domenica 21 agosto 2016

LEGGERE NON È PECCATO


Grazie a IARA R.M. e ad un suo post ho scoperto un giochetto estivo veramente intrigante.

le due ideatrici… le mamme del gioco insomma. :)

Secondo voi, io potevo stare a guardare? Seeee! Figurati!
Infatti eccomi qui a partecipare.

Oltretutto voi sapete che io leggo, sapete quanto mi piace, come mi perdo e sono sempre alla ricerca di nuovi autori e nuovi libri.
Sapete anche che quando una persona  mi dice che non legge la considero  come una stranezza e mi chiedo come si fa a vivere senza leggere.
Ma è possibile?
Sembrerebbe di sì secondo le statistiche però... però ecco io spero sempre che siano sbagliate e che se  invece fossero esatte le cose migliorino perchè LEGGERE È TOCCARE IL PARADISO qui in terra. Comodamente sul divano.

Inizio subito con il banner dell’iniziativa atta, ripeto, a far pubblicità alla lettura perché:
    
                      
                       LEGGERE E’ BELLO
                 LEGGERE NON È PECCATO!
                        LEGGERO E’ FIGO




Poi, rispondo a queste domande semplici semplici

1 Quali sono i 3 motivi che ti spingono a leggere?
2 Quali sono i 3 libri che consiglieresti a chi non legge?
3 Quali sono le 3 azioni che identifichi con il peccato?

Detto per inciso, le risposte possono essere serie o buffe, possono contenere uno slogan o una breve battuta, o persino un racconto breve con non più di 300 parole.
L’importante è che non si perda di vista il fine del gioco. Vale a dre

       LEGGERE NON È PECCATO.

Ok, inizio.

QUALI SONO I 3 MOTIVI CHE TI SPINGONO A LEGGERE?

Prima di tutto la curiosità: di scoprire quale uso fa delle parole l’autore, come narra le vicende, come usa la sua fantasia.
Anche a me piace molto scrivere pur non considerandomi una scrittrice e pur non volendo assolutamente copiare idee o stili di scrittura. Però questo leggere è per me una scuola. Imparare sempre qualcosa di nuovo, crescere, sognare, perdere la nozione del tempo in situazioni che magari io non vivrò mai.

Secondo motivo è il sogno ad occhi aperti che un bel romanzo ti offre. Essere lì, coi protagonisti e agire, aver paura, essere felici o tristi insieme a loro. Diventare protagonista in un certo senso.

Il terzo è quel viaggio che faccio senza muovermi dal divano non solo in posti esotici ma anche dentro di me. Come se ad ogni libro letto imparassi non solo di luoghi lontani e sconosciuti ma di me stessa.
Perchè va detto chiaro e tondo che io, in un bel libro, mi perdo. Finisco dentro alle pagine, dentro alle parole e sono là in Amazzonia piuttosto che a Torino, sulla luna piuttosto che alle Isole Vergini.
Entro nel libro e… faccio fatica ad uscirne quando devo :))



QUALI SONO I TRE LIBRI CHE CONSIGLIERESTI A CHI NON LEGGE.

Questa è una domanda difficile davvero! Non è affatto semplice consigliare un libro. Ognuno ha i suoi gusti e le sue idee.
Prima di tutto bisogna conoscere la persona, l’età ad esempio è importante, il lavoro che svolge, le sue passioni.

Diciamo che rischierei con Il vecchio che leggeva romanzi d’amore di Sèpulveda, il suo libro migliore a mio parere, perché ci si infila su canoe lungo un fiume del Sudamerica, si vive in una foresta tanto bella quanto pericolosa… perché l’avventura della vita non è soltanto fare viaggi estremi o ritrovarsi in situazioni estreme. Vita è anche vivere una normale esistenza.

Poi, sia ad un uomo che a una donna consiglierei Smettila di camminarmi addosso di Claudia Spriano.
Ad una donna perché capisca che si può lottare contro i soprusi maschili. Che unite si è più forti.
Ad un uomo perché capisca che i soprusi non sono più “moderni”, sono medievali e nel medioevo devono tornare e perché sappia che se vogliamo noi donne possiamo difenderci.

Il terzo è un libro di poesie. Venti canzoni d’amore di Pablo Neruda.
Perchè la poesia è bella, è sogno, è spettacolo. E’ un cielo sereno pieno di stelle.
E un po' di romanticismo non guasta :) 


QUALI SONO LE TRE AZIONI CHE IDENTIFICHI COL PECCATO

Odiare il prossimo, fregarsene e rendersi ciechi per egoismo, sprecare le possibilità che la vita ci offre.
Odiare il prossimo...beh..non ve lo devo spiegare. E’ anche collegata al secondo punto, il fregarsene per egoismo. Il non vedere cosa succede intorno per vivere tranquilli nel proprio recinto di io io io.
Odio ed egoismo spesso vanno a braccetto e poi… succede quelle che si legge sui giornali.
Sprecare le possibilità che la vita ci offre vuol dire sedersi e guardare la vita scorrere senza fare nulla per sé e per gli altri. Adagiarsi e non lottare accettando tutto come viene viene. Non dico di prendere a cornate la vita ma renderle un po’ difficile il programma che si è prefissa per noi non è mica male eh…. Poi, se è destino è destino ma almeno non ci saranno mai i rimorsi e i rimpianti per non aver tentato.

E chiudo con qualche citazione, sorry :)

Pochi libri cambiano una vita. Quando la cambiano è per sempre, si aprono porte che non si immaginavano, si entra e non si torna più indietro.
(Christian Bobin)

Leggere, leggere un libro – per me è questa l’esplorazione dell’universo.
(Marguerite Duras)

Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi, o, come fanno gli ambiziosi per istruirvi. No, leggete per vivere.
(Gustave Flaubert)
Myrtilla

12 commenti:

  1. Grazie a te per aver colto questa occasione di giocare, ma specialmente di testimoniare quanto sia bello leggere. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te di avermi fatto conoscere le fanciulle e i loro blog.
      Bacio!

      Elimina
  2. Cara Patrizia, sono qui per augurarti una serena e felice domenica, un abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. Interessante il gioco vero?
      Si cerca di fare pubblicità alla lettura. Nel nostro piccolo....

      Elimina
    2. Condivido e diffondo di nuovo, anche su twitter.

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    4. Oh,finalmente! Ieri sera era un disastro la connessione.
      😙 grazie

      Elimina
    5. Oh,finalmente! Ieri sera era un disastro la connessione.
      😙 grazie

      Elimina
  4. Ciao, sono felice ti sia piaciuta la nostra idea! E sono davvero contenta del tuo post. Amare la lettura e farne pubblicità è un bellissimo gesto. Sai quanti strafalcioni in meno se tutti si avesse questa sana abitudine?
    In bocca al lupo per il concorso ��

    RispondiElimina