martedì 19 gennaio 2016

Le periPAZZIE



Scusate il neologismo ma sì, si tratta di pazzie. Pazzie assurde. DA RIDERE :))) Spero! Una sì, daiiii....

E ho pensato di avvisarvi così che non possiate dire Ma ci dovevi avvisare che hai oltrepassato la soglia magica!!!!
Non voglio avere rimorsi né sensi di colpa.
Avvisati lo siete e mò..... tutti affarazzi vostri eh... :D)

Allora... partiamo da ieri.

Al mattino porto la figlia al lavoro e poi vado a fare la spesa. Insieme alle cose mangerecce compro ben 2 pacchetti di ricambi a righe. Di quelli con gli anelli, avete presente? Formato quaderno normale, non quelli grandi.
Insacchettati nel nylon e con il primo foglio rosso e blu, quindi ben visibile, con sopra scritto RIGHE.
Eh, sì... nonostante il pc amo scrivere a mano! Che ci posso fare? Adoro le mie zampe di galline sovente illeggibili, i miei scarabocchi con rigacce nere o blu, o anche verdi se capita, così spesse da bucare il foglio... amo quel chiedermi con sguardo attonito ma che ca...spio ho scritto qui?
Probabilmente oltre che folle sono pure masochista :)))

Tornando in tema però....
Arrivata a casa scarico la spesa e tra me e mammà la mettiamo a posto. Tutto finisce lì. Fino al tardo pomeriggio quando, improvvisamente, la fulminazione. E i ricambi? Dove li ho messi? Dove sono?

Tra giaculatorie non proprio eleganti ma sempre più consistenti (in frequenza) e invocazioni a quel Santo che ormai quando sente la mia voce emigra, anche perché all'inizio sono invocazioni e poi.... ordini e pure con una certa insofferenza, i ricambi non escono da nessuna parte.
Cercali di lì, cercali di là. Nelle borse rimesse in cantina, nel baule dell'auto, sul comodino, nei vari cassetti.... come diceva la figlia quando era piccola... SPARISCIUTI!!!! Spariti!!! Volatilizzati!!!!
Ma li ho comperati? Eh, sì! Sullo scontrino del super erano segnati. Li avrò dimenticati alla cassa??? Boh!!!!!!!!!!!!

Ad un certo punto, visto che come dicevo prima, Sant'Antonio era diversamente impegnato, lascio perdere. Usciranno mi sono detta e al diavolo! Sospendo la ricerca.

Mi siedo sul divano un momento in attesa che i miei mi facciano lo squillo col cellulare per avvisare che son partiti dalla città e prendo il cellulare. Guardo questo blog, il sito di Leggo, apro quello della Nuova Provincia.... Non l'avessi mai più fatto!
Già c'è voluto un mucchio di tempo per caricarlo e poi.... Poi mi ha indirizzato su un altro sito e qui.... bell'icona grande e minacciosa.

Android ha rilevato due virus, xyz (non me lo ricordo più!) e un trojan.
Bisogna mettere a posto il cellulare altrimenti entro ventiquattro ore saranno a rischio: la batteria, le fotografie, i contatti, la sim”.

Ecchecavolo!!!! E mò che faccio? La mia domanda.
Ne parlo con loro due, la risposta.

Arrivano spiego cosa è successo, guardano, sono dubbiosi... però è tardi, bisogna cenare e... ci devono pensare sopra.
Io non tocco nulla. Mica so cosa devo fare! Non ci capisco nulla!!!

Poi mi viene un dubbio. E se qualcuno mi avesse hackerato il cell? Riaccendo il pc e cambio la password di gmail.

Il marito però intanto pensa. Così inizia il terzo grado.

Era scritto in italiano? Era scritto in buon italiano? C'erano degli errori madornali? C'era la pubblicità di un altro sito con scritto clicca qui? Hai cliccato su qui? Hai fatto girare l'antivirus? Che risultati ti ha dato?”

Scema sì, ma non fino a quel punto. Sono uscita subito e ho chiesto a voi, sior martirio, eh! Comunque, l'antivirus ha girato ben due volte, prima e dopo il cambio password e mi ha detto che è tutto ok....

E la giornata di ieri è finita così. E menomale che è finita!

Stamattina, il cellulare (per ora) funziona. C'è un'applicazione che non riesco ad aprire perché mi richiede la password e per ora non ci ho ancora provato. Avrei voluto farlo per scaricare un nuovo antivirus ma... no! Rimandiamo ! Sentirò i miei soloni stasera. Certo che gmail non l'ho più aperta col cellulare.

Poi, solito trantran di tutti i giorni e all'ora di pranzo mia madre ed io ci guardiamo.
Avanzato qualcosa ieri sera a cena? No? E allora che mangiamo io e te? Niente di nuovo tra l'altro. A noi due capita non dico sovente ma spesso... :)))
Mentre lei mette le tovagliette americane sul tavolo della cucina io apro il frigo. Tiro fuori il formaggio e prendo i miei pacchetti di affettato per guardare quello che scade prima e.... tra un pacchetto e l'altro di prosciutto cotto che ho trovato?
Bravissimi!!!! Avete proprio indovinato!
I RICAMBIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Giuro! Li avrei buttati nella stufa!!!!! Li avrei usati per accenderla!!! Li avrei.... li ho asciugati perché nel frigo erano belli freschi e uscendo potevano inumidirsi.

Ma come caspio sono finiti nel frigo? Chi delle due li ha messi? Ohimemè!!!! Se non è follia questa... fulerià! Come si dice in piemontese.

Però in compenso, vi posso garantire che si sono conservati che è una meraviglia!!!!

Una Patricia alquanto confusa!!! ahahhahahahah

16 commenti:

  1. Complimenti. Se ti può consolare io ho messo delle mutande (pulite) negli scaffali della cucina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahahahh stiamo bene in due allora!
      La cosa che più mi fa stare in pensiero è il cellulare adesso.
      Staremo a vedere. Certo che non vado più su gmail per ora. Di sicuro in futuro non andrò più sul sito della Provincia...
      Ma io ho la calamita per i virus... mi amano!!!!! :)))

      Elimina
  2. Pat, può capitare a tutti :-D
    Spero per il telefono che sia tutto a posto.
    Baci
    la effe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so effe, èerò a volte si fanno certe scemate!!!!
      Le forchette nel compost della cucina ci sono finite tante volte. Le trovo quando vado in quello che una volta era l'orto per vuotare il bidone... In frigo, forbici, la bottiglia della birra vuota...
      Per il telefono spero. Adesso funziona.
      Però... però dire che esattamente tra 24 ore non funzionerà più.... mah!

      Elimina
  3. il problema è che mentre facciamo un'azione stiamo pensando a tutt'altro e le conseguenze sono queste

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse è proprio quello, Flo.
      Fare le cose in modo semiautomatico pensando già a mille altre. Sarà che il tempo non ci basta mai? O che non siamo mai contente del tempo che abbiamo a disposizione?

      Elimina
  4. Sono cose che capitàno (notare l'accento sulla a) diceva mia zia. Mia moglie una volta prima di partire per le vacanze ha voluto nascondere le chiavi della sua macchina in un luogo sicurissimo, talmente sicuro che... non le ha più trovate perché nel posto in cui si ricordava di averle messe non c'erano. Un anno dopo, facendo ordine tra i panni, casualmente ha infine ri-scoperto qual era il nascondiglio ultrasegreto che aveva prescelto per le chiavi :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai, Ariano. Io a volte penso che le cose abbiano vita propria e soprattutto tanta voglia di divertirsi alle nostre spalle.
      Le metti "LI'" e loro se ne vanno a zonzo. Non è colpa nostra!!!! :)

      Elimina
    2. Le chiavi? Quante volte.... di casa e dell'auto...

      Elimina
  5. "Peripazzie" pensavo fosse la nuova Parola del mese ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come avrebbe risposta una signora che conobbi ssecula e seculorum .... ti piaceresse eh????
      ahahahahahahahahah

      Curiosità.. ma tu hai mai perso niente per averlo sistemato "lì"?

      Elimina
  6. Fino a una decina di anni fa ero un'altra persona :D Precisa, meticolosa, ordinata... non scordavo nulla, non dimenticavo nulla. Irritante, veramente irritante se ci ripenso XD
    Poi, sono cambiata moltissimo (tralascio motivazioni, ché non sono importanti) e adesso sono una casinara pazzesca e felice :D
    Combino di tutto ahahahah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho sempre pensato come mia nonna: ogni cosa al suo posto perchè per ogni posto c'è la cosa giusta.
      Significato? Ordinata!!! Non pignola ma decisamente ordinata. Poi... poi mi sono sposata e con un uomo che la parole ordine non sa nemmeno cosa sia. Del genere.. hai visto il mio martello? Avevo lasciato lì una cosa...
      All'inizio, ho combattuto poi mi sono arresa. O impazzisco nel mettere ordine e faccio solo quello o lascio stare le cose come sono.
      Devo dirti la verità? Non ne ho nemmeno più voglia! Tanto so già che appena tornano marito e figlia tutto sembra prendere vita propria e spostarsi dove più gli aggrada.
      Ad un certo punto mi sono domandata: ma devo proprio impazzire per l'ordine? No! Così ho alzato bandiera bianca :D) ahahahahh

      Elimina
  7. Ahahahhahahahaha T U S E I M E R A V I G L I O S A!!!...
    Senti Patty, peró mi devi dire si cosa ti fai... Confessa!!! Come cacchio fai a scrivere tanto e pure su carta???????....:)))) Eh si, sei proprio unica :****

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caffeina e nicotina... accoppiata micidiale!!! Per l'organismo sì ma... prrrrr
      IOMERAVIGLIOSA?????????????????
      Sicura????? Non è che hai lasciato da mammà qualche venerrdì eh... ahhahahahahahhahaha Grazie tesoro!!!!!

      Elimina