sabato 23 luglio 2016

Che magia le parole







Che magia, le parole!
Sanno essere tutto o niente.
Morbide e pastose come velluto. Scattanti come lino.
Indossano indifferentemente impalpabili abiti di chiffon, ali di piume trasparenti per volare libere e leggere e tacchi a spillo per segnare il cuore senza ferirlo.
Oppure mimetiche militari per non farsi capire e nascondere cosa hanno dietro e dentro. Come un paletò.
O ancora, abiti di tessuto sintetico che irrita la pelle e dà prurito, scarponi pesanti per calpestare e chiodati per far sanguinare.

Le parole sono tutto e niente, dicevo prima.
Pesanti come il piombo o eteree come il volo di falene attirate dalle fiamme.
Siamo noi a doverle addestrare.
Dobbiamo raccogliere tutte quelle che conosciamo come un tesoro e riporle in un forziere. Aggiungervi quelle che impariamo vivendo.
Perchè ogni parola è un dono stupendo. Come perla.
Ma non basta!
Dobbiamo insegnar loro a stare al posto giusto. A pazientare. A non scalpitare quando le usiamo scegliendo con attenzione quelle più adatte.
Imbrigliarle in poche ma severe regole.
E come prestigiatore, estrarle dal cilindro in ordine esatto, accantonando per altre occasioni le parole al momento inutilizzabili.
Praticamente dar loro vita reale, vita importante, voce possente erchè lascino un piacevole segno.
Myrtilla

19 commenti:

  1. Cara Patrizia, questo è un post, che dobbiamo esaminarlo per quello che vale!
    Direi che per chi sa valutare le parole ha un immenso valore, chi invece ogni parola non la vuole ascoltare e imparare vuol dire, non saprà mai cosa vuol dire la vera vita!!!
    Ciao e buon fine settima cara amica, con un abbraccio e un sorriso:)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione Tomaso! Chi non vuole sentire non sente!
      Bacio stella!

      Elimina
  2. Cioè, in altre parole, usarle come in questo tuo post ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ivano ha già detto tutto!
      Bravissima!

      Elimina
    2. Ivano ha già detto tutto!
      Bravissima!

      Elimina
  3. Bellissimo brano!
    Buona domenica
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mille grazie Carmen
      Buona domenica a te!

      Elimina
  4. Molto bello questo post,complimenti Mirtilla!

    RispondiElimina
  5. Bella e utile riflessione.
    Buona domenica
    inforosa

    RispondiElimina
  6. Potremmo dire "meno parole e più fatti". Ma se le usiamo, facciamolo bene.

    podi-.

    RispondiElimina
  7. Ciao Carlos, hai ragione visto che di parolese ne sprecano tante. Soprattutto i politici
    Buon week end

    RispondiElimina
  8. Bene, sei riuscita a lasciarmi a bocca aperta. Usare le parole con il tocco del professore d'orchestra come fai tu, accarezzare i legni evocando melodie incantate, incitare gli ottoni e le percussioni al presto con fuoco, è segno di maestria. Brava Patricia

    RispondiElimina
  9. Grazie mille Max ma non ti sembra di esagerare? :)

    RispondiElimina