domenica 4 ottobre 2015

Autunno colora


L'autunno colora le foglie. Le riempie di mille sfumature di rosso, dal più timido al più sfacciato. Dopo, da buon orafo, le coprirà d'oro. Sorriso di falsa benevolenza prima di farle precipitare al suolo e costringerle ad un lungo sonno. In ultimo, le avvizzirà.
A camminare su un tappeto autunnale pare quasi di pestare anime morenti che con un estremo frusciante gemito sembrano chiedere aiuto.
Ma, in natura, niente muore definitivamente. Tutto passa per ritornare e così fanno le foglie che, umide di pioggia, si disferanno e diventeranno humus per arricchire il terreno che nutrirà l'albero in previsione della nuova primavera ricca di germogli.
Ed ecco che torneranno in vita. Non saranno loro ma le figlie le quali avranno dentro di sè la linfa atavica.
Col passare delle stagioni, questa gioiosa macabra danza continuerà nei secoli.
Stagione dopo stagione. E tutto cambierà per restare immutato.
Myrtilla








21 commenti:

  1. La natura regala sempre belle sorprese.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Vincenzo. Se poi il tempo fosse bello, chissà che colori!
      Buona domenica

      Elimina
  2. quanta tristezza!!!! Ma è vero, funziona così

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me l'autunno mette tristezza. E' il preludio dell'inverno, del brutto tempo, del freddo... ma arriverà anche la primavera eh...

      Elimina
  3. le stagioni come la vita........non ci voglio pensare!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo di sì, Flo.
      E' solo che chi è ancora primavera ed estate non se ne rende conto. Quando si incomincia ad essere autunno.. ci si pesa.
      Un bacione!

      Elimina
  4. Pensa, sarebbe ancora più macabro se facessimo così anche noi esseri umani. Bleh... perdona la visione, ho rovinato la poesia del post :D

    RispondiElimina
  5. CervelloBacato (perchè poi?)
    ti racconto una cosa. Mio padre era pescatore. Quando è morto ha voluto essere seppellito nella terra anzichè nei loculi perchè così... sarebbe diventato cibo per i vermi i quali in qualche maniera sarebbero finiti in bocca ai pesci e lui sarebbe tornato in vitae al suo torrente..... Lo diceva per ridere però visto che il cimitero di Asti è costruito a fianco del torrente Borbore e non lontano dal fiume Tanaro, più di una volta le loro acque sono andate a... trovarlo con le alluvioni.

    Non hai rovinato niente, come vedi :)))
    Però se ci pensi, in qualche maniera noi comunque restiamo sempre in vita anche dopo la morte. Qualcosa di nostro passa ai figli e poi ai nipoti... sempre meno è vero ma è meglio che niente!

    Ciao :*)

    RispondiElimina
  6. Ciao Patricia, ti ho aggiunto al mio blog, un caro saluto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pasquale Sono venuta a leggere nel pomeriggio.
      A presto e buona serata

      Elimina
  7. I colori dell'autunno sono stupendi!
    Non per essere pesante, ma la vita senza la morte non potrebbe esserci... a noi umani garba poco la faccenda, ma è la realtà.
    Ognuno affronta l'argomento in base a quello in cui crede o non crede, l'importante è farlo perché a metter la testa sotto la sabbia non ci si guadagna molto.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti Effe l'unica cosa certa della vita è che moriremo. Come quando dove perchè non nè dato per foruttna di sapere ma sappiamo che accadrà.
      Ed è anche giusto così. Ricambio! Rinnovamento!
      Io personalmente credo che comunque qualcosa di nostro resterà sempre. Sarà nei geni che trasmettiamo ai discendenti Negli insegnamenti che abbiamo dato loro.
      Nel ricordo che loro avranno di noi.
      Ciao bella!

      Elimina
    2. Infatti, siamo nel percorso che facciamo e in quello che costuiamo.
      Baci

      Elimina
  8. L'autunno come stagione non mi piace molto, mi mette tristezza, sarà che abito in una città di mare dove gli alberi sono quasi tutti pini e palme sempreverdi e l'unica variante con l'estate è il cielo grigio...
    Però ho sempre amato i colori delle foglie autunnali, anche se per ammirarli devo spostarmi verso l'interno, nella Tuscia in particolare. Ecco, forse se vivessi in un luogo del genere, dove tutti gli alberi si colorano, forse l'autunno mi piacerebbe di più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui in campagna i colori sono stupendi, però..... però pensare che indicano che si va verso l'inverno, il freddo la neve... mi vien voglia di scappare ai tropici! Altro che tristezza!
      Cielo grigio, stamattina nebbia, la stufa a legna è accesa..... quando finirà?????????????
      :)))

      Elimina
  9. L'autunno mi trasmette una strana "allegra malinconia", non so spiegare questa sensazione, ma mi piace!

    RispondiElimina
  10. Beataa te Crilù! A me mette tristezza e basta... sì, ha colori stupendi, caldi, però è l'anticamera di una stagione che cancellerei dal calendario!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AHAHAH! Per me invece è l'anticamera di una stagione bellissima! Tra una giornata sommersa dalla neve e una giornata di solleone preferisco centomila volte la prima!!!

      Elimina
    2. Noooooooooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!
      So le so le so le.. eternamente sole! :))))

      Elimina
  11. Mi piace molto l'idea del riciclo naturale ;) E adoro l'autunno e l'inverno *__*
    Le foto rendono giustizia ai meravigliosi colori della natura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Glò, io credo che in natura niente vada perduto per sempre. Se è naturale. Non parliamo di plastica o altro.
      Tutto va e poi torna. Forse non ci soffermiamo a pensarci, tutto lì.

      Elimina