martedì 24 maggio 2016

Al mercato


La donna col velo si fermò ad un banco di verdura al mercato. Aveva visto dei pomodori tondi, rossi, succulenti. Di quelli buoni.
Ne chiese un chilo.
L'ambulante la squadrò un momento poi si girò verso la moglie.
- Dami cuj là (dammi quelli là)
- Ma sun mes mars.... (ma sono mezzi marci)
- E cusa voeti ca sapia s'araba... a sun già fin trop beij per chila. (e cosa vuoi che ne sappia l'araba? Son già troppo belli per lei)
Brontolando fa ti ca't sei (fai tu che sai), la moglie mise i pomodori troppo maturi, buoni a malapena per la conserva in un sacchetto.
La donna velata fece notare che gi altri erano più belli, più sodi
- Ma questi sono più buoni, madamin... proprio belli maturi... hanno un profumo.... - rispose l'uomo con uno strano sorriso.
La donna lo guardò uno sveloce lampo negli occhi. Prese il sacchetto e tirò fuori dalla tasca una banconota. Un dinaro iracheno.
- Ohi ti... che roba è sa qui? Mi voi gli euri nen sta schifessa... (Ehi, tu... che roba è questa? Io voglio degli euro non questa schifezza).
Guardandolo con quegli occhi neri che sembravano di carbone, la donna araba gli sorrise.
Con un piemontese stentato gli rispose: - Per na schifesa si pagga con la schifesa, monsù. (per la schifezza si paga con la schifezza)
Myrtilla


ps non ho ancora assistito per ora ma non escludo che purtroppo possa succedere. Se continua così....

6 commenti:

  1. Brava Patty, come sotto titolo potresti metterci "Quando ce vo' ce vo'!".
    Serpeggiano messaggi non belli, che inquinano l'aria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna Maria, come ho scritto nel post scriptum non ho mai assistito ad una scena simile però se capitasse purtroppo non mi stupirei nemmeno. Troppa paura, troppo malcontento.. troppi fomentatori che su questa paura e questo malcontento ci marciano alla grande.
      Il fatto di aver scritto (io che non lo parlo tanto meno lo scrivo) in piemontese le frasi degli ambulanti è una scelta voluta. Per caricare il peso sul razzismo che impera.
      Tu straniero, arabo, non sei italiano e quindi sei meno che niente.. Non capisci l'italiano figuriamoci se capisci il dialetto... se lo parlo ti sistemo a dovere (leggi ti frego meglio).
      Che nervi! Non distinguere la brava persona da quella che non lo è al di là di qualunque provenienza geografica!

      Elimina
  2. Cara Patrizia, un po divertente questo tuo simpatico post:) ma è quello che ci vuole, per crearsi la ragione di un sorriso:) ciao e buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao stella! Tornato alla grande eh... :))
      Buon pomeriggio a te!

      Elimina
  3. Già, manca davvero un cicinin...
    E forse è già successo.

    RispondiElimina