venerdì 4 marzo 2016

Viaggi

#ispirazioniandco
#viaggi





        - Dobbiamo andare e non fermarci finché non siamo arrivati

                - Dove andiamo?

        - Non lo so ma dobbiamo andare

                                              Jack Kerouac On the road.




Esatto! Dobbiamo andare fino alla fine del nostro viaggio. Dovunque la strada ci porti. Qualunque tornante o rettilineo o cantiere troviamo sul nostro percorso.
Non ci deve fermare nulla. Gli ostacoli vanno superati. O al limite aggirati.

Perchè la vita è un viaggio continuo. Dal momento del primo vagito fino all'ultimo gemito di un cuore stanco e vecchio.

Perchè la vita è una scoperta continua e se non si viaggia nulla si scopre. Nè del mondo intorno né del nostro mondo interiore.

Perchè aveva ragione Jack Kerouac.
Non conosciamo la destinazione. Nemmeno la strada per arrivarci. Però sappiamo che ci aspetta. La nostra metà ci attende, presto o tardi che sia.
Ma non vuole che arriviamo nudi e a mani vuote. Vuole che le portiamo in omaggio, come ospiti cortesi, le nostre esperienze, le conoscenze che abbiamo fatto durante il cammino.
Vuole che il nostro viaggio non sia stato invano. Al contrario, che ci abbia fatto crescere, maturare, divenire coscienti di ciò che siamo.

E allora viaggiamo. Viaggiamo tra buche che ci affossano, boschi che ci ghermiscono o sole che ci brucia.

E se non troviamo la nostra strada, creiamocela... come la nave la crea in mare. Percorriamola e lasciamola alle spalle, come  una scia, appunto

E se ci parrà fragile, pazienza! Sarà la nostra. Quella che ci permette il nostro viaggio.

Viaggiamo, dentro e fuori di noi e non avremo vissuto invano.
Myrtilla


                                   Foto free da Pixabay

30 commenti:

  1. Le comari hanno già colpito anche questo mese quindi, e tu come sempre fai da apripista. Un tema che ispira, senza dubbio, si tratta solo di decidere come affrontarlo. Tu hai scelto la via filosofica...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono stata la prima, Ivano... qualcuna mi ha battuta sul tempo :)))
      Sì, come tema ispira molto anche chi come me non viaggia.
      Daiii, forza! Trova cinque minuti di tempi per le comari :)))
      Tupoi di viaggi ne devi aver fatto o sbaglio?

      Elimina
    2. Ne ho fatti molti in passato, ma adesso sono quasi cinque anni che non mi muovo dall'Italia e quasi quattro dalla Toscana.

      Elimina
    3. Beh, Ivano, non è che in Italia non si possa viaggiare!!!!
      Su, su ... al lavoro!
      Stupiscici anche questa volta!

      Elimina
    4. Ciao Ivano, almeno però hai i ricordi dei viaggi che hai fatto....

      Ciao Squitty, brava! Fatti sentire, capo!!!! :))

      Elimina
  2. Sempre in viaggio. Ne parlo spesso, ne scrivo spesso. Der suchende, ma ancora non ho trovato nulla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che la vita sia un viaggio infinito. Siamo sempre alla ricerca di qualcosa, di qualcosa di più, di qualcosa di meglio.
      Forse è anche questo il bello di essere umano. Il non accontentarsi e con la ricerca tentare di progredire.

      Elimina
    2. Io mi sento molto in viaggio in questo momento della mia vita. Ma non ho la minima idea di dove sto andando.

      Elimina
    3. Io lo so dove vado invece! Verso il manicomio!!!! Che dici? Li hanno chiusi???? Oh, beh.. anche la neuro va bene lo stesso ahhahahahaahhaa basta che mi facciano dormire e corrano loro al posto mio!

      Elimina
  3. Cara Patricia, il viaggi più preferiti, oggi credo siano proprio le crociere, mi piacerebbe anche io farne una, ma ahimè!!!
    La mi dolce metà è terrorizzata dal mare:(
    Ciao e buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mio caro Tomaso, se mi permetti questa volta do ragione a tua moglie. Una crociera???? Tutta quell'acqua attorno? E il mal di mare????? E gli squali in caso di naufragio???? No no no... piedi per terra. ahhahahaha
      Per andare per mare bisogna essere pesci... ahahahahhahahahaahhah
      Scherzo ovvio però in crociera proprio no, grazie!
      Un bacione a te !

      Elimina
    2. Ma finiscila Patricia ... che drammatica che sei!!!!

      Elimina
    3. Il mal di mare... patito il vaporetto tra Santa Margherita Ligure e Camogli... chiedi al Lupo o a Max quando ci sarà di distanza.... niente!
      Va beh.. confesso... è che non voglio rompere i denti agli squali.. sai, giovane e tenera come sono anche loro avrebbero dei problemi a masticarmi ahahahahhaahh

      Elimina
  4. Viaggiare dentro e fuori di noi, hai proprio ragione, e portare le nostre esperienze e le nostre conoscenze acquisite durante il viaggio perchè, come dice il proverbio "se un asino si mette in viaggio non per questo diventa cavallo"...con tutto rispetto per gli asini, che sono animali che mi piacciono molto!
    Buona giornata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti piacciono gli asini Carmen? Allora cerco le foto degli asinelli del mio vicino... :))
      Viaggiare "ad occhi chiusi e a cuore spento" non s diventa cavalli. No! Bisogna partire con la voglia di scoprire e capire.
      Penso che il viaggio serva solo così!
      Ciaoooo!

      Elimina
    2. Mi piacciono perchè sono animali umili e pazienti e da sempre bistrattati, poveretti!

      Elimina
    3. Uh... Carmen.. ieri mi sono dimenticata! VAdo subito a cercare le foto degli asinelli!
      Umili e pazienti.. dipende un po' dal carattere eh....

      Elimina
  5. Sono in sintonia con la tua ultima frase.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao CAvaliere. Grazie e buona domenica

      Elimina
  6. Hai perfettamente ragione Patricia. Il viaggio non è per forza verso mondi lontani. Si può viaggiare anche rimanendo seduti e usando solo la nostra fantasia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. FAre le valigie e andare sarebbe l'ideale. Se non si può.... un libro, delle foto, dei ricordi, degli hobby che permettano alla fantasia di sfogarsi... sì!

      Elimina
  7. Certo che viaggiare arricchisce, io come te non viaggio molto, non viaggio quasi mai, ma quando lo faccio sto bene per un sacco di settimane, dopo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosy, guarda io ho viaggiato pochissimo in vita mia ma visto l'andamento degli ultimi giorni, sto preparando la borsa e appena passa il primo treno per Saturno ci salto su e tanti saluti a tutti! :)))
      Viaggiare fa stare bene. Fa staccare da tutto, imparare, conoscere....

      Elimina
  8. bellissima metafora della vita, cerchiamo di non viaggiare mai con le mani vuote ,questo è fondamentale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già partiamo a mani vuote, Flo. Almeno riempirle durante il viaggio, no?

      Elimina
  9. Blogger mi ha fregato il primo commento ... riscrivo ....

    Come sempre cogli nel nel segno, cara Patricia.
    Sottoscrivo in pieno .... sarà la nostra.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Squity, grazie!
      Lascia perdere blogger....è diventato rompiscatole!!!!
      Ciaooo

      Elimina
  10. Una metafora potente il viaggio, e come tu dici, la vita è godere ogni passo tra quello che lasciamo e quello a cui andiamo incontro.
    Apripista meravigliosa che sei <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo buona Pinkg,
      Comunque l'argomento è interessante. Anche se io di viaggi intesi come spostamenti ne ho fatti pochissimi, si può parlare di molte cose.
      Bacio!

      Elimina
  11. Patricia sei un mito! Cogli sempre l'essenziale, qual può mai essere il viaggio di tutti i viaggi?
    Il tuo post è sublime <3
    Baci.

    RispondiElimina