giovedì 26 novembre 2015

La terra tradita


La terra trema.
E' scossa da uno spasimo di morte.
Sulla sua pelle,
escono bubboni purulenti
di morti, sangue, macerie.
Crateri come piaghe
si aprono nel suo cuore.
Sono i suoi figli
che ammazzano altri figli.
Sangue che chiama sangue.
Odio che vuole odio.
Ferocia che divora ferocia.
Pensare
che basterebbe poco
per guarirla:
un rettangolo di stoffa iridata
e altri milioni identici.
Benchè conficcati profondamente
nel suo corpo,
la farebbero rinascere
come una carezza di ali di farfalla
risveglia primavera.
Myrtilla


Dedicato al mondo intero. Che si svegli e comprenda!
Myrtilla

7 commenti:

  1. Fino a che cìè il dio Denaro, il mondo non potrà comprendere.
    Anche noi siam parte di questo sistema...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Miki! E insieme al dio denaro anche il dio egoismo!

      Elimina
  2. E' una poesia valida per ogni epoca... passata, presente e futura.


    Ispy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti Ispy, questa poesia risale all'11 settembre 2001.
      Ritrovandola nel mio archivio mi è sembrata ancora troppo attuale!
      Per la miseria! Migliorare mai noi essere umani, vero?

      Elimina
  3. Attuale...anche più attuale di ieri purtroppo...

    RispondiElimina
  4. Attuale...anche più attuale di ieri purtroppo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, Pinkg, speriamo solo che sia anche più di domani... starebbe solo a significare che un po' di umanità e buonsenso è entrata nella testa degli uomini.

      Elimina