domenica 17 aprile 2016

Pallino vola sull'arcobaleno

Giovedì era stata una giornata abbastanza tranquilla. Non aveva mangiato ma a sera....
A sera erano iniziati i dolori. Nella notte erano peggiorati. A mezzanotte mamma mi aveva chiamato perchè si trascinava per casa lamentandosi. Aveva cercato di metterlo sulle sue coperte e l'aveva morsicata. Un cc di bentelan con la speranza che gli togliesse il dolore.
Alle quattro del mattino mi aveva richiamata. Era incastrato dietro alla stufa a pellett e per tirarlo fuori senza fargli troppo male ho tribolato. Lui intanto urlava e si dimenava come un matto.
Durante la mattina di venerdì sembrava un po' più tranquillo. Era coricato sulle sue coperte e si lamentava ma nemmeno tanto.
Due volte però aveva cercato di sedersi sulle chiappette come faceva spesso e poi era caduto all'indietro.
Nel pomeriggio ho cercato di prenderlo per cambiargli il telo assorbente e portarlo dal veterinario  e mi ha aggredito.
Morsi e graffi ed ho le mani che sembrano passate in un tritarifiuti. Non riuscivo a staccarlo. Era imbestialito.
Pareva pazzo per il dolore. Mai visto in quello stato.
Menomale che a casa c'era mia figlia che mi ha medicata, poi ha telefonato al veterinario e a suo padre. Mio marito è tornato a casa prima ed ha tribolato per metterlo nel trasportino. Una belva! Chissà quanto dolore doveva avere!
Pareva uno di quei drogati che hanno gli occhi spiritati, fuori dalle orbite... tremava... miagolava...
Che fare a quel punto?
Tutto quel dolore,  non mangiava, vescica bloccata da vuotare manualmente, intestino bloccato dalla paralisi....
Speranze di un lieve miglioramento meno che zero....
Non ci restava che l'estrema soluzione. Almeno non avrebbe più sofferto. Avrebbe ripreso a correre e saltare, coda diritta e quel musetto dolce e sfacciato insieme.

Io ero disposta a provare di tenerlo anche  paralizzato. Avevo già visto i carrellini per animali con handicap su internet. Però che non avesse male! Almeno quello!
Invece....

Invece doveva soffrire in  maniera atroce per aggredire così! Non è mi stato un gatto pronto a tirar fuori le unghie o a mordere. Mai graffiati in un anno che era con noi. Nemmeno morsicati.

Non gli faccio nessuna colpa dei morsi e dei graffi che mi ha dato. Non riuscivo a staccarlo e quando ce l'ho fatta era sporco lui del mio sangue e io stavo gocciolando sul pavimento.
E' anche per questo che non ve l'ho detto prima. Non potevo usare le mani. Tra il male e le fasciature... una mummia ero!
Adesso sono ancora gonfie, livide e piene di croste ma passeranno. Tra il disinfettante, l'antibiotico locale e l'antibiotico in pastiglie... guarirò, io... lui invece...

                                        Son Pallino e del teppista,
                                        sono il primo della lista....

Iniziava così la filastrocca che gli avevo dedicato e pubblicato qui sul blog.

Quanto mi mancano tutti quei guai, quelle sgridate... i rotoli di carta igienica disfatti... il dover chiudere in gabbietta Lilio perchè altrimenti lui gli rubava il cibo...
Quanto mi mancano i suoi sguardi di questi giorni in cui è stato male, quando mi cercava sempre con gli occhi, mi chiamava... chiedeva il mio aiuto...

E' andata così. Di merda ma così!

Però... Voglio ricordarlo in questa maniera



Patricia

ps da venerdì, Myrtilla lo sta ancora cercando :(

46 commenti:

  1. Addio bel micio Pallino, mentre penso a te e ai tuoi amati padroni penso a quanto amore ci sapete dare. Addio.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sinforosa.
      Purtroppo quello che sembrava rimediabile si è rivelato un susseguirsi di discesa verso l'inferno per lui per il dolore e per noi che non potevamo fare niente.
      Stamattina il vet mi ha detto che stava diventando tetraplegico, che dal bacino in giù era completamente "morto" il suo corpo e che il dolore era talmente forte che venerdì era perfino allucinato dal male.
      Spero che ora corra felice e sereno.
      Un abbraccio

      Elimina
  2. Che tristezza, poverino quanta sofferenza gli è toccata! Sono convinta che ognuno di noi ha il suo destino dal quale non si scappa.
    Mi dispiace, pensa solo che ora non soffre più, è l'unico modo per superare il dolore della sua morte.
    Un grande abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo penso anch'io Annalisa. Però a 13 mesi, porca *****.....
      Come dicevo a Sinforosa sopra era l'unica soluzione rimasta ormai. Il dolore bestiale e la paralisi che progrediva verso le spalle... no! non era umano continuare a farlo soffrire

      Grazie stella

      Elimina
  3. ciao Pallino so che sei con i tuoi amici e giochi con loro
    un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E spero che si divertano tanto, Flo!
      Bacio!

      Elimina
  4. Mi dispiace tantissimo, un abbraccione Pat.
    I gatti hanno nove vite, quella vissuta con te è stata sicuramente la più bella e la ricorderete entrambi come migliore.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Miki.
      Cocme ha detto il vet stamattina è stato anche sfortunato da morire poverino. Poteva starsene bene viziato e coccolato e invece... chissà dove le aveva consumate le altre otto vite, però!
      Sai.. se guardo nell'angolo dove lo tenevamo su coperte e cuscini... mi sembra ancora di vederlo. :(
      Passerà. Son tre giorni stasera soltanto... già tre giorni stasera!

      Elimina
  5. Mi dispiace immensamente, quanto dolore ha dovuto sopportare😢 almeno ora le sue sofferenze hanno cessato! Sono sicura che avete vissuto insieme un anno meraviglioso, ricordati sempre di questo! Un grande abbraccio Patricia!❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao stellina, sì, voglio ricordarlo mentre distruggeva il rotolo della carta igienica, metre rubava il cibo a Lilio, mentre correva dietro a Myrti.... è solo che nelle orecchie ho il suo lamento di quanndo mi guardava e mi chiedeva di fargli qualcosa.
      Passerà!
      Bacio gioia! Grazie!

      Elimina
  6. Mi spiace moltissimo che sia finita così ! Per te, per lui. Io amo i gatti e ne ho sempre avuti e ho sempre sofferto quando se ne sono andati. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stamattina quando ho detto ai vet che pareva pazzo per il dolore mi hanno detto che era allucinato dal dolore. Dal bacino in giù il suo corpo non reagiva più a nessuno stimolo e l'infiammazione o cosa diavolo è sava salendo verso le spalle.
      Io avrei tentato volentieri di guardarlo anche paralizzato sulle zampe posteriori ma senza tutto quel dolore. Così.. no! Non era umano farlo soffrire!
      Un abbraccio a te, carissima

      Elimina
  7. Patri ti sono vicina. Ti abbraccio e mando una carezza speciale a Pallino che so la riceverà comunque.
    Non lo dimentichermo quel musetto dolce... e di lui resteranno in questo blog indelebili le tue parole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Robi, grazie infinite anche a te.
      Non ha mai amato troppo le coccole ma in questo ultimo periodo le apprezzava. Purtroppo.... il dolore era pazzesco e lo ha fatto quasi impazzire. Per quello mi ha aggredita venerdì. Ma le mie mani guariranno col tempo. Sono ancora livide e gonfie e piene di croste ma guariranno. Lui spero proprio sia già guarito ora

      Elimina
    2. Giuro sono poche le cose che mi commuovono così tanto... e quando sono queste anime innocenti a soffrire, le lacrime non possono che essere copiose... :'(
      Passerà... hai ragione...

      Elimina
    3. Deve passare per forza Robi.
      Beata te che riesci a piangere. Io non ce la faccio. Quelle quattro stupide lacrime che mi sono venute fuori venerdì erano più dettate dallo spavento e dal male che da altro.
      Nemmeno dopo l'ho fatto. Improperi a non finire ma lacrime no.

      Elimina
  8. Cara Patricia, lo so che è difficile accettare, ma devi solo pensare che Pallino ora ha finito di soffrire...
    Lui da lassù nell'arcobaleno ti guarda e ti ringrazia del bene che gli hai dato. Questo deve essere ciò che ricordi di lui.
    Ciao e buona settimana cara amica, un abbraccio forte e sentito.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso, sì, è difficile da accettare perchè aveva solo 13 mesi, perchè lo abbiamo guardato come un bambino, perchè.. perchè li volevamo bene.
      Passerà col tempo come è passata per tutti gli altri gatti e cani che lo hanno preceduto sul ponte.
      Certo che se penso a Pippo il cagnone o a Jerry la micina ce lo aspettavamo perchè erano pieni di tumori ma lui.. così.. nel giro di un mese...
      Ricambio l'abbraccio stella. Un bacione e grazie!

      Elimina
  9. Ciao Pallino, la fortuna non è stata buona con te ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio no, Obsidian.... l'intervento era andato a buon fine. Ci voleva quella maledetta caduta. Almeno, noi pensiamo che sia caduto dalla credenza. Si credeva in forze come prima e ci è deve essere di nuovo salito però non era così. Deve essere per forza caduto da lì. Diversamente non si spiega la frattura.
      Menomale che il vet ci conosce e sa che non picchiamo i nostri animali. Un vet nuovo chissà cosa avrebbe pensato...
      Comunque le ultime di stamattina era che stava diventando tetraplegico... la lesione continuava ad avanzare e saliva verso le spalle.

      Elimina
  10. Cavolo mi dispiace. Come sai ho passato la stessa cosa da poco. Ma l'unica cosa che si può dire è che abbiamo fatto tutto quello che si poteva fare.
    Ora il mio piccolo Panzer riposa sotto l'albero di albicocche che abbiamo in giardino che è tutto fiorito. I primi giorni sono brutti, poi pian piano passa e restano i bei ricordi a farti sorridere. UN abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Davide, sì, lo so! Anche tu come noi hai provato questo dolore... questo vuoto che ti soffoca.
      Non è la prima volta che perdiamo un amico peloso... due cani e non so quanti gatti però ogni volta è sempre grave. Un dolore che si rinnova.
      Anche noi possiamo dire che abbiamo fatto tutto quanto potevamo, soprattutto i veterinari. Purtroppo però le cose peggioravano giorno per giorno e non c'era altra soluzione che l'eutanasia.
      Vorrei che qualcuno potesse farlo per me, se mi trovassi in situazione simile, piena di dolore e senza un briciolo di speranza.
      Un bacio, stella!

      Elimina
  11. Ciao pallino ..corri felice sui prati dell'arcobaleno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tissi... con Pippo, Pluto, Jerry, Ponpon, Minoù, Briciola, Tom, Mimì, Mustafà, Mickey MOuse eccetera eccetera......

      Elimina
  12. Quante lacrime... Giuro, alla perdita o al dolore degli animali non riesco proprio a trattenere le lacrime...
    Addio Pallino, ora sei di nuovo libero di correre e fare guai... :')

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao gioia.
      Io non riesco a piangere.
      Sì.. ho tirato fuori qualche lacrima venerdì pomeriggio peer il male aalle mani, lo spavento...
      Più che altro ho tanta rabbia dentro, come un senso di ribellione contro il destino.
      E' andata così.. che ti devo dire? La vita continua.... anche se Myrtilla non ha ancora smesso di cercarlo e Lilio da venerdì sera dorme nel trasportino che abbiamo usato per Pallino. ESce per mangiare e fare i suoi bisogni e poi torna dentro...
      Bacio gioia!

      Elimina
  13. Quanto mi spiace Pat....ma hai fatto la cosa migliore per Pallino...Un grande grande abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Malù.
      Penso di sì. Me lo hanno anche detto i vet stamattina. Non solo era irrecuperabile ma avrebbe continuato a peggiorare e nonn si sarebbe potuto far niente. Solo farlo soffrire. No! Questo no! Me lo sarei guardato anche paralizzato se non avesse avuto dolore ma a queste condizioni no! Col male in corpo no! E credo che ne abbia avuto troppo!
      Un bacio stella

      Elimina
  14. Risposte
    1. Ciao Vincenzo.
      Ti ringrazio. Purtroppo capita anche questo.
      A volte credo che sia anche questione di fortuna e lui proprio nnon l'ha avuta.
      Ricambio l'abbraccio.

      Elimina
  15. Povero pallino. :(
    Spero che ora sia in un posto dove possa correre e arrampicarsi e saltare di nuovo e per sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marco, voglio sperarlo anch'io! Voglio credere che corra felice, combini i guai che combinava qunado stava bene, mangi si diverta...
      Noi (in casa e i veterinari) possiamo dire di aver tentato tutto per tutto. Purtroppo per i miracoli non siamo ancora attrezzati

      Elimina
  16. Oddio, mi dispiace davvero. Coraggio Pat!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ariano.
      Ci sono momenti in cui bisogna farsi forza e pensare che la morte è sollievo. Per lui, senz'altro. Di miglioramenti non se nen parlava, anzi, continuava a peggiorare.
      Perchè faro ancora soffrire, povera stella?

      Elimina
  17. Mi dispiace, brutte notizie, bruttissime,...
    poveretto...

    podi-.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo Carlos era più umano praticare l'eutanasia che vederlo pazzo per il dolore. Finchè abbiamo potuto abbiamo tentato di portarlo avanti ma come era venerdì!
      Mi manca sai...

      Elimina
  18. Mannaggia Patricia!!! Leggendo il tuo commento, sono andata a ritroso nel tuo blog a leggere cosa ti era ulteriormente successo. Per impegni vari (mamma compresa che sviene ogni tre per due, e mi è anche caduta da seduta per cui ci siamo fatti un tour al pronto soccorso) sto marinando un po' il blog, sapevo della situazione di Pallino e me lo sono quasi immaginato...
    Sono molto dispiaciuta, sei una persona con un cuore grandissimo che ha tentato il tutto per tutto, ora Pallino corre nel cielo sconfinato tra nuvole di panna montata.
    Un forte abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto mi dispiace per bisnonnauffa! E per voi... uno spavento dietro l'altro.

      Per Pallino lo temevamo anche noi ma nonn credevamo in un peggioramento così rapido e doloroso. Vedessi che mani mi ha conciato povera stella! Il vet mi ha detto che era allucinato dal dolore. Che non capiva più niente.
      E così venerdì scorso è finito tutto! :(

      Finito tutto per lui, perchè poi... è un vero periodo da schifo. Mamma come operazione va bene ma è un continuo litigare perchè faccia attenzione a questo a quello a quell'altro. Si lamenta che non può leggere ma gli occhiali vecchi non le servono più. Vuole andare fuori dal cane ma Papaya è talmente irruenta nelle sue dimostrazioni di affetto che ho sempre paura le dia qualche nasata.
      Poi... mia suocera il 27 ne compie 88. Dal 2000 ha l'alzeimher. Ora anche parkinson. Non beve e non mangia da sola. Pannolone.Flebo. Intestino che è partito pe le ferie. Non ci conosce...
      E' tutto un immenso mare di m***a!

      Io sono stanca da morire. Sarà che dopo due mesi così sto quasi cedendo e lunedì pomeriggio mi son sentita male. Vai e vai.. anche io...
      Menomale che ci siete ancora voi! C'è questa comunità di blogger e amici virtuali che mi danno forza.
      Siete grandi! Bacio e grazie!

      Elimina
  19. Mi dispiace tanto per Pallino...ora non soffre più e corre sul ponte con tanti nostri amici pelosi..un abbraccio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carmen, e saranno 8 giorni domani... come passa il tempo!
      Che stia bene e sia felice, che corra e salti me lo auguro proprio. Ha sofferto troppo.
      Bacio e grazie!

      Elimina
  20. Ciao leggo solo ora. Mi ha commosso questo post. Mi spiace tantissimo. Un grande abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao stella.
      E' andata così, purtroppo. Quando la jella si acccanisce... o forse era il suo destino...chissà!
      Sono già otto giorni, pensa! A quest'ora io ero già mezza affettata e lui.. pazzo dal male.
      Purtroppo altre scelte non c'erano.
      Mi manca tanto però! Mi mancano tutti i casini che combinava, quel musetto spiritoso e da prendere per i fondelli...
      miseria ladra! Che rabbia! Non poter far nulla così!
      Grazie Robby. Un abbraccio

      Elimina