroppo quest'anno alla domenica ìi hanno rimesso parecchio. E' piovuto fino dopo mezzogiorno e come facevano ad acendere i calderoni sotto l'acqua????

      Elimina
  9. Apoteosi del golosone! Mille tentazioni...ecco le file però mi convincono a restare a dieta ;-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai, PInkg, basta organizzarsi... uno fa la coda qua e l'altro là... poi, per una volta all'anno se po fa!!!!!!!

      Elimina