giovedì 23 giugno 2016

ESPERIMENTO 280: VINCENZO IACOPONI


V oluttuosa
ndomita
N otte
C oncedi
E legante
N uvola
Z affirina
O ve
nsieme
A meremo
C ondividere
O nde, nde
P iacevoli
O asi
N otturne
I ndimenticabili 

Grazie!
Myrtilla


4 commenti:

  1. Cara Patrizia, oggi credo che possa augurarti una splendida giornata! Qui è già caldissimo, e dobbiamo stare in casa per avere un po di fresco...
    Ciao con un abbraccio e un sorriso:)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso, una giornata stupenda anche a te!

      Elimina
  2. Ho dovuto rileggere il titolo dell'odierno post per capacitarmene: Orpo qualcuno fa esperimenti su di me o con me o a mezzo me. Problema: sono già morto e fanno esperimenti col mio cadavere, oppure sono un oggetto misterioso e misterievole da cui arguire tutte le stranezze de lo monno infame?
    Poi la curiosità l'ha vinta ed ho letto. Già tu fai gli esperimenti e io me la rido con compiacimento.
    Cosa hai veramente azzeccato vuoi sapere la mia opinione?
    La ENNE per notte mi sta benissimo, giacché io sono un notturno.
    La VU per voluttuosa, mmmhh, per me va benissimo per la mia partner 'nzomma, bigna chiedere a lei.
    La I per indomita: azzeccata in pieno, con la mia approvazione e il mio imprimatur.
    La seconda ENNE per Nuvola te la concedo, anzi mi sta bene.
    ZETA per zaffirina, sai che non ci avevo pensato ad una notte zaffirina?
    La condivisione delle onde potrebbe essere una struggevole nuotata notturna sotto le stelle, oppure sulla spiaggia cogli occhi socchiusi e la radio accesa col volume non troppo alto. Bello e soporifero.
    Le Oasi Notturne Indimenticabili, mi fanno venire su dei ricordi che non ti dico. E tu le hai chiamate Oasi. Non sono quei posti nei deserti dove ci si rinfresca e ci si disseta?
    Ci siamo Myrtilla's, ci hai preso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahahahhaah Vincenzo sei unico! :)
      Li ho chiamati esperimenti perchè all'inizio era appunto prove. Poi con tutti quelli che ho fatto qualcosina forse ho imparato.
      E' un modo per ringraziare i miei lettori. Cerco di mettere in questi acronimi cosa mi sembra di aver capito della persona però non è semplice non conoscendoci di persona.

      beh... l'oasi in senso stretot è quella che dici tu ma metaforicmente può anche essere un momento di assoluto godimento dove non ci si rinfresca e disseta il corpo ma.... l'anima :P)

      Un bacione Vincenzo!

      ps voluttuosa... d'inverno. Adesso fa caaaaaaaldo!!!!!!!

      Elimina