lunedì 22 agosto 2016

Vuoto


                  https://pixabay.com/it/notebook-penna-tavolo-vuoto-1587525/

Vuoto.
Vastità assoluta piena di niente.
Algido biancore lunare che non riceve pensieri.
Solitudine cosmica dove vita c'è ma non si trova. Dove i pensieri muoiono prima di nascere. Dove non crescono perchè troppo ingarbugliati. Troppo imprecisi e incerti.
Il vuoto fa paura. Soffoca. Riempiamolo!
Scriviamo parole su quei fogli che sono i nostri giorni.
Mettiamoci sorrisi come virgole, lacrime come punti e virgola. Risate e abbracci e baci ad ogni punto. Ad ogni a capo.
Parole confuse diverranno frasi sensate se daremo loro ordine e libertà di esprimersi. Diventeranno sentimenti  con radici profonde su carta. Radici che nessun uragano sradicherà. Perchè quella carta saremo noi che contageremo il vicino, l'amico e tramite lui diventeremo eterni
Myrtilla

16 commenti:

  1. Cara Patrizia, più il tempo passa e più tu maturi!!! Tu sei una poetessa che in parole puoi fare tutto!!! questo tuo post ma ha aperto ancora di più i miei occhi, complimenti!
    Ciao e buona settimana cara amica, con un abbraccio e un sorriso:)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite a te,stella.
      Un bacione grande

      Elimina
  2. Stupendi pensieri Pat.Questo vuoto non mi fa paura , può trasbordare del tutto.... è peggio il vuoto dell'anima... quello si che è difficile da colmare ... un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giusi. Hai ragione! Il vuoto dell'anima, del cuore, è il più doloroso e difficile da gestire. A volte ci si illude di averlo fatto ma quando finalmente ci si ferma a riflettere ci si accorge che non è affatto così

      Elimina
  3. Molto bello, Patrizia.
    Comunque il vuoto è destinato ad essere rimepito, è una legge di natura. Dunque se non c pensiamo noi, ci penseranno gli altri o il caso.I tuoi pensieri trasmettono l'energia e l'ottimismo per non lasciar fare tutto al caso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pierpaolo.
      Il vuoto non dovrebbe mai restare vuoto, per mio conto. Bisogna sempre cercare di trasformarlo in qualcosa di buono e utile. Da soli o in compagnia.
      Diciamo che il caso può essere indirizzato 😊 magari si conclude poco ma almeno si è tentato

      Elimina
  4. Come al solito mi hai incantata! !!Proprio oggi ho comprato da tiger dei quaderni nuovi! Si pensa! Di nuovo!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lorenza,
      È il periodo dei quaderni nuovi ahahahag io ne ho messo in ordine qualcuno carino on line. Tiger qua da me non c'è
      Ciao e buona settimana

      Elimina
  5. Tra te e Lorenza mi avete ricordato che c'è un sketchbook di Tiger in attesa di essere pasticciato :D
    Il vuoto in realtà è potenzialità, sta a noi decidere che forma dargli. Concordo cmq con Giusi, l'unico a far paura è il vuoto dell'anima!
    Brava Pat :)
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina, cosa aspetti a riempirlo allora? ahahahahahha
      Le idee a te non mancano mai! Forse giusto un po' il tempo ma quello è pestifero con tutti.

      Sul vuoto dell'anima mi pare ci sia unanimtà. E' il vuoto peggiore, quello più doloroso.
      Tutto gli altri vuoti si possono invece riempire. Basta solo averne voglia e tirarsi su le maniche
      Bacio!

      Elimina
  6. rieccomi...mi piace ritornare al pc e trovare questo tuo post. Verissimo chi nei commenti precedenti ha scritto che il vuoto dell'anima è il peggiore . Un foglio vuoto , bianco è una potenzialità enorme che aiuta a riempire anche il vuoto dell'anima, nei momenti in cui le cose non vanno bene, o quando la vita procede tranquilla riempire un foglio bianco di parole che colorano l'anima. Si decisamente scrivere è una ricchezza immensa che ognuno di noi ha. Basta scoprirlo. Non occorre essere scrittori di successo, ma scrittori di se stessi, scrittori degli attimi che vorremmo riuscire a fissare su quel foglio bianco e per questo sentirsi ricchi dentro. Questo significa scrivere per me.....
    bacibaci
    paroleazzurrocielo.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfetto! Azzurrocielo mi hai letto dentro :)
      I vuoti si riempiono di polvere e ragnatele. Meglio toglierle.
      Bacio e ben ritrovata

      Elimina
  7. Vuoti di niente: il vuoto vissuto come angoscia di morte... molto efficace Patricia ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sfinge, Morte intesa anche "solo" come vita vista passare e mai acchiappata.
      Ciaoooo

      Elimina
  8. Risposte
    1. Ciao Bill Lee, benvenuto o benvenuta.
      Grazie

      Elimina